Il futuro dell'Enterprise Mobility

Nel documentario "No Maps for This Territories" del 2000, l'autore di fantascienza William Gibson commenta: "Penso che viviamo in un presente incomprensibile". Un esperto citato dal New York Times insiste sul fatto che "abbiamo raggiunto un nuovo livello in cui nessuno sa cosa succederà in futuro".

Non sono d'accordo. Il presente è comprensibile ed è possibile preparare il futuro in modo lungimirante, se ci poniamo le domande giuste.

Una delle categorie che richiedono domande più precise in riferimento al futuro è la mobilità. Il presente della mobilità è caratterizzato da molte parti in movimento ed è molto complesso, ma i modelli di base sono riconoscibili. Credo che ogni persona abbia almeno bisogno di cercare di capire il punto attuale al quale la rivoluzione mobile ci ha portato. Inoltre, credo che i manager moderni abbiano la responsabilità di pensare a lungo e duramente al dove la rivoluzione mobile ci sta portando. 

PERCHÉ LA MOBILITÀ È IMPORTANTE

La tecnologia mobile, la tecnologia di consumo più rapidamente adottata nella storia dell'umanità, ha avuto un enorme impatto economico, più di 1000 miliardi di dollari, e ha cambiato il panorama competitivo aziendale così come il modo in cui le persone vivono la loro vita quotidiana. Alcuni sostengono che le tecnologie mobili hanno cambiato quel che significa essere umani.

La mobilità presente e quella del futuro stanno ricevendo il tipo di attenzione che meritano? Noi, in quanto individui e istituzioni, poniamo le domande giuste sul futuro della mobilità?
Ecco alcuni punti importanti. 

DOMANDE SULLA TECNOLOGIA E SULLO SCOPO

Siamo passati da un mondo in cui 350 milioni di PC venivano sostituiti ogni cinque ad uno in cui circa 4 miliardi di telefoni cellulari vengono sostituiti ogni due anni. Molta attenzione si è focalizzata sulla determinazione di come sarà il futuro paesaggio dei dispositivi portatili. Lo smartphone si evolverà dallo strumento attuale, una specie di telecomando universale per la nostra vita privata, fino al dispositivo che gestisce il sistema operativo della nostra totale esistenza digitale? Lo smartphone sarà l'unico dispositivo che dovremo acquistare? Oppure lo smartphone verrà cancellato dallo tsunami degli indossabili e degli impiantabili? L'attuale paesaggio multi-dispositivo cederà il passo ad un mondo privo di device e abilitato all'internet delle cose, formato dall'ubiquitous computing in cui l'accesso ai servizi sarà consentito grazie ad un comando vocale o un'azione determinata algoritmicamente per conto nostro?

Queste sono le domande su cui tendono a concentrarsi gli analisti delle ricerche di mercato, i progettisti di prodotti, i venture capitalist e gli stock picker.

La domanda che gli scienziati sociali si pongono di fronte a tutto questa esponenziale innovazione tecnologica è: a che scopo è diretto tutto questo? Quali risultati rende possibile l'utilizzo della tecnologia mobile? Tutta questa tecnologia facilita gli esseri umani a realizzare il nostro vero potenziale individuale?

DOMANDE FORMATIVE

Gli esseri umani forse non sono l'unica specie che utilizza gli strumenti - o addirittura li crea - ma siamo molto intensivi. La domanda è: siamo abbastanza attrezzati? Il fuoco è uno strumento potente. Utilizzato in modo appropriato, può cuocere carne e tenere lontano il freddo invernale. Usato male, può bruciarci la casa. Lo stesso vale per quasi tutti gli strumenti tecnologici. Possono essere usati per fare del bene o del male. Un CIO di un'azienda facente parte delle Fortune 500 ha detto che nelle mani di un falegname ben addestrato, gli utensili sono in grado di creare case e mobili di grande bellezza. Nelle sue mani, creano solo viaggi verso il pronto soccorso. La nostra economia spende miliardi - forse migliaia di miliardi - per sviluppare strumenti. Stiamo spendendo abbastanza per formare e istruire i lavoratori e i cittadini sull'uso appropriato di questi strumenti? 

DOMANDE SULLA RESPONSABILITÀ
 

L'uso della telefonia mobile in futuro sarà regolamentato? Dovrebbe essere così? Per guidare un'automobile legalmente, i cittadini devono sostenere un test di guida. È del tutto improbabile che, in futuro, ad un certo punto, un cittadino possa essere costretto a sottoporsi ad un test di mobilità prima di poter accedere all'infrastruttura di comunicazione pubblica? Ci saranno multe se si sbaglia qualcosa di legato alla mobilità (poiché ci sono multe per cattive abitudini di guida)?

Lo smartphone è più potente dei primi supercomputer e sempre più accessibile. Mettiamo quotidianamente questi dispositivi nelle mani di bambini di 10 anni. In futuro, in un certo qual modo, riusciremo a regolare l'età in cui un individuo potrà possedere un dispositivo mobile (similmente a come avviene con l'età per l'alcol)?

I dati empirici indicano che un sottoinsieme della popolazione di utenti non si occupa adeguatamente di questi potenti dispositivi. Circa il 5% degli smartphone in America viene perso ogni anno, facendo sprecare circa 30 miliardi di dollari. 

Henry David Thoreau una volta ha commentato: "Gli uomini sono diventati gli strumenti dei loro strumenti". Gli antropologi, i futuristi e ora i professionisti della salute mentale stanno ora avendo conversazioni sulla misura in cui i dispositivi digitali sono diventati strumenti di schiavitù digitale o impegno digitale. In Cyber Junkie e Escape the Gaming and Internet Trap, l'autore Kevin Roberts descrive la dipendenza cibernetica.

La potenza e l'economicità degli strumenti digitali stanno aumentando a un ritmo molto superiore alla nostra creazione di linee guida per il loro utilizzo sicuro e produttivo. Siamo noi a capo dei nostri strumenti, o i nostri strumenti sono a capo di noi? 

COME POTREBBE ESSERE IL FUTURO DELLA MOBILITÀ?

Il futuro della mobilità è molto più grande della questione su quali caratteristiche e funzioni avrà il prossimo smartphone. La mobilità sarà un modo di pensare, non una dimensione del display o uno stack tecnologico specifico.

Michael Schrage (ricercatore del MIT e autore di "The Innovator's Hypothesis") presenta una visione plausibile del futuro. Combinando la totalità dei dati quantificati, di sorveglianza, della geolocalizzazione e dei social media con l'analisi avanzata, si arriva alla possibilità che lui chiama " selvesware". Schrage immagine che questo selvesware possa assumere il ruolo di un allenatore per la leadership perennemente presente, che fornisce consigli in tempo reale sul comportamento dei dirigenti (ovvero, quando dire qualcosa, quando rimanere in silenzio, cosa dire, come dirlo e a chi dirlo). Immaginate di avere ogni libro di leadership che avete mai letto inserito in un software orientato all'azione che guiderà le vostre azioni. Michael crede che il risultato finale potrebbe essere una versione più produttiva di noi stessi

Contattaci
 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2020. All rights reserved

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi