Briciole di pane


28 Maggio 2021

I magazzini logistici guardano ai robot per riempire i vuoti di lavoro e velocizzare le consegne.

In un recente articolo apparso su “The Wall Street Journal”, Jennifer Smith fotografa l’attuale situazione della logistica in Nord America, dove a causa della crescita esponenziale degli ordini da e-commerce e della mancanza di lavoratori, le aziende sono si avvalgono dell’aiuto dei robot nei magazzini per velocizzare le operazioni e rimpiazzare i posti vacanti. Le aziende di automazione della logistica dicono che la domanda è cresciuta durante la pandemia mentre le aziende fanno fronte a grandi oscillazioni nel volume e un mercato di assunzione stretto.

I robot stanno arrivando nei magazzini nordamericani a corto di manodopera.

Un numero crescente di macchine a guida autonoma sta facendo la spola tra abbigliamento e attrezzature sportive lungo le corsie del magazzino, tirando bidoni di generi alimentari, cosmetici e parti industriali da alte pile e consegnando le merci ai lavoratori umani per aiutare a consegnare gli ordini più velocemente. Alcuni operatori logistici stanno testando carrelli elevatori che possono essere azionati da postazioni remote, permettendo ai datori di lavoro in mercati del lavoro ristretti di attingere da un pool di lavoratori geograficamente più ampio. La spinta verso l'automazione arriva mentre le aziende dicono che non possono assumere magazzinieri abbastanza velocemente per soddisfare l'aumento della domanda online per tutto, dai mobili agli alimenti surgelati, nelle catene di fornitura interrotte dalla pandemia. La crisi sta accelerando l'adozione di robot e altre tecnologie in un settore che si basa ancora in gran parte su lavoratori che tirano carrelli.

"Non si tratta di prendere il tuo posto di lavoro, ma di occuparsi di quei posti di lavoro che non possiamo riempire", ha detto Kristi Montgomery, vicepresidente dell'innovazione, ricerca e sviluppo per Kenco Logistics Services LLC, un fornitore di logistica di terze parti con sede a Chattanooga, Tennessee.
Kenco sta facendo uscire una flotta di robot a guida autonoma della Locus Robotics Corp. per colmare un gap di manodopera aiutando i lavoratori a riempire gli ordini online nel più grande sito di e-commerce della società, a Jeffersonville, Indiana. L'azienda sta anche testando trattori autonomi che trainano carrelli carichi di pallet. Per risparmiare sulla manodopera e lo spazio in un centro di distribuzione per il riscaldamento, la ventilazione e l'aria condizionata, l'azienda sta installando un sistema di stoccaggio e recupero automatizzato impostato per andare online questo autunno che utilizza i robot per andare a prendere le merci imballate strettamente insieme in dense file di pile.

Kenco e il fornitore di logistica francese Geodis SA stanno anche testando carrelli elevatori a distanza equipaggiati con la tecnologia della startup Phantom Auto, che i conducenti possono azionare a distanza usando flussi video e audio in tempo reale. La tecnologia permette agli operatori di passare da un veicolo all'altro in luoghi diversi a seconda della domanda, aprendo quei lavori ai lavoratori in varie regioni. Potrebbe anche permettere a Kenco di accedere a sezioni non sfruttate del mercato del lavoro, come le persone che sono fisicamente disabili, ha detto la signora Montgomery.

Le aziende di logistica-automazione dicono che la domanda per la loro tecnologia è cresciuta durante la pandemia mentre le aziende cercano modi per far fronte alle grandi oscillazioni di volume quando i lavoratori sono scarsi e i requisiti di distanza sociale limitano l'occupazione degli edifici. "I robot stanno cominciando a riempire quel vuoto", ha detto Dwight Klappich, un vicepresidente della ricerca sulla Supply Chain di Gartner Inc. La società di ricerca tecnologica prevede che la domanda di sistemi robotici che consegnano beni ai lavoratori umani quadruplicherà fino al 2023.

"Abbiamo beneficiato di questo in modo significativo dalla seconda metà dell'anno scorso", ha detto Jerome Dubois, co-fondatore e co-esecutivo del fornitore di robotica 6 River Systems, che è di proprietà di Shopify Inc. "Il driver qui non è quello di ridurre i costi, ma semplicemente di servire le esigenze del cliente. Semplicemente non possono assumere".

La crescita della domanda di e-commerce durante la pandemia di coronavirus ha aggiunto tensioni a quello che era già un mercato del lavoro stretto per i lavori di logistica e distribuzione.

Le aziende statunitensi di magazzinaggio e stoccaggio hanno aggiunto quasi 168.000 posti di lavoro tra l'aprile 2020 e l'aprile di quest'anno, secondo i dati federali, un aumento del 13,6%. Ma i libri paga del settore si sono contratti di 4.300 posti di lavoro da marzo ad aprile, secondo un rapporto preliminare del Dipartimento del Lavoro.

Molti datori di lavoro della logistica dicono che non possono aggiungere abbastanza personale per tenere il passo con la forte domanda mentre l'economia statunitense emerge dalla pandemia.

La carenza di personale sta facendo salire i salari mentre gli operatori logistici competono con i pesi massimi come Amazon.com Inc. che prevede di assumere altri 75.000 magazzinieri quest'anno. La ditta ProLogistix, che lavora con aziende come Walmart Inc. e Target Corp. ha detto che la sua paga media iniziale per i magazzinieri era di 16,58 dollari l'ora ad aprile, in aumento dell'8,9% rispetto allo stesso mese del 2020.

Gli utenti dicono che i robot mobili e altre tecnologie logistiche possono anche aumentare la produzione e l'efficienza, aiutando le aziende a gestire improvvisi picchi di domanda senza investire milioni di dollari in infrastrutture fisse.

XPO Logistics Inc. ha detto che il suo uso di robot nelle operazioni di magazzino ha aumentato l'efficienza fino a sei volte in alcuni casi. L'azienda prevede di raddoppiare approssimativamente il numero di robot nei suoi magazzini quest'anno.

Crocs Inc, le cui calzature di plastica espansa stanno cavalcando un'onda di risorgente popolarità, ha messo in piedi un'operazione di adempimento e-commerce pop-up durante la stagione delle vendite natalizie dell'anno scorso che ha usato 83 robot mobili di 6 River Systems per assistere 55 lavoratori. Dopo il picco, l'azienda ha ora 51 robot che supportano 30 persone. I robot hanno quasi triplicato la produttività, secondo Crocs, che ha detto che la mossa di automatizzare è stata guidata in gran parte dalla rapida crescita della domanda.

Il retailer di abbigliamento e attrezzi sportivi Evo, con sede a Seattle, che genera il 70% del suo business dalle vendite online, aveva preso in considerazione l'automazione prima che la pandemia rendesse le assunzioni ancora più difficili. L'anno scorso l'azienda ha usato i robot Locus per supportare i maggiori volumi d'ordine e ha aggiunto unità durante il picco del 2020, riducendo la congestione nel magazzino e togliendo la pressione dal reclutamento del personale. "Ora, mentre ci prepariamo per l'alta stagione, non saremo così sfidati a trovare lo stesso numero di lavoratori di cui avremmo tipicamente bisogno per soddisfare le richieste di volume stagionale", ha detto Evo in una dichiarazione.

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2021. All rights reserved

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi