Briciole di pane


13 Novembre 2020

Tendenze logistiche sulla scia della pandemia

È imperativo saper soddisfare la domanda e le aspettative dei consumatori e allo stesso tempo stare al passo con la concorrenza. Ciò richiederà agli operatori di magazzino di prendere decisioni rapide e informate.

Mentre l’attuale pandemia ha colpito duramente molte aziende, altre hanno registrato una forte crescita, poiché le restrizioni applicate ai modelli di acquisto pre-COVID 19 hanno accelerato la crescita dell'e-commerce. Secondo il Digital Economy Index (DEI), le vendite online tra aprile e maggio 2020 hanno superato del 7% il normale periodo di boom delle vendite di novembre e dicembre 2019. Gli operatori di magazzino hanno sperimentato ogni giorno l'equivalente del periodo natalizio.

Questi livelli eccezionali di domanda hanno portato a un aumento delle assunzioni. Prima della pandemia, il Warehouse Vision Study di Zebra del 2024 aveva rivelato che il reclutamento era una sfida significativa per il 60% degli operatori di magazzino. L'isolamento e la schermatura esasperano questa situazione. Anche se è disponibile nuovo personale, il miglioramento della produttività e dei flussi di lavoro all'interno delle operazioni di magazzino non si risolve semplicemente aggiungendo più persone.

I nostri clienti ci dicono che la ragione di questo è che in un magazzino medio l'aggiornamento del nuovo personale, in modo che possa operare con la stessa efficienza del personale stabilito, richiede quattro settimane e mezzo. Si tratta di un'enorme perdita di risorse. I tipici periodi di lavoro intenso possono durare tre mesi, e il personale extra assunto per affrontare questi picchi potrebbe non essere in grado di lavorare efficacemente per un terzo di quel tempo.

Macchine del tempo

Uno dei motivi per cui l'inserimento di nuovi dipendenti richiede così tanto tempo è spesso legato alla tecnologia dell'infrastruttura e ai dispositivi utilizzati all'interno del magazzino. Il personale naviga i sistemi di emulazione dei terminali su schermi verdi “vecchio stile”, lavorando attraverso menu complessi e processi ingombranti e stancanti. Per i giovani lavoratori che sono cresciuti in un mondo di tecnologia “friendly” e avanzata, potrebbe sembrare che abbiano fatto un passo indietro nel tempo di due decenni quando entrano nell'ambiente del magazzino.
 
La tecnologia può essere d'aiuto in questo caso. Le soluzioni di magazzino si sono sviluppate rapidamente da quando la maggior parte dei proprietari di magazzini ha adottato inizialmente processi digitali, come le prime applicazioni WMS (Warehouse Management System). I gestori di magazzino che si modernizzano ora faranno un salto nel tempo attraverso diverse generazioni di esperienza dell'utente e di evoluzione tecnologica.
 
I dispositivi più recenti possono riunire applicazioni touchscreen, realtà aumentata (AR), indossabilità, design moderno con interfaccia touch, connettività wireless, comandi vocali e altro ancora. Possono sovrapporre i processi con un WMS già esistente, apportando comfort ed efficienze moderne, senza richiedere la sostituzione degli investimenti attuali.
 
Questo tipo di tecnologia rivoluziona i posti di lavoro e aumenta le capacità dei lavoratori di guidare la precisione e l'efficienza oltre i normali livelli umani di raggiungimento. Un heads-up display per la realtà aumentata, dalle dimensioni estremamente ridotte, può essere agganciato ai normali occhiali industriali, aiutando il lavoratore in ogni processo. Una volta guidati verso il set di scaffali corretto, il codice colore può poi localizzarli sul singolo scaffale.
 
I dispositivi di acquisizione dati (con scanner di codici a barre 2D) possono ora essere montati su un anello, in modo che le mani dei lavoratori siano libere di scegliere e scansionare comodamente l'articolo allo stesso tempo. Inoltre, l’heads-up display comprende anche l'orientamento dei lavoratori, così quando si girano verso il carrello, può dire loro in quale scomparto collocare gli articoli prelevati, evitando un ulteriore riordino quando il carrello raggiunge la fase successiva del suo viaggio.

Impatto umano

Tale tecnologia può migliorare la produttività del magazzino, ridurre gli errori e risparmiare tempo. I test sul campo dei nostri clienti mostrano un aumento medio di oltre il 20% delle attività completate nel corso di una giornata.
 
Un'importante aggiunta a ciò è che la tecnologia più moderna riduce il tempo di formazione necessario per far lavorare i nuovi operatori di magazzino. Secondo la nostra esperienza, una quantità crescente di queste nuove implementazioni di software e soluzioni viene eseguita sul sistema operativo Android™, ben noto a molte persone per il suo utilizzo nei telefoni cellulari e specificamente progettato per l'esperienza dell'utente negli ambienti di lavoro. Grazie alle familiari interfacce touch-screen, i nuovi operatori possono padroneggiare rapidamente le applicazioni WMS esattamente come fanno già sul loro smartphone personale.

L'essere dotati di questa tecnologia e di dispositivi creati ad hoc fa una reale differenza per la percezione che i lavoratori hanno del loro status professionale: aumenta l'autostima e aumenta la fidelizzazione.

Viaggio di trasformazione tecnologica

Abbiamo notato una maggiore adozione e richiesta di questo tipo di tecnologie per il magazzino durante la pandemia. Questo periodo ha accelerato drasticamente la trasformazione digitale in ogni settore. Questa trasformazione continuerà man mano che gli operatori di magazzino e le imprese logistiche comprenderanno l'importanza di prepararsi a una potenziale seconda ondata della pandemia.
 
Questo viaggio tecnologico ha diverse fasi, con ogni proprietario/operatore di magazzino al proprio livello e che sta cercando di andare avanti. La prima fase è tipicamente incentrata sulla scansione - magari per registrare le merci in entrata e in uscita. Utile - e molto meglio che digitare numeri in un'applicazione - ma non realmente integrato nell'intero business.
 
A mio parere, la seconda fase migliora queste operazioni, magari includendo il picking vocale, i dispositivi heads-up display e l'integrazione centrale della tecnologia con il WMS.
 
Per la terza fase, i sensori vengono integrati nell'infrastruttura del magazzino, con i tag RFID. Questo automatizza efficacemente il processo di scansione e fornisce un salto di qualità in termini di precisione ed efficienza.
 
La quarta fase prevede, in parte, l'introduzione di robot, o almeno, di flussi di lavoro e processi automatizzati. Si tratta di rispondere al meglio alla guida e al processo decisionale della prossima mossa da compiere.
 
Nella maggior parte dei casi, vediamo co-bot, robot che agiscono in collaborazione con i lavoratori umani. L'introduzione di veicoli a guida autonoma, ad esempio, potrebbe eliminare i 12-18 chilometri di marcia intrapresi oggi dai tipici lavoratori del magazzino, che invece potrebbero essere assegnati ad una serie di corsie dove rimangono fermi, mentre i veicoli autonomi trasportano le merci da e per le baie di carico. Ci sono casi di studio di robot per il prelievo che sostituiscono i lavoratori umani. Per la maggior parte dei magazzini questo rimane impraticabile, in quanto i robot non sono esperti nel picking di piccoli pezzi e sono molto carenti nelle procedure di logistica inversa (resi). Crediamo che gli esseri umani rimarranno parte integrante delle operazioni nella maggior parte dei magazzini ancora per molto tempo.
 
La quinta fase finale, che è la più avanzata per le operazioni di magazzino, integra l'automazione intelligente e l'analisi dei dati, per aiutare a prevedere e adattarsi alle prestazioni quotidiane.

Qualunque sia la fase raggiunta dai proprietari e dagli operatori di questo viaggio, il tempo è certamente essenziale quando si tratta della loro prossima mossa. Le condizioni per una rapida adozione sono qui e la tecnologia esiste già. È imperativo tenere il passo con la domanda e le aspettative dei consumatori e del commercio e allo stesso tempo stare al passo con la concorrenza. Ciò richiederà agli operatori di magazzino di prendere decisioni rapide e informate.

di Daniel Dombach, EMEA Industry Solutions Director, Zebra Technologies.

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2020. All rights reserved

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi