L'evoluzione tecnologica degli store fisici

Pat Glennon, Vice President, North America Retail and Hospitality Sales di Zebra Technologies, ha recentemente rilasciato un'intervista a RIS NEWS sullo "Zebra 2017 Retail Vision Study", analisi di mercato in cui si studiano le evoluzioni tecnologiche del comparto retail da qui al 2021.

Nella vendita al dettaglio, la linea tra fisico e digitale è sempre più sfuocata, poiché i clienti esperti richiedono esperienze in negozio che imitano l'esperienza di acquisto online. Di conseguenza, i negozi sono ora nel momento del "phygital" - la digitalizzazione dell'esperienza in-store - per migliorare il viaggio del cliente.

Le tecnologie, tra cui la micro-localizzazione, dispositivi mobili e sensori, stanno già scatenando un'esperienza di vendita di nuova generazione. Ad esempio, i dispositivi intelligenti stanno tessendo un'infrastruttura di business senza precedenti in tutto l'ecosistema al dettaglio, dal magazzino al front-of-store, portando nuovi livelli di intuizione nelle preferenze del cliente e nelle operazioni commerciali. E abbiamo appena iniziato ...

Per comprendere meglio le tendenze tecnologiche che modelleranno il futuro del reatail a livello mondiale, Zebra Technologies ha recentemente esaminato quasi 1.700 responsabili decisionali di tutto il mondo in un ampio spettro di segmenti retail, tra cui negozi specializzati, grandi magazzini, mercati di abbigliamento, supermercati, negozi per la casa e farmacie.

Il Retail Vision Study 2017 ha scoperto che i retailer sono disposti ad abbracciare la tecnology disruption nei loro negozi per soddisfare le esigenze dei clienti esperti e competenti di oggi. I retailer stanno cercando di creare un'esperienza di continuità con i clienti che per il 78% segnalano che è importante integrare le esperienze di e-commerce e in-store.

Ma ora, esploriamo cosa stanno facendo alcuni dei retailer high-tech in tutto il mondo per semplificare, animare e personalizzare l'esperienza del cliente.

Non sorprende che migliorare l'esperienza dei clienti sia il driver numero uno per investimenti retail in tecnologia. L'aumento continuo dello shopping online sfida i dettaglianti a fornire livelli di convenienza senza precedenti per aiutare a guidare la fedeltà dei clienti. Secondo l'US Census Bureau, il 91% di tutte le vendite al dettaglio sono ancora generate in negozi fisici, quindi questo diventa sempre più importante all'interno delle mura dei negozi.

Gli acquirenti di oggi stanno perdendo la pazienza per lunghi periodi di attesa alle casse. I retailer progettano di affrontare questa sfida investendo nei dispositivi mobili, nei chioschi e nelle tavolette per accelerare - e in alcuni casi eliminare le linee di check-out. Inoltre, espandernno le opzioni di pagamento in tutto il negozio, con l'87% di loro che distribuirà i dispositivi mobili di punto vendita (MPOS) entro il 2021. Riducendo le linee di check-out, i rivenditori possono riassegnare i colleghi degli uffici alle corsie dove potranno fornire più assistenza e aiuto e migliorare l'esperienza dei clienti.

I rivenditori hanno da tempo monitorato il viaggio nelle corsie del cliente e hanno sfruttato le intuizioni per fornire un'esperienza digitale personalizzata e contestuale. Entro il 2021, tre di quattro retailer porteranno quell'esperienza di shopping personalizzata ai negozi fisici. Per esempio, immaginate un acquirente a passeggiare oltre la sezione di gelatina con un barattolo di burro di arachidi nel suo carrello e ricevendo immediatamente una cedola per la gelatina sul suo telefono. Le tecnologie di micro-localizzazione consentono ai dettaglianti di acquisire maggiori conoscenze dei clienti con maggiore precisione.

Non solo le tecnologie intelligenti stimolano la fiducia dei clienti e spesso generano entrate, ma portano anche notevoli risparmi sui costi ai retailer. Passando dal conteggio manuale dell'inventario al monitoraggio automatizzato con tecnologia RFID, i retailer hanno registrato una riduzione di oltre il 75% dei costi del lavoro dell'inventario. La tecnologia RFID può anche ridurre il tempo impiegato dai collaboratori per monitorare gli inventari specifici e aumentare la soddisfazione del cliente.

Dal punto di vista operativo, quasi il 75% dei retailer otterrà una maggiore visibilità rispetto all'inventario e alla propria catena di fornitura grazie a una combinazione di automazione, sensori e analisi. Grazie alla maggiore visibilità del loro inventario, i retailer ridurranno inoltre la perdita di prodotto e il furto. Entro il 2021, almeno il 75% dei rivenditori intervistati prevede di investire in analisi predittive e software per la prevenzione delle perdite. Poiché le esperienze digitali continuano ad unificarsi con il mondo fisico, il Retail Vision Study ha scoperto che entro il 2021, i retailer vorranno abbracciare la tecnology disruption per sovrapporre senza difficoltà l'esperienza di shopping in-store e e-commerce.

Pat Glennon, Vice President, North America Retail and Hospitality Sales, Zebra Technologies

Maggiori Informazioni:
https://risnews.com/retailers-prepare-embrace-technological-disruption

 

Contattaci
 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi