Android guadagna sempre più quote

James Pemberton, director of global ISV and developer strategy di Zebra Technologies, risponde ad alcune domande di DevPro Journal per quel che riguarda lo scenario presente e futuro dei sistemi operativi in ambito aziendale. Come sappiamo, dal 10 giugno di quest'anno Windows Embedded CE 6.0 non è più supportato, e sarà seguito da Windows Embedded 8.1 Handheld il 9 giugno 2019 e da Windows Embedded Handheld 6.5 il 14 gennaio 2020.
Cosa dobbiamo aspettarci da questa situazione? In che modo e perchè Android sta guadagnando sempre più quote di mercato enterprise?

Il supporto per Windows Embedded CE 6.0 è appena terminato, il 10 giugno 2018, e quello per Windows Embedded Handheld 8.1 terminerà il 9 giugno 2019, seguito da Windows Embedded Handheld 6.5 il 14 gennaio 2020. DevPro Journal ha chiesto a James Pemberton, director of global ISV and developer strategy di Zebra Technologies, di fornire informazioni sull'impatto che questa End-of-Service sta avendo sul settore e sulle opportunità che sta creando per gli ISV (Independent Software Vendor).

Può descrivere brevemente la situazione che sta creando la fine del supporto per Windows Embedded e Windows CE e le dimensioni del mercato che dovrà passare ad un nuovo sistema operativo?

James Pemberton: Windows Embedded e Windows CE sono stati i sistemi operativi dominanti nel mercato enterprise per molti anni, a parte un periodo relativamente breve in cui era presente anche Palm OS. Dato che i computer mobili di classe enterprise sono costruiti per durare per molti anni, questo significa semplicemente che c'è un'enorme quantità di dispositivi installati là fuori. Secondo VDC, si stima che tra il 2012 e il 2016 siano stati venduti in tutto il mondo 16 milioni di palmari rugged.

Quali sono le principali sfide che la transizione verso un nuovo sistema operativo creerà per i produttori, i magazzini e il settore dell'assistenza sul campo?

James Pemberton: Con la fine del supporto esteso da parte di Microsoft, c'è stata una certa quantità di doom-mongering, simile allo scenario del 2000, che implica che i vecchi dispositivi in esecuzione sul sistema operativo Microsoft OS potrebbe improvvisamente smettere di funzionare. Tuttavia, uno scenario più accurato sarebbe che i clienti aziendali che ancora utilizzano questi dispositivi più vecchi dopo la fine del supporto esteso saranno più inclini ad un attacco se un problema di sicurezza rivolto a questi dispositivi viene sviluppato e identificato. Ciò è più probabile nel settore dei servizi sul campo, dove i dispositivi sono esposti alla connettività WAN esterna.

La buona notizia è che la maggior parte delle applicazioni basate su campo sono già migrate a dispositivi basati su Android, in quanto l'unità per le interfacce utente di tipo consumer (UI) ha spinto questo cambiamento. Negli ambienti di produzione e di magazzino, il rischio per la sicurezza è minore, in quanto molti di questi sistemi sono su reti chiuse dietro firewall, senza connettività esterna. Tuttavia, questo non li rende necessariamente immuni. Una sfida primaria per i reparti IT sarà il budget e la tempistica in quanto ci sono implicazioni significative data l'enorme quantità di lavoro necessario per prepararsi per la migrazione del sistema operativo. Questo include un aggiornamento hardware e software applicativo che comporta un sacco di lavoro sul sistema di back-end che guida l'applicazione front-end. Inoltre, ci sarà bisogno di una ricostruzione sulle personalizzazioni per l'applicazione originale e l'integrazione. Ci si possono aspettare anche sfide operative, in quanto un nuovo dispositivo e un'applicazione potrebbero richiedere la riqualificazione della forza lavoro.

Vedete la maggior parte delle aziende che scelgono di migrare verso Android? Perché?

James Pemberton: Alcune aziende in mercati specifici utilizzano dispositivi basati su iOS per la loro estetica elegante. Tuttavia, la maggior parte delle aziende ha preso atto dei significativi vantaggi che Android apporta all'azienda, in particolare in aree chiave come la sicurezza e la gestibilità. Di conseguenza, le aziende di diversi settori si stanno rivolgendo sempre più ad Android come sistema operativo preferito.

Ciò sta creando opportunità per gli ISV?

James Pemberton: Assolutamente, i clienti che prendono in considerazione la possibilità di aggiornare un dispositivo creano un'opportunità per gli ISV già presenti o futuri di aggiornare il software nello stesso ciclo.

Quali consigli offre agli ISV che lavorano con le aziende che stanno passando a un nuovo sistema operativo?

James Pemberton: È molto probabile che sui vecchi dispositivi WinEmbedded e WinCE l'applicazione legacy avrà funzionalità limitate e altrettanto "vintage" in termini di funzioni e interfaccia utente. In questo caso, un ISV dovrebbe presentare i vantaggi chiave di una moderna interfaccia utente basata su Android, come come una migliorata facilità d'uso e la necessità minima richiesta per la formazione del personale, insieme a nuove funzionalità in grado di migliorare notevolmente i flussi di lavoro. Questo aiuta a presentare un ROI convincente per l'aggiornamento totale di hardware e software.

Articolo tradotto da:
DevPro Journal

Topic:
Zebra TechnologiesAndroid

Contattaci
 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2021. All rights reserved

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi