Briciole di pane


17 Marzo 2021

RFID, Analisi Prescrittiva e Computer Vision per smascherare furti e differenze inventariali.

Con azioni criminali che diventano sempre più sofisticate, i retailer devono ripensare le loro strategie di protezione delle risorse e di prevenzione delle perdite - e in particolare il loro utilizzo della tecnologia. Come molti hanno imparato negli ultimi mesi, le etichette RFID sono il modo migliore per tagliare fuori i criminali al passo, sia che stiano cercando di uscire con un articolo o di restituire fraudolentemente l'inventario rubato. Tuttavia, il modo migliore per mitigare e perseguire tutte le perdite è quello di implementare una soluzione RFID insieme ad analisi prescrittiva, telecamere, automazione intelligente e altre tecnologie di bordo.

Nonostante i milioni di dollari investiti per bloccare i taccheggiatori, il crimine organizzato al dettaglio (ORC) e i cattivi dipendenti interni, miliardi di dollari di inventario stanno scomparendo dagli scaffali. Secondo la National Retail Federation (NRF), il tasso di differenze inventariali è balzato a un massimo storico nell'anno fiscale 2019, rappresentando l'1,62% della linea di fondo di un retailer. Circa sette su 10 hanno riportato un tasso di differenze inventariali dell'1% o superiore, rispetto a poco più della metà nell'anno fiscale 2018. Quasi il doppio ha riportato un tasso di differenze inventariali del 3% o superiore. Questo equivale a più di 61,7 miliardi di dollari di perdite in tutto il settore - e questo prima della pandemia. Anche se ci vorranno ancora alcuni mesi prima di avere i numeri ufficiali, i retailer che hanno iniziato a tornare alle normali operazioni in negozio affermano che le perdite si stanno intensificando. L'ORC e i furti dei dipendenti stanno portando a notevoli differenze inventariali, mentre le truffe dell'e-commerce e le frodi sui resi stanno colpendo duramente i retailer dal punto di vista finanziario. Secondo uno studio del 2020 condotto da NRF, il 75% dei dirigenti della prevenzione delle perdite (LP) di una sezione trasversale di aziende di vendita al dettaglio di grandi e medie dimensioni ha affermato che l'attività ORC è aumentata nei 12 mesi precedenti, e le perdite sono in media 719.548 dollari per 1 miliardo di dollari di vendite. Questo rappresenta un aumento del 2% dal 2019 e il quinto anno di fila in cui la cifra ha superato i 700.000 dollari. (Per la prospettiva, le perdite sono state in media di 453.940 dollari nel 2015).

I RETAILER NON SEMPRE SANNO COSAVIENE PERSO O PERCHÉ MANCA QUALCOSA
Anche se i furti tradizionali e le truffe stanno ancora dilagando, i retailer dicono che più persone stanno tentando di restituire la merce rubata per il credito del negozio, che di solito viene emesso sotto forma di carte regalo che vengono poi vendute in contanti. In effetti, un retailer globale di abbigliamento ha appena riferito che l'80% delle sue transazioni di ritorno sono completate senza che il cliente presenti una ricevuta a causa della sua politica di ritorno molto flessibile. Ecco perché ha cercato dei modi in cui la tecnologia può essere usata per rintracciare e confermare l'origine del prodotto. A meno che il retailer non possa dire con assoluta certezza che l'articolo restituito non è stato acquistato in nessuno dei suoi negozi, le forze dell'ordine sono limitate nella loro capacità di indagare e perseguire i casi di sospetta frode. Naturalmente, alcune differenze inventariali possono essere attribuite a sviste durante la ricezione e la segnalazione, specialmente in questo momento. Tutti si stanno muovendo velocemente per rifornire gli scaffali, e i prodotti vengono portati direttamente dalla banchina di carico al piano del negozio a un ritmo più alto del normale. Gli errori dei fornitori e gli ammanchi nelle consegne non vengono colti prima che i pallet vengano ventilati e i singoli articoli messi a dimora, quindi i retailer partono con un deficit. E c'è sempre la possibilità che "l'inventario mancante" sia dovuto a un'errata segnalazione da parte degli associati del negozio. Secondo un rapporto della NRF, circa il 20% delle differenze inventariali è dovuto a errori amministrativi. In alcuni casi, i collaboratori tolgono dall'inventario la merce danneggiata come dovrebbero, ma non riescono a codificarla correttamente nel sistema. In altri casi, i prezzi degli articoli non vengono aggiornati correttamente sull'etichetta dello scaffale quando finiscono i periodi di sconto promozionale, costringendo cassieri e manager a sovrascrivere il prezzo corrente (pieno) alla cassa per far felici i clienti e chiudere le vendite. Onorare uno sconto di $.50 un giorno in più può non sembrare un grosso problema in un'industria multimiliardaria, ma questi piccoli problemi possono portare a grandi perdite. Fortunatamente, le perdite amministrative sono tra le più facili da mitigare. La formazione mirata e la reingegnerizzazione dei processi possono aiutare i collaboratori a diventare più diligenti nel completare ogni fase dei flussi di lavoro di ricezione, ispezione, controllo qualità, reporting e gestione degli scaffali. E un maggiore utilizzo della mobilità aziendale e degli strumenti di automazione può aiutare a migliorare l'accuratezza dei compiti durante i periodi di picco della domanda, quando i collaboratori devono muoversi velocemente e furiosamente per riempire gli ordini online, rifornire gli scaffali dei negozi e impedire che si formino lunghe code alla cassa. Ma catturare atti intenzionali di furto o frode mentre sono in corso si è dimostrato un compito quasi impossibile.

IL TEMPO NON È DALLA PARTE DEI RETAILER. ECCO PERCHÉ È IL MOMENTO DI GUARDARE PIÙ DA VICINO GLI STRUMENTI TECNOLOGICI AVANZATI.
La maggior parte dei retailer sono veloci a reagire quando vengono identificati furti o frodi. Tuttavia, ammettono che scoprire tali problemi è stato storicamente un processo lento. La mancanza di visibilità delle risorse "in tempo reale" rende difficile sapere se un articolo mancante è stato semplicemente smarrito o se è uscito, anche se c'è un modo per restringere rapidamente l'origine di certe perdite (cioè il reparto o la corsia di cassa). Spesso sono necessarie ulteriori indagini per vedere se le azioni che portano a discrepanze nell'inventario e nel sistema contabile sono accidentali o intenzionali. Per esempio, il cassiere ha sbagliato a digitare lo SKU per i prodotti o si è fidato del fatto che il cliente ha pesato correttamente gli articoli imbustati da solo dai cassonetti? O il cassiere ha intenzionalmente addebitato il prezzo più basso non biologico per un prodotto biologico per aiutare un amico? Errori onesti come l'inserimento errato dei prezzi e le scansioni errate accadono, ma è difficile confermare le intenzioni basandosi solo sui dati del sistema. E non si può essere completamente certi che sia un dipendente o un consumatore a rubare la merce da un camion o da uno scaffale, a meno che non lo si veda accadere. Questo mette i retailer in una posizione difficile. Nessuno vuole accusare un prezioso membro del team o un cliente di furto o frode senza prove. Eppure, le prove non sempre conducono i team di LP verso l'individuo o gli individui giusti - almeno non subito. Gli schemi generati tramite il sistema di analisi prescrittiva possono aiutare a individuare quasi istantaneamente le potenziali frodi dei dipendenti, specialmente nel punto di vendita (POS). A meno che gli investigatori non abbiano ricevuto una soffiata su un particolare individuo o gruppo in altri episodi di frode e furto, può essere necessario molto tempo - stiamo parlando di diverse ore di revisione video seguite da settimane di interviste - per identificare con sicurezza e accusare il giusto sospetto.

Nel frattempo, l'inventario, il lavoro e le perdite finanziarie continuano a sommarsi:
- Gli associati che potrebbero assistere in attività che generano entrate, come l'evasione degli ordini e il rifornimento degli scaffali, finiscono per perdere tempo a cercare l'inventario mancante che risulta in magazzino nel sistema, spesso senza risultato.
- I clienti che vanno via a piedi o in macchina a mani vuote perché un articolo "in magazzino" non può essere localizzato, potrebbero non tornare in futuro.
- I team di protezione dei beni possono trovarsi a inseguire le piste sbagliate o a seguire il "sospetto" sbagliato in negozio, a causa della loro mancanza di visibilità operativa storica o in tempo reale.
- Ecco perché sempre più retailer stanno studiando i modi in cui le tecnologie avanzate come l'identificazione a radiofrequenza (RFID) possono migliorare la tracciabilità dell'inventario per aiutare a snellire le indagini sugli incidenti e, si spera, prevenire le perdite criminali.

CI VUOLE BEN ALTRO CHE LE TELECAMERE PER FERMARE GLI SCIOPERI E CHIUDERE LE RETI DEL CRIMINE ORGANIZZATO AL DETTAGLIO (ORC)
Le squadre della LP non possono essere in tutti i posti contemporaneamente, e anche i migliori sistemi di telecamere hanno dei punti ciechi. Anche gli allarmi cablati sulla merce di alto valore non sono a prova di errore, soprattutto perché la merce di alto valore non è sempre quella con il più alto tasso di differenze inventariali. Per esempio, i retailer possono vedere più ombrelli del solito uscire da un negozio durante un evento di pioggia torrenziale. Questi non sono articoli che normalmente verrebbero etichettati ma, in questo caso, dovrebbero esserlo, almeno temporaneamente.

I sistemi RFID sopraelevati come Zebra SmartLens® avvisano automaticamente e in tempo reale i team di protezione delle risorse (AP) su ciò che sta accadendo nei punti chiave di perdita:
- Alla banchina di ricevimento - Se l'inventario è dotato di etichette RFID, saprete non appena ogni pallet varca la soglia delle vostre porte di banchina se il conteggio delle consegne è corretto in base al vostro ordine. Il sistema RFID leggerà e conterà automaticamente le etichette in modo che gli associati non debbano preoccuparsi di effettuare un conteggio manuale - e voi non dovete preoccuparvi che si dimentichino di contare. I dati possono poi essere convalidati rispetto alla fattura della merce tramite la soluzione di analisi prescrittiva per aiutare a identificare gli ammanchi di spedizione o confermare che tutti gli articoli erano nel vostro negozio in un certo momento.
- Sul pavimento e a tutte le porte: Se un articolo sparisce dal magazzino o da uno scaffale, lo si saprà. I lettori RFID situati in tutti i punti di entrata e di uscita - sia nella parte anteriore che in quella posteriore del negozio - leggeranno gli articoli etichettati e invieranno i dati al sistema SmartLens. SmartLens verificherà quindi se l'articolo è stato acquistato o altrimenti autorizzato a lasciare il negozio e  avviserà se il POS è stato bypassato e se è necessario indagare sul furto. Se un articolo registrato come di alto valore o ad alto tasso di differenze inventariali inizia a muoversi all'interno delle quattro mura, il sistema può allertare il vostro team LP in modo che possa monitorare i movimenti dell'articolo e intervenire se qualcuno tenta di uscire con l'articolo. Infatti, alcuni clienti riferiscono che la visibilità del loro bypass POS è aumentata fino al 96% dall'implementazione di SmartLens.
- Al registro: L'analitica prescrittiva può lavorare in tandem con SmartLens per identificare potenziali eventi di frode, tra cui scansioni errate intenzionali, scambi di etichette e bypass del POS.
- Al banco dei resi: Se il team LP non è disponibile a intervenire mentre è in corso un furto e un articolo esce dalla porta, il rischio che venga restituito in modo fraudolento si riduce notevolmente. A differenza della tipica etichetta di prodotto con solo codice a barre, che può identificare solo lo SKU o la categoria di un articolo, un'etichetta RFID contiene dati unici sull'articolo che non possono essere duplicati. Questo include la storia di acquisto dell'articolo. Se qualcuno cerca di restituire un paio di jeans rubati, per esempio, una semplice scansione di un'etichetta RFID avviserà il socio, che potrà chiamare il team AP. Il team AP sarà in grado di identificare in pochi secondi o minuti il negozio da cui l'articolo è stato rubato, così come l'ora esatta in cui l'articolo ha lasciato il negozio. I filmati possono poi essere estratti per vedere se la persona che restituisce l'articolo è la stessa che lo ha rubato o se si tratta di un complice. In effetti, un cliente di Zebra che sta utilizzando SmartLens nei suoi negozi afferma che il tasso di produttività del suo team AP è 8 volte superiore a quello che aveva prima di implementare la soluzione tecnologica, perché ora dispone di dati e visibilità più precisi su come è stata eseguita l'attività criminale. È stato anche in grado di tracciare più efficacemente i movimenti e le tendenze delle reti di furti organizzati, a vantaggio di tutti i rivenditori.

Quando vengono usate insieme all'analisi prescrittiva, le soluzioni RFID track and trace possono anche aiutare a:
- Identificare più rapidamente i modelli e i trasgressori ripetuti - Le prove raccolte tramite i sistemi tecnologici aiutano a rafforzare i casi dei rivenditori quando collaborano con le forze dell'ordine per interrompere l'ORC. Infatti, SmartLens dispone di una tecnologia brevettata che permette ai retailer di ripercorrere completamente gli eventi di differenze inventariali. I team AP/LP possono accedere per capire quando, dove e come un furto è stato iniziato all'interno del negozio e il percorso che è stato fatto mentre il sospetto e (eventualmente) l'articolo si spostavano attraverso il negozio - fino all'uscita del negozio inclusa.
- Informare la politica e i cambiamenti di processo - Poiché SmartLens fornisce i punti di dati necessari per ripercorrere gli eventi di furto, i retailer possono facilmente recuperare i filmati per studiare visivamente il crimine. Una volta che capiscono come i furti e le frodi avvengono tra le loro quattro mura, diventa più facile sviluppare ed eseguire strategie offensive e difensive. Per esempio, il retailer di abbigliamento che stava lottando con le frodi sui resi sta ora riesaminando le sue politiche sui resi e guidando il cambiamento sulla base dei dati forniti dal sistema SmartLens negli ultimi mesi. Sta anche creando nuovi processi antifurto basati su modelli di taccheggio identificati, alcuni dei quali rendono più facile per gli associati interrompere gli atti di frode e furto.
- Risolvere i problemi di differenze inventariali amministrative nel punto in cui si verificano - Ci sono una serie di errori di inserimento dei dati e sviste nel flusso di lavoro che possono portare a discrepanze tra l'inventario dello scaffale e i conteggi del sistema back-end. SmartLens e l'analitica prescrittiva sono solo altre due fonti di dati e strumenti di riconoscimento del comportamento a cui i retailer possono attingere quando cercano delle risposte. 
Ridurre gli sprechi nei flussi di lavoro della protezione dei beni - Questa tecnologia elimina la necessità per i lavoratori di condurre conteggi giornalieri di articoli di alto valore e/o ad alto rischio. Consente inoltre ai team AP di aprire un nuovo registro dei casi in meno di 10 minuti, cosa che prima richiedeva più di un'ora, secondo il feedback ricevuto dai clienti.

QUELLO CHE VOGLIO CHE VI LASCIATE ALLE SPALLE
Poiché sempre più persone iniziano ad andare e venire dai negozi e i criminali diventano più sofisticati, i retailer devono ripensare le loro strategie di protezione delle risorse e di prevenzione delle perdite - e in particolare il loro utilizzo della tecnologia. Come molti hanno imparato negli ultimi mesi, le etichette RFID sono il modo migliore per tagliare fuori i criminali al passo, sia che stiano cercando di uscire con un articolo o di restituire fraudolentemente l'inventario rubato. Tuttavia, il modo migliore per mitigare e perseguire tutte le perdite è quello di implementare una soluzione RFID insieme ad analisi prescrittiva, telecamere, automazione intelligente e altre tecnologie di bordo.

C'è bisogno di "occhi" su ogni centimetro quadrato del negozio, e questa combinazione di tecnologie permetterà di vedere cosa sta succedendo da ogni punto di vista in modo da poter rapidamente:
- convalidare le transazioni,
- estirpare i trasgressori interni ed esterni,
- spiegare gli ammanchi,
- fermare i furti e le frodi in corso,
- recuperare le perdite quando necessario, e perseguire efficacemente tutti gli incidenti.

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2021. All rights reserved

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi