L'IoT porta le cure al paziente corretto

<<ET Healthworld>> Una coppia di Singapore che ha appena avuto un bambino attraverso la fecondazione in vitro (IVF) è stata sconvolta quando il loro bambino è nato con una carnagione notevolmente diversa dalla loro e, su ulteriori indagini, è stato scoperto che anche il tipo di sangue della figlia era diverso. Hanno cercato un test del DNA e il risultato ha confermato la loro peggiore paura: sono stati vittime di un errore medico. Era stato utilizzato il campione genetico di un estraneo. Ulteriori indagini hanno scoperto mancanze nelle procedure ed errori umani nel momento in cui i campioni sono stati gestiti da due embriologi. Questo potrebbe accadere ovunque. 

Mentre i progressi nella medicina hanno reso molte procedure possibili per migliorare la nostra vita, gli errori umani ancora non possono essere eliminati. Qualunque errore è già troppo, specialmente se ciò porterà ad una qualità di vita più povera, o addirittura ad una fatalità.
I ricercatori del Johns Hopkins Medicine hanno scoperto che gli errori medici sono la terza principale causa di morte negli Stati Uniti. E la situazione è simile in India. Secondo uno studio del 2013 del National Accreditation Board for Hospitals & Healthcare (NABH), in India si verificano 98.000 morti ogni anno a causa di errori medici. Questi errori potenzialmente fatali variano da complicazioni chirurgiche che non vengono riconosciute a confusione di farmaci somministrati ai pazienti. Tuttavia, poiché i certificati di morte di solito non registrano errori medici, il numero reale non viene mai classificato, portando ad una grave sottovalutazione del significato del problema.

Minimizzare gli errori senza togliere il tocco umano
Mentre le strutture e gli operatori sanitari adottano procedure rigorose per evitare errori simili, c'è sempre una minima possibilità di "errore umano". Nel caso della mescolanza del DNA, gli embriologi hanno deviato dai protocolli. Gli errori connessi con i medicinali sono spesso commessi perché il personale medico soffre di affaticamenti dopo lunghi turni di lavoro, o perché distratti dalla moltitudine di compiti che devono svolgere contemporaneamente - fattori difficili da controllare. È chiaro che l'industria ha bisogno di una soluzione rapida ed efficace e che alleggerisca il carico per il personale medico.

Qui è dove l'Internet delle Cose (IoT) viene in soccorso. Nell'ambito della sanità l’IoT costruisce un mondo in cui le etichette intelligenti, come i codici a barre, i tag RFID (radio-frequency identification) e i sensori fissati agli oggetti e collegati a Internet, forniscono loro una voce digitale. I sensori e i codici a barre possono essere collegati a praticamente qualsiasi elemento - medici, pazienti, veicoli, apparecchiature e farmaci - e con questi elementi che trasmettono grandi quantità di dati, le informazioni vengono raccolte in ogni angolo dell'ospedale in tempo reale.

Tecnologia e infermieri formano una squadra migliore
Le potenziali applicazioni di IoT si trovano ovunque nell'ambiente sanitario. Soprattutto con i computer palmari che analizzano i codici a barre e le etichette RFID, i medici e gli infermieri possono portare la cura direttamente al letto del paziente. Ecco alcuni casi di uso reale che alcuni paesi stanno esplorando per migliorare la qualità della cura del paziente:

Gestione dei farmaci
: in India e in altre città dell'Asia-Pacifico, le infermiere hanno iniziato a utilizzare computer portatili per la scansione del braccialetto identificativo del paziente quando somministrano il trattamento. Questa identificazione positiva del paziente (PPID) conferma accuratamente il nome e la data di nascita del paziente, che il personale medico può verificare verbalmente; e cercare il registro medico del paziente.
I computer portatili forniscono un flusso di lavoro guidato con tutte le istruzioni per la somministrazione di farmaci, alla base dei cinque diritti della medicina, vale a dire: il paziente giusto, il farmaco giusto, la giusta dose, il percorso giusto e il momento giusto. L'infermiera può anche analizzare il codice a barre sul pacchetto del medicinale per verificare che il paziente non abbia alcuna allergia. Il computer viene quindi utilizzato per confermare che il farmaco è stato preso, con una nota creata automaticamente sul registro elettronico del paziente, incluso il farmaco, l'ora, la data e l'ID dell'infermiera.

L'ora critica: in molte emergenze mediche critiche, le tempistiche sono essenziali. Taggando il paziente con un braccialetto intelligente dotato di Bluetooth, il loro stato e il loro progresso possono essere tracciati dal momento in cui entrano dalle porte dell’ospedale fino al momento in cui entrano in chirurgia.
Per esempio, il centro medico dell'università di Leiden (LUMC) nei Paesi Bassi ha distribuito la soluzione di monitoraggio del tempo per i pazienti con infarto miocardico acuto. Il Dipartimento di Cardiologia di LUMC ha istituito la Task Force Door-To-Balloon (DTB) incentrata sul tempo ischemico nei pazienti con infarto cardiaco. DTB è il periodo cruciale da quando il paziente entra nell'ospedale fino a quando viene rimosso il blocco per ripristinare il flusso di sangue gonfiando un palloncino durante l'intervento coronarico percutaneo primario (PCI). Per ridurre il tempo di DTB, è fondamentale il monitoraggio, la valutazione e il preciso feedback dei dati in tempo reale.
Ci sono soluzioni di visibilità per consentire all'ospedale di monitorare i pazienti e fornire feedback in tempo reale sul tempo di DTB. I dati in tempo reale forniti consentono a tutti i membri del team di assistenza, inclusi cardiologi, medici ED, infermieri, personale EMS, tecnici e amministratori di concentrarsi sulla riduzione del tempo di DTB.

Flaconi sbagliati: gli infermieri possono utilizzare i computer mobili per vedere quali test sono necessari, analizzare i braccialetti dei pazienti per confermare l'ID, essere guidati attraverso il processo di raccolta del sangue e stampare etichette con barcode da apporre sul campione usando stampanti portatili.
Tutto questo avviene a bordo letto, che tutti sappiamo essere fondamentale per evitare errori. Il codice a barre garantisce che il flaconcino sia sempre identificato correttamente e che possa essere monitorato attraverso il flusso di lavoro - dal reparto, nel suo viaggio fino al laboratorio, e poi nel laboratorio stesso. Questo sistema a tenuta stagna assicura che sia un campione e un'etichetta per un paziente, mitigando le possibilità di errori che si verificano nel processo.

L'industria sanitaria affronta una miriade di sfide. I medici e gli infermieri devono dividere la loro attenzione tra il trattamento dei pazienti e la gestione di questioni amministrative. Questo modo tradizionale di fornire assistenza ai pazienti non è sostenibile. Con la tecnologia, i medici e gli infermieri che vedono ogni giorno centinaia di pazienti potranno lasciare i compiti manuali e laboriosi, liberando le proprie menti e le mani per concentrarsi sul servizio di qualità. Con l'aiuto della tecnologia IoT, il personale sanitario sarà in grado di aumentare l'efficienza, rendere l'assistenza sanitaria più personalizzata e, soprattutto, fornire trattamenti precisi e privi di errori, scavando un nuovo percorso sul vecchio modo di trattare i pazienti.

di George Pepes Healthcare Vertical Solutions Lead, Zebra Technologies Asia Pacific

Articolo tradotto da:
ET Healthworld

Contattaci
 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi