Briciole di pane


03 Febbraio 2021

Head Up Display, il mantello dell’innovazione che assicura le migliori intuizioni.

A distanza di un anno dalla presentazione degli Head-Up Display HD4000, Graeme Simons, Global Product Manager & Augmented Reality Lead di Zebra Technologies, racconta l’esperienza del primo anno di lavoro sul campo con i clienti e i modi in cui la nuova applicazione può realmente aiutare i lavoratori in prima linea.

Un anno fa assistevamo al lancio di HD4000 assieme alla soluzione Fulfillment Edge.

Un anno fa, è stato presentato al mondo l’Head-mounted display Zebra HD4000 con il partner di sviluppo Six15.

L’obiettivo all'epoca era quello di rendere la realtà aumentata (AR) accessibile a tutti i lavoratori, in particolare a quelli che passano tutto il giorno a cercare la giusta posizione dello scaffale durante i flussi di lavoro di prelievo, stoccaggio e conteggio dei cicli di magazzino. Ecco perché lo stesso giorno è stato lanciata anche la soluzione Zebra FulfillmentEdge™. Questa piattaforma software complementare offre agli utenti dell'HD4000 gli approfondimenti operativi in tempo reale necessari per eseguire con successo ogni azione assegnata. Sanno dove andare, quando, cosa fare o prendere quando ci arrivano - e tutte queste informazioni rimangono sempre nel loro campo visivo, in modo da mantenere una migliore consapevolezza della situazione mentre si muovono nella struttura.

Naturalmente, quando è stato fissato questo obiettivo, si stava operando sotto la premessa che i lavoratori avessero bisogno di un'esperienza AR completa per raggiungere i loro obiettivi. Si pensava anche che l'e-commerce sarebbe rimasto su una traiettoria di crescita stabile, che le aziende di tutte le dimensioni avrebbero continuato il loro viaggio lento e costante per diventare più "imprese intelligenti", e che la "domanda di alta stagione" sarebbe rimasta di fatto stagionale. E’ stato anche ipotizzato che i clienti avrebbero avuto il tempo di testare la soluzione HD4000 e FulfillmentEdge nei loro ambienti prima di implementarla.

Con l'applicabilità commerciale dei display montati sulla testa ancora piuttosto nuova, è stato accettato il fatto che ci sarebbero state alcune barriere all'adozione su cui si sarebbe dovuto lavorare con i clienti  - la più grande delle quali è la fiducia e il comfort assieme alla soluzione completa. Si voleva essere sicuri che i lavoratori si sentissero a proprio agio indossando gli occhiali per tutto il giorno e sapessero come utilizzare i dati che passavano attraverso le lenti. La tabella di marcia dell'innovazione teneva conto dei continui miglioramenti che si sarebbero dovuti apportare in base al feedback dei clienti.

Allo stesso tempo, è stata riconosciuta la necessità di definire chiaramente cosa significa AR negli ambienti aziendali. "Realtà aumentata" è un termine vagamente usato, e si stava cominciando a capire che i lavoratori beneficiano maggiormente degli strumenti di "realtà assistita" che forniscono informazioni contestuali sul miglior compito successivo - non necessariamente l'esperienza AR completa è come si vede quando si gioca a Pokémon Go.

Poi COVID-19 ha colto tutti di sorpresa.

Otto settimane dopo il lancio, quasi tutte le proiezioni fatte per quanto riguarda la domanda di mercato, il tempo di valore e il tasso di adozione sono state rese inaccurate. L'interesse dei clienti e dei partner è salito alle stelle, soprattutto con l'avanzare della pandemia.

L'hardware HD4000 e il software FulfillmentEdge sono stati preparati per l'uso in operazioni ad alto ritmo e di sicurezza come quelle garantite - e sostenute - dalla pandemia COVID-19. Questa soluzione indossabile può:

-Contribuire a creare un ambiente più igienico per il personale di magazzino e altri che lavorano furiosamente per soddisfare gli ordini online e mantenere gli scaffali dei negozi riforniti; i wearable robusti costruiti per l'uso condiviso sono progettati per tollerare una sanificazione frequente. Molti accessori per soluzioni indossabili - come gli occhiali di sicurezza commerciali usati negli head-mounted display - possono persino essere assegnati ai lavoratori come oggetti "personali" per minimizzare la contaminazione incrociata.

-Offrono immediatamente vantaggi misurabili in termini di produttività, efficienza e precisione. Dire che COVID-19 ha costretto le organizzazioni della supply chain ad aumentare l'efficienza da un giorno all'altro sarebbe un eufemismo. I produttori erano sotto pressione estrema per produrre più articoli in tempi record - e gli operatori di magazzino e i fornitori di logistica dovevano trovare un modo per consegnare quegli articoli ai clienti residenziali e commerciali senza ritardi. In molti casi, è stato chiesto loro di fare l'impossibile sulla base dell'attuale disponibilità di risorse. Dovevano trovare un modo per aumentare la manodopera se volevano rispettare le scadenze di adempimento senza commettere errori o compromettere la sicurezza di qualcuno nel processo. Il display montato sulla testa era una soluzione semplice. Come evidenziato nei primi progetti pilota e ulteriormente provato nelle implementazioni su larga scala, i display montati sulla testa - specialmente se usati insieme a software come FulfillmentEdge - possono aumentare significativamente il numero di prelievi accurati completati all'ora.

Questa tecnologia indossabile può anche ridurre il tempo di avvio per i nuovi dipendenti, ridurre i tassi di errore e di rilavorazione e diminuire il tempo per un completamento soddisfacente delle attività. Con centinaia di migliaia, se non milioni di lavoratori che migrano verso posti di lavoro in questi settori nel giro di poche settimane, c'erano diverse implicazioni di formazione, onboarding e misurazione - molte delle quali potrebbero essere affrontate semplicemente integrando gli head-mounted display nelle architetture di soluzioni di mobilità esistenti. Il successivo aumento delle metriche di produttività si sarebbe rivelato fondamentale anche per la competitività e la consegna degli accordi sul livello di servizio (SLA).

In altre parole, i benefici che i clienti avrebbero ottenuto investendo negli head-mounted display erano in qualche modo prevedibili, anche in tempi incerti.

Quello che non si poteva prevedere, anche se la distanza sociale è diventata lo standard, era che l'head-mounted display HD4000 sarebbe stato improvvisamente così richiesto dai lavoratori assegnati fuori dalle quattro mura - o in strutture situate lontano dalle risorse "aziendali". La priorità di innovazione è stata così immediatamente messa a fuoco.

LA PIÙ GRANDE RICHIESTA DEI CLIENTI DEL 2020: AUMENTARE L'AR CON LA REALTÀ VIRTUALE (ASSISTITA) PER UNA MIGLIORE CONNESSIONE "UMANA" TRA HOME OFFICE E LAVORATORI IN PRIMA LINEA.

Quando i viaggi si sono fermati nel marzo 2020, molte organizzazioni si sono rese conto abbastanza rapidamente di quanto sia difficile formare e supportare completamente i lavoratori responsabili delle operazioni di servizio, manutenzione e assemblaggio della produzione senza un esperto in loco. L'inserimento di nuovi dipendenti o mostrare a qualcuno come completare un compito manuale specializzato è diventato frustrante e, in alcuni casi, del tutto impossibile perché i supervisori e gli specialisti non erano in grado di vedere ciò che i lavoratori in prima linea stavano vedendo. Così, i clienti hanno iniziato a chiamare Zebra per vedere se le soluzioni di mobilità potevano essere utilizzate per trasportare virtualmente formatori, supervisori e specialisti nei luoghi di lavoro, in modo che potessero aiutare a guidare i team remoti nelle operazioni di assemblaggio, installazione, risoluzione dei problemi, manutenzione e riparazione.

Mentre un tecnico sul posto potrebbe tecnicamente utilizzare un qualsiasi computer mobile rugged o un tablet con una fotocamera integrata per mostrare a uno specialista dell'assistenza ciò che sta vedendo, i tecnici hanno bisogno di avere le mani libere per completare l'azione raccomandata. Ciò significa che il dispositivo deve essere messo giù e l'esperto perde di vista ciò che sta accadendo. Non possono dire se il tecnico sta completando l'azione correttamente o vedere se un nuovo problema sorge come risultato. L'unico modo in cui i clienti sarebbero stati in grado di fornire un supporto completo "hands-on" ai team remoti sarebbe stato quello di dotare tutti di una soluzione di realtà assistita a mani libere. Così, è immediatamente iniziata l’adozione di HD4000 per supportare le applicazioni "Remote Expert".

A partire da oggi, una nuova versione del kit di sviluppo software (SDK) dell'HD4000 è disponibile per il download sul sito web Zebra per coloro che vogliono trasformare l'head-mounted display in uno strumento di assistenza remota dal vivo! Ora è possibile consentire agli esperti remoti di essere presenti per il proprio team, aiutando a diagnosticare, risolvere i problemi, prendere decisioni e completare le riparazioni, anche quando non si è fisicamente sul posto.

Sono state migliorate drasticamente le prestazioni video bidirezionali del wearable per garantire che un'immagine nitida sia catturata dalla videocamera integrata nell'HD4000 e che il video in arrivo sia cristallino sul display non occluso. Infatti, gli utenti possono ora trasmettere video dalla telecamera a più risoluzioni e frame rate, compresa la più popolare risoluzione 720P a 18 fotogrammi al secondo, che offre un'esperienza di streaming più fluida ed è meno esigente sulla larghezza di banda delle comunicazioni. E gli esperti remoti possono trasmettere video ai display in vetro HD4000 dei lavoratori fino a 30 fps quando è necessario dimostrare un'azione o mostrare materiali di formazione.

L'SDK si rivolge anche a tutti i componenti dell'HD4000 attraverso una serie di interfacce di programmazione delle applicazioni (API) che permettono ai fornitori di software indipendenti (ISV) di lavorare insieme a modelli, codice di esempio e note di rilascio per sviluppare applicazioni su misura che soddisfino le esigenze uniche dei clienti. In breve, questo aggiornamento dell'SDK consente ora di implementare vere applicazioni per esperti a distanza a mani libere utilizzando l'HD4000.

Non importa quanto distanti siano fisicamente gli esperti dal lavoratore in prima linea che richiede assistenza, tutti vedranno la stessa cosa allo stesso tempo per essere in grado di guidare o completare le azioni dirette. Questa è la "realtà virtuale" al suo meglio - e il modo più semplice per facilitare la piena collaborazione (a distanza) del team in tempi di COVID-19.

10 LEZIONI IMPARATE NEL 2020 E CHE AIUTERANNO A TRARRE MAGGIOR VANTAGGIO DALLE TECNOLOGIE DI VISUALIZZAZIONE NEL 2021

Zebra è nota - persino lodata - per la sua cultura collaborativa. È il motivo per cui è stato immediatamente adattato l'HD4000 per facilitare le applicazioni Remote Expert quando ne è emersa la necessità. Ma è anche il motivo per cui la maggior parte del 2020 è stata trascorsa a parlare con i clienti per assicurarsi che l'HD4000 stesse effettivamente affrontando i loro attuali punti critici e le sfide emergenti, consentendo loro di raggiungere obiettivi in evoluzione, indipendentemente da come intendessero utilizzare la tecnologia.

Un certo numero di primi attori nel mercato dei display montati sulla testa hanno offerto piattaforme tecnologiche piuttosto che soluzioni per il cliente e sono caduti in fallo su questioni che richiedono una profonda conoscenza del settore. Le soluzioni "intelligenti" non sempre risolvono i problemi del mondo reale. Le nuove tecnologie innovative dovrebbero essere abilitanti e le best practice di base del business-to-business (B2B) mantenute sempre.

I fornitori di tecnologia e i loro partner di canale devono capire i punti di sofferenza unici di ogni cliente prima di poter realisticamente sviluppare o raccomandare una soluzione. Non si può dire a un cliente che un pezzo specifico di hardware o software sarà vantaggioso se prima non si comprende l'opportunità di miglioramento. È come mettere il carro davanti ai buoi.

Dopo aver chiesto un feedback alla base di clienti e partner, ci è resi conto che queste erano le cose più importanti (per tutti: Zebra, clienti e partner) su cui concentrarsi quando si sviluppa, progetta o implementa una soluzione AR o VR head-mounted display:

1. Comprendere appieno i flussi di lavoro dei candidati con una comprensione di quali miglioramenti sono possibili. Quali strumenti informativi e di formazione sul lavoro sono attualmente utilizzati? Dove si trovano?

2. Concordare un flusso di lavoro rappresentativo del candidato che permetta una soluzione realizzabile. La chiave qui è minimizzare qualsiasi interruzione o interazione all'interno dei sistemi organizzativi chiave.

3. Confermare che tutti gli ambienti di lavoro siano favorevoli all'uso per tutto il giorno degli head-mounted display. Confermare se sarà usato all'interno, all'esterno o entrambi. Verificare le condizioni di illuminazione. Verificare l'altezza delle risorse che saranno visualizzate attraverso il display. (I lavoratori dovranno costantemente guardare in alto o in basso?) E non dimenticare di considerare i requisiti di sicurezza che potrebbero avere un impatto sul comfort o sulle prestazioni del display, come occhiali speciali o un casco rigido. 

4. Mai sottovalutare i fattori umani. E’ stata data la priorità all'ergonomia fin dal primo giorno, perché l'unico modo in cui i lavoratori vorranno indossare e usare un display montato sulla testa per tutto il turno è se è comodo. Tuttavia, il comfort è soggettivo e ci sono molteplici fattori di flusso di lavoro, ambientali e personali che possono influenzare l'esperienza di un utente con una tecnologia indossabile come questa. Quindi, si è lavorato continuamente con i clienti e, soprattutto, con gli utenti finali per valutare le prestazioni e l'accettazione dell'HD4000 in termini di:

Peso (l'HD4000 è attualmente il più leggero head-mounted display di livello enterprise sul mercato, come risultato del feedback degli utenti e dei perfezionamenti del design!)
Qualità dell'immagine, luminosità e contrasto
Regolabilità tra l'occhio destro e sinistro
Uso simultaneo di occhiali da vista
Affaticamento degli occhi
Occlusione
Il modo in cui i dati del display devono muoversi dentro e fuori la linea degli occhi
Comfort durante l'uso continuo in tutto o in metà turno
Igiene (la maggior parte dei lavoratori non vuole condividere indossabili come questo, quindi bisogna assicurarci che l'HD4000 possa essere igienizzato secondo gli standard più elevati e anche personalizzato per ogni utente, quando possibile - senza aumentare il costo per i clienti).

5. Considerare le implicazioni delle esigenze ergonomiche sull'architettura della soluzione. Zebra ha deciso di collegare la cuffia al terminale host, solitamente un computer mobile portatile, in modo da poter eliminare il peso e l'ingombro dell'unità da indossare senza compromettere le prestazioni.

6. Ottenere l'interfaccia utente (UI) giusta. Il "comfort" non si misura solo con l'indossabilità fisica della soluzione. Devono essere comodi anche nell'usare la soluzione. Mantenere l'interfaccia utente il più semplice e comprensibile possibile. Qualsiasi cosa ritenuta eccessivamente complicata scoraggerà l'uso e rallenterà l'adozione. (L'obiettivo numero uno è quello di rendere l'AR accessibile a tutti.) La chiave è far arrivare all'utente le giuste informazioni sul prossimo compito o sul passo migliore a colpo d'occhio. Mettere il valore del display di uno smartphone su un head-mounted display ha come risultato una scarsa esperienza utente. Il display sarà senza dubbio troppo occupato. In molte circostanze, un'interfaccia utente multimodale fornirà l'esperienza ottimale sia dal punto di vista visivo che vocale, che è un altro motivo per cui Zebra ha adottato un approccio di design tethered con l'HD4000.

7. I lavoratori in prima linea hanno davvero bisogno di una soluzione a mani libere. Se il team si affida esclusivamente alla voce, alle applicazioni dei terminali mobili o alla carta per affrontare la giornata, si ha  un vero problema tra le mani. Vi incoraggio caldamente a leggere questo commento di Jeff Schmitz sul perché ogni lavoratore di prima linea ha bisogno di wearables in questi giorni, dato che i ruoli ben definiti di "prelevare" o "mettere via" scompaiono e le "azioni dirette" diventano la chiave per l'efficienza e la precisione.

8. Assicurarsi il buy-in da tutte le parti interessate. Nessuno vuole qualcosa che gli venga imposto. Se comunicato correttamente, l'intero team si riveste del "mantello dell'innovazione" ed è desideroso di utilizzare la soluzione per un guadagno personale e collettivo.

9. Concordare su cosa sia il successo, oggettivamente e soggettivamente, e poi definire benefici facilmente misurabili, comprensibili e comunicabili in metriche chiave del flusso di lavoro. Per fare questo, però, è necessario comprendere in dettaglio i flussi di lavoro target e definire chiaramente gli stati "As Is" e "To Be".

10. Non complicare troppo il calcolo del ritorno sull'investimento (ROI). Calcolatori del ROI complicati con implicazioni organizzative più ampie, anche se probabilmente utili e accurati, sono impossibili da convalidare rapidamente. Questo può indurre i decisori a mettere in dubbio il valore e rallentare una prova di concetto o un progetto pilota. A sua volta, le organizzazioni potrebbero perdere dei benefici immediati, specialmente ora che molti non hanno il lusso del tempo dalla loro parte. Se si vuole verificare rapidamente il potenziale ROI, è possibile testarlo in un'area non critica per la missione o in un gruppo di lavoro circoscritto.

UN PENSIERO FINALE

COVID-19 ha cambiato il modello operativo di ogni organizzazione in ogni settore, tra cui produttori, operatori di magazzino, rivenditori, utility e fornitori di servizi. Dotare i team di tecnologie indossabili come gli head-mounted display assicura che abbiano sempre le intuizioni necessarie per fare di più in meno tempo senza commettere più errori - sia che queste intuizioni siano generate da una macchina o da un esperto umano che è in diretta sulla linea "con una linea di vista diretta" nel problema che il lavoratore sta affrontando.

Anche se non si può vedere il futuro, è possibile garantire che i lavoratori abbiano una visione chiara di ciò che li aspetta in questo momento.

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2021. All rights reserved

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi