Briciole di pane


17 Novembre 2020

Le aziende T&L perdono clienti se la tecnologia di consegna dell'ultimo miglio è obsoleta

Secondo un nuovo report condotto da SOTI, metà (49%) delle aziende T&L concordano sul fatto che la loro organizzazione ha una tecnologia obsoleta e più di un terzo (37%) ritiene che ciò abbia impedito loro di aiutare sufficientemente la propria organizzazione durante la pandemia da COVID-19.

Le aziende di trasporto e logistica (T&L) stanno perdendo clienti e l'opportunità di espandere il loro business a causa dell'obsoleta tecnologia di consegna dell'ultimo miglio, secondo un nuovo rapporto di ricerca globale condotto da SOTI, che esamina le sfide tecnologiche che le aziende T&L di oggi stanno affrontando.

Nonostante il settore T&L abbia a che fare con una domanda senza pari e con rigide misure di distanziamento sociale, il rapporto ha scoperto che quasi la metà (49%) di tutte le aziende di trasporto e logistica a livello globale concordano che la loro organizzazione dispone di una tecnologia obsoleta, salendo al 56% di tutte le grandi organizzazioni (quelle con 5.000-10.000 dipendenti in tutto il mondo).

The Last Mile Sprint: State of Mobility in Transportation and Logistics”, commissionato da SOTI, ha intervistato 450 responsabili IT del settore T&L negli Stati Uniti, in Canada, Regno Unito, Germania, Svezia e Australia, per valutare le loro opinioni e comprendere le tendenze e le soluzioni che li stanno guidando.

La tecnologia obsoleta fa perdere clienti

La metà (50%) di tutti i dirigenti T&L a livello globale, le cui organizzazioni utilizzano tecnologie obsolete, ritiene che per questo motivo perderà clienti o che ne ha già persi. Mentre quasi un terzo (30%) di tutto il senior management attribuisce direttamente all'utilizzo di tecnologie obsolete il fatto di essere in ritardo rispetto alla concorrenza.

Si stanno perdendo opportunità

Questa tecnologia obsoleta sta influenzando anche la capacità delle aziende T&L di espandersi e/o di rispondere alle sfide del clima attuale. Più di un terzo (37%) di tutte le aziende a livello globale, con una tecnologia obsoleta, ha affermato che la tecnologia legacy ha impedito loro un sufficiente upscaling durante la crisi da COVID-19, mentre il 36% di tutte le aziende a livello globale ha concordato che la loro organizzazione avrebbe tratto beneficio dall'aver migliorato il supporto in tempo reale per i dispositivi mobili durante i periodi di crisi.

La strategia "Mobile-first" è la soluzione

Adottando una strategia mobile-first, le aziende T&L possono acquisire visibilità sugli aspetti critici della loro supply chain e sfruttare il processo decisionale in tempo reale per migliorare la produttività della forza lavoro e creare esperienze migliori e più reattive. Il 29% di tutti i dirigenti senior ha affermato che l'introduzione o la crescita di una strategia mobile-first è la loro attuale priorità per far progredire il loro business.

"Nell'odierno settore T&L in rapida evoluzione, le aziende devono adattare le loro catene di fornitura con la tecnologia mobile per contribuire a semplificare i flussi di lavoro e migliorare l'efficienza delle loro operazioni. Non farlo potrebbe avere un effetto devastante sul loro business, specialmente ora che le consegne veloci e tracciabili non sono più un ‘plus da avere', ma un'aspettativa del cliente", afferma Todd Greenwald, General Manager, Heartland Computers, Inc.

Nel frattempo, due terzi (65%) di tutti gli intervistati hanno concordato che la loro organizzazione avrebbe beneficiato o ha già beneficiato di una strategia efficace di mobile-first per la consegna dell'ultimo miglio. Più della metà (58%) di tutti gli intervistati, che hanno già una strategia "mobile-first" per la consegna dell'ultimo miglio, concordano sul fatto che sia efficace e che abbia ridotto i loro costi operativi.

Shash Anand, Vice Presidente di Product Strategy, SOTI, commenta: "La pandemia da COVID-19 ha intensificato il rapido passaggio dalla vendita al dettaglio nei negozi fisici all'e-commerce, e la posta in gioco non è mai stata così alta. Poiché i consumatori si rivolgono sempre più ai rivenditori online per soddisfare le loro esigenze di acquisto, la spedizione veloce non è più un lusso - è un'aspettativa. Le aziende T&L stanno rimanendo indietro con la tecnologia obsoleta, soprattutto per quanto riguarda la consegna dell'ultimo miglio, e ciò comporta la perdita di clienti e la perdita di opportunità".

"Implementando una solida strategia mobile-first, le aziende non solo saranno in grado di fornire migliori esperienze ai clienti, ma aumenteranno la velocità, minimizzeranno i costi, assicureranno la trasparenza nel canale di consegna per il cliente ed elimineranno la concorrenza. Dotare il personale di T&L delle più moderne tecnologie e disporre di una piattaforma integrata di gestione della mobilità e dell'Internet of Things non è solo una potente strategia di fidelizzazione dei clienti, ma anche un'efficace strategia operativa".

Per scaricare “The Last Mile Sprint: State of Mobility in Transportation and Logistics”, clicca qui.

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2020. All rights reserved

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi