Perchè l'RFID è essenziale nel Retail ?

--RFID JOURNAL, di Mark Roberti-- Dopo che è stata pubblicata la mia colonna la settimana scorsa, ho ricevuto una e-mail da un utente che ha chiesto: "Pensi che l'RFID sia essenziale per tutti i retailer, vale a dire che dovremo investire in RFID?" "Tutto" è un termine assoluto e sarebbe difficile per me dire categoricamente che ogni singolo retailer avrà bisogno di utilizzare l'RFID. Ci sono sempre delle eccezioni. Ma direi con certezza che la grande maggioranza dei retailer dovrà infatti utilizzare la tecnologia di identificazione a radio frequenza.

Dico che per la semplice ragione che è molto difficile, se non impossibile, ottenere l'accuratezza dell'inventario fino al 95% o meglio senza RFID. È possibile assumere più dipendenti per eseguire conteggi d'inventario ogni giorno, ma il lavoro è costoso nella maggior parte dei luoghi. Anche se potresti assumere altri lavoratori per fare l'inventario, le persone non sono ancora esatte come i codici a barre. Gli studi dimostrano che la gente si stanca e perde la messa a fuoco. Più chiedete ai dipendenti di fare un compito noioso e ripetitivo, più rapidamente perdono la messa a fuoco. In quanto tale, è possibile ottenere solo l'85% di precisione di inventario con i lavoratori che eseguono la scansione dei codici a barre.

È sufficiente l'accuratezza dell'inventario dell'85%? Non se vuoi realizzare una vera e propria vendita omnicanale e permettere ai clienti di acquistare oggetti dove, come e quando vogliono. Questo perché ti serve l'accuratezza dell'inventario fino all'ultimo elemento per poter mostrare il 100% del tuo inventario agli acquirenti online e hai bisogno di un'accuratezza di inventario estremamente elevata per essere in grado di garantire che quando un cliente acquista un elemento on-line e lo ordina, quel prodotto sarà effettivamente disponibile.

Il peggiore errore che un retailer può fare è raccontare a un cliente che può ordinare un elemento on-line e poi non averlo in negozio. Questo sta accadendo e sta costando clienti ai retailer. Infatti, sostengo che la reputazione della vendita online sia un risultato diretto della scarsa qualità dell'inventario in magazzino. I clienti sono stanchi di andare in un negozio e non trovare quello che cercano.

C'era un momento in cui le persone si divertivano a fare shopping. Vorreste andare in negozi e provare cose e socializzare con gli amici. Milioni di persone in tutto il mondo lo fanno ancora, ma i millennials (un termine che generalmente si riferisce a quelli nati tra il 1980 e il 2000) e la generazione Z (quelli nati dopo il 2000) fanno questo meno delle generazioni precedenti. Una ragione è che sono cresciuti con Internet e smartphone, oltre alla possibilità di ordinare on-line e avere l'articolo giusto consegnato entro un giorno o due. Lo trovano, francamente, assurdo che non riescono a trovare quello che cercano in un negozio.

Quindi la prima cosa che i dettaglianti devono fare è ottenere la precisione dell'inventario in modo da poter offrire un'esperienza di instore buona. Poi, come ho sostenuto poche settimane fa, hanno bisogno di migliorare il servizio e fornire consigli di esperti. Hanno bisogno di fare shopping nei negozi una esperienza migliore, più facile e più gratificante di acquistare tutto in linea. Semplicemente non vedo come si può fare tutto questo senza RFID.

 

Mark Roberti è il fondatore e redattore di RFID Journal. 
http://www.rfidjournal.com/articles/view?16543

Contattaci
 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi