Briciole di pane


26 Marzo 2021

Il futuro delle Supply Chain: creare Sostenibilità attraverso l'innovazione.

In una recente tavola rotonda virtuale del "Directors' Forum" ospitata da The Manufacturer, e avvenuta in collaborazione con Microsoft e Blue Yonder, i leader di pensiero della Supply Chain hanno esaminato sostenibilità e circolarità per una futura catena di approvvigionamento post-Covid con un focus sul mercato inglese, ma evidentemente applicabile anche all’area Emea.

Mentre il Regno Unito emerge dall'ombra della pandemia di Covid-19, la necessità di catene di approvvigionamento competitive non è mai stata così importante. Insieme alla Brexit e alla necessità di creare nuove relazioni commerciali, come nazione, l’Inghilterra deve affrontare una serie di sfide in futuro. Ma dove c'è una sfida, c'è anche un'opportunità, e questo è particolarmente vero quando si tratta di competitività futura della catena di approvvigionamento. Fortunatamente, c'è una serie di tecnologie disponibili che possono giocare un ruolo enorme nell'aiutare le organizzazioni britanniche a creare catene di fornitura più competitive. Come sottolinea Simon Ellis di IDC, program VP, Global Supply Chain Strategies: "L'importanza della catena di approvvigionamento per il successo aziendale nell'economia moderna e digitale significa passare da un'area funzionale che è stata tradizionalmente vista come un "centro di costo" a una che deve essere sfruttata come un "centro di opportunità".

L'agenda verde non è mai stata così importante
Mentre il settore manifatturiero britannico cerca di rilanciare la produzione il più presto possibile e la nazione persegue le sue ambizioni di ripresa economica, la chiave sarà bilanciare il rischio, l'innovazione e il costo, insieme alla sostenibilità. Dopo tutto, l'agenda verde non è mai stata così importante nel dibattito e i produttori sono in una posizione privilegiata per guidare la carica.  Il piano in 10 punti del primo ministro Boris Johnson per una rivoluzione industriale verde non è solo importante per l'impatto che avrà sull'eliminazione del contributo del Regno Unito al cambiamento climatico entro il 2050, ma anche per il fatto che si prevede di creare e sostenere fino a 250.000 posti di lavoro britannici. Questo dovrebbe essere visto come un'enorme opportunità per il settore manifatturiero e, finché queste ambizioni sono allineate alla ripresa economica del paese, si potrà vedere una nuova era di innovazione.  Tuttavia, la creazione di valore all'interno delle catene di fornitura rappresenta tipicamente un ostacolo per le aziende. La domanda è sempre: Come si può ridurre l'impronta di carbonio, pur ottenendo il ritorno desiderato sugli investimenti? La sostenibilità e l'espansione delle catene di fornitura ha visto un aumento del dibattito sul reshoring, o almeno sul nearshoring, della produzione. A parte l'ovvia riduzione dei requisiti di trasporto, la catena di approvvigionamento geograficamente più vicina può adottare più facilmente un approccio circolare alle catene di approvvigionamento, che può aiutare a ridurre i rifiuti in tutto il processo di produzione. Può anche fornire un approccio unificato all'adozione della tecnologia e al miglioramento dei processi, che può consentire significativi guadagni di efficienza. 

La collaborazione intersettoriale è cruciale per il successo
Per ottenere un miglioramento a lungo termine nelle catene di fornitura della produzione, è necessario adottare un approccio collaborativo intersettoriale.  Durante la pandemia, si è visto come questo possa funzionare, con la formazione del consorzio VentilatorChallengeUK. In un momento in cui la nazione ne aveva bisogno, le imprese dei settori aerospaziale, automobilistico e medico si sono unite per produrre ventilatori medici. Dick Elsy, CEO di High Value Manufacturing Catapult e leader del consorzio VentilatorChallengeUK, ha detto: "Questa coalizione del meglio delle persone e delle capacità del paese attraverso diversi settori ha veramente mostrato la forza dell'industria manifatturiera nel Regno Unito. Il consorzio sta cercando di catturare le lezioni apprese e condividerle in tutta la comunità ingegneristica - e con il governo - come strumenti chiave per aiutare l'industria britannica a rimettersi in piedi dopo che la pandemia COVID19 è passata". Tuttavia, con le aziende che operano su piattaforme diverse e che hanno ovvie preoccupazioni per la loro proprietà intellettuale, è necessario un approccio uniforme ai dati. Quello che si è visto nella sfida dei ventilatori è stato 5-10 anni di innovazione nello spazio di pochi mesi. Questo è stato possibile sfruttando una piattaforma di dati aperta standardizzata che ha permesso loro di condividere le informazioni. Fortunatamente, tali piattaforme stanno diventando più diffuse, con fornitori come Microsoft e altri che facilitano lo scambio sicuro dei soli dati che le organizzazioni vogliono

Catene di fornitura digitalmente pronte
La tecnologia sta giocando un ruolo importante nell'aiutare le organizzazioni del Regno Unito a migliorare l'efficienza della catena di approvvigionamento. L'adozione delle tecnologie digitali ha accelerato rapidamente nel corso della pandemia. Con l'aumento del lavoro a distanza e la necessità di avere una panoramica accurata delle operazioni, è diventato fondamentale garantire che le aziende e la loro forza lavoro siano pronte per i dati e il digitale. Uno dei veri ostacoli al raggiungimento di questo obiettivo è la preparazione digitale della forza lavoro. Valutare la capacità, la resilienza e il modo di integrare i nuovi sistemi nella catena di approvvigionamento è fondamentale e questo può essere pienamente realizzato solo se le competenze digitali della forza lavoro corrispondono alle ambizioni del progetto. Ciononostante, Gartner prevede ancora che l'investimento nella tecnologia della catena di approvvigionamento è destinato ad aumentare pesantemente. Infatti, la società di ricerca e consulenza globale prevede che "entro il 2024, il 50% delle organizzazioni della supply chain investirà in applicazioni che supportano l'intelligenza artificiale e le capacità di analisi avanzate". Le competenze digitali devono essere sviluppate come un fattore chiave del cambiamento. Quando le aziende padroneggiano le basi per essere in grado di prevedere la domanda, programmare la produzione e, soprattutto, capire e ottimizzare l'inventario attraverso la visibilità in tutta l'organizzazione, è allora che possiamo vedere un vero cambiamento.

Costruire il caso e stabilire gli standard per la sostenibilità
Esiste una moltitudine di standard di sostenibilità e accreditamenti diversi, ma spesso non ci sono standard di misurazione universalmente adottati per le singole iniziative di sostenibilità. Un approccio standardizzato alla consegna aiuterebbe davvero a sbloccare questo valore, con le aziende più grandi che aiutano a educare e sostenere gli elementi meno avanzati di una catena di fornitura per realizzare questo obiettivo. Il software e le competenze vanno di pari passo per costruire la giusta cultura dove i dati possono guidare questo cambiamento, insieme alla trasparenza dei dati generati. Questa mancanza di metriche riconosciute rende la costruzione di un business case una prospettiva impegnativa. Alcune aziende considerano questo come un imperativo morale, altre hanno sfruttato l'immagine positiva associata alla sostenibilità nelle campagne di marketing, mentre altre sono state in grado di quantificare i benefici. Qualunque strada si scelga, o si debba prendere, il tempo è essenziale per stare al passo con i concorrenti, siano essi affermati o emergenti, e con le aspettative della società. Ciò che è stato chiaro dalla conversazione tra i partecipanti al Forum dei direttori è che la questione degli standard non è solo limitata ai progetti di miglioramento della sostenibilità. Secondo il gruppo, rimane la necessità di standard per fornire consenso e interoperabilità attraverso molti aspetti dei processi produttivi, tra cui: IoT, livelli di integrazione tra protocolli software; così come iniziative di dati aperti.

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2021. All rights reserved

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi