Briciole di pane


29 Marzo 2021

Anticipare le esigenze dei clienti con una visibilità in tempo reale orchestrata dall’AI: il Warehouse Maturity Model 4 di Zebra Technologies.

Warehouse Maturity Model 4: affidarsi a tecnologie che permettono di rispondere meglio alle richieste del mercato, attraverso una visibilità totale in tutta la filiera, per orchestrare i flussi di lavoro, e per una guida e un processo decisionale migliore. Ecco i dettagli esecutivi spiegati da Mark Wheeler, director Supply Chain Solutions di Zebra Technologies.

In questo momento, quasi tutte le organizzazioni sentono la pressione di affrontare le nuove sfide del mercato, migliorare le esperienze dei clienti e garantire la conformità con i regolamenti in continua evoluzione e i rigorosi accordi di gestione dei fornitori. Questo è particolarmente vero per le organizzazioni che gestiscono o si affidano ai magazzini per eseguire le loro operazioni, tra cui produttori, retailer, servizi pubblici, governi, aziende di trasporto e logistica, fornitori di assistenza sanitaria e aziende di manutenzione delle attrezzature. Se si rientra in questa categoria, si avranno probabilmente incontrato molte prove negli ultimi 12-18 mesi, ognuna delle quali ha richiesto un pensiero veloce e una manovra creativa per superarla. Ora, mentre si guarda all'orizzonte, l’attenzione si sta probabilmente spostando su soluzioni che permetteranno di anticipare e rispondere meglio alle esigenze dei clienti mentre il volume e la velocità delle operazioni continuano a crescere. La pandemia COVID-19 non è l'unica cosa che scatena le fluttuazioni del mercato. Le catene di approvvigionamento stanno subendo da anni una trasformazione in risposta a una serie di influenze economiche e dei consumatori. Ma la velocità e la scala a cui i cambiamenti operativi devono avvenire ora è drasticamente diversa rispetto a dieci anni fa. Ecco perché l'anno scorso Zebra ha elaborato il Warehouse Maturity Model. E’ risaputo che non c’è più il lusso del tempo e non ci si può permettere di capire cosa funziona e cosa no per tentativi ed errori. Anche un singolo errore a livello di magazzino può deviare un'intera catena di approvvigionamento. C’è bisogno di una guida chiara per i lavoratori di prima linea sul miglior passo successivo, in modo che si possa ottenere rapidamente ciò che i clienti desiderano. Tuttavia, è molto probabile che non si sia in grado di modernizzare le operazioni di magazzino così rapidamente come si desidererebbe.
Zebra ha tracciato un approccio strategico che permetterà di dettare il ritmo dell'innovazione e la scala in base agli obiettivi e alle sfide uniche di ogni singola azienda. Avendo seguito la serie di blog sulla modernizzazione del magazzino, si dovrebbe avere una comprensione fondamentale degli investimenti tecnologici e dei miglioramenti dei processi aziendali da indirizzare nelle fasi uno, due e tre. La Fase Quattro si basa su questi principi e tecnologie di base, ma richiede di abbracciarli su una scala molto più grande.

LA VISIBILITÀ E L'AUTOMAZIONE FANNO UN  PASSO AVANTI IN MODO DA POTER ANTICIPARE I CAMBIAMENTI DELLA DOMANDA E DELL'OFFERTA.

Se avete utilizzato tecnologie di acquisizione dati in tempo reale, come l'identificazione a radiofrequenza (RFID), Bluetooth® Low Energy o sensori 3D per alcune applicazioni mirate, allora probabilmente avete iniziato a notare tutti i dati preziosi che state raccogliendo. Potreste anche aver realizzato che ne state utilizzando solo una frazione per ottenere dei risultati piuttosto buoni. Sapevate che tutti quei dati in tempo reale possono fornirvi intuizioni guidate dai dati che possono aiutarvi a quantificare le decisioni, ottimizzare le operazioni e raggiungere gli obiettivi? Passare alla Fase Quattro è il modo in cui iniziate a utilizzare quei dati per questi scopi. La Fase Quattro è quando si espande l'uso dei dati in tempo reale da parete a parete nella vostra struttura per orchestrare tutte le risorse che sono state strumentate con la tecnologia di localizzazione in tempo reale, tra cui merci, pallet, carrelli elevatori, attrezzature per la movimentazione dei materiali e persino le persone. Utilizzando i dati contestuali e le regole aziendali, ora abiliterete gli avvisi automatici che permetteranno ai vostri lavoratori di prendere meno decisioni e gestire il loro lavoro per eccezione per aumentare la produttività. 

Ecco alcuni altri segnali che vi faranno capire che è il momento di impegnare il capitale, le risorse e il tempo necessari nella Fase Quattro:
- Sono necessari dati più completi per anticipare e rispondere meglio alle esigenze operative e migliorare il processo decisionale.
- La mancanza di una sufficiente visibilità delle attrezzature e delle risorse in tutta la vostra struttura si traduce in uno scarso utilizzo.
- Le notifiche dai sistemi attuali non supportano in modo coerente l'automazione delle prossime mosse migliori per i lavoratori in prima linea.
- Non siete in grado di quantificare le decisioni o di ottimizzare le operazioni.

Sebbene ogni fase del Warehouse Maturity Model di Zebra porti miglioramenti e passi da gigante, la Fase Quattro è quella in cui vedrete l'investimento nella visibilità in tempo reale iniziare davvero a incrementare produttività, efficienza e risultati su larga scala. Questo perché questo è il punto in cui:
- strumentare completamente le persone, l'inventario e le attrezzature per aumentare la visibilità dei movimenti.
- automatizzare ogni processo e sistema che può essere automatizzato.
- orchestrare tutti i beni strumentati.
- ottimizzare i flussi di magazzino per costi, velocità ed efficienza.
- orchestrare i sistemi di magazzino con il trasporto, il cantiere e altre imprese.

Più specificamente, si comincerà a introdurre tecnologie di identificazione a radiofrequenza (RFID) e a banda ultralarga (UWB) più attive accanto alle soluzioni RFID passive e Bluetooth® Low Energy per una localizzazione più diffusa, precisa e in tempo reale degli asset etichettati, siano essi fermi o in movimento. Questi dati, se combinati con soluzioni di mobilità periferica, piattaforme di analisi e altri sistemi aziendali, aumentano drasticamente la visibilità e il controllo delle attività della catena di fornitura. Possono essere usati per misurare le pratiche commerciali, automatizzare e ottimizzare i flussi di lavoro e dire ai lavoratori esattamente cosa fare per migliorare l'accuratezza e l'integrità di diversi processi di entrata, uscita, inventario e adempimento.

La fase quattro è quando si può diventare un po' più creativi con tecnologie come la realtà aumentata o assistita, i sistemi di localizzazione in tempo reale (RTLS) e le soluzioni robotiche per trasformare completamente il vostro business. Gli avvisi automatici derivati dai dati contestuali e dalle regole aziendali stabilite nell'RTLS possono essere inviati ai lavoratori in prima linea che indossano un display heads-up tramite soluzioni come Zebra FulfillmentEdge™, di cui abbiamo parlato nel contesto dell'ottimizzazione dell'uso della mobilità nella fase due. Aggiungete a questo i robot mobili autonomi (AMR) che sono orchestrati con i flussi di lavoro umani per presentarsi quando l'ultimo articolo viene prelevato per spostarlo nell'area di imballaggio. Pensate a quanti ordini in più i vostri lavoratori possono raccogliere se non camminano costantemente verso le aree di imballaggio.

Detto questo, la gestione del cambiamento sarà fondamentale nella fase quattro, per tutte le parti interessate. Naturalmente, i lavoratori in prima linea avranno bisogno di tempo e formazione per familiarizzare con le funzionalità e i vantaggi di RTLS, automazione, realtà aumentata o assistita e altri strumenti tecnologici avanzati. Ma anche i team IT, i manager e i responsabili delle decisioni avranno bisogno di supporto. Ancora più importante, dovranno entrare in questa fase con una mente aperta e la volontà di collaborare con diverse parti interne ed esterne.

CAMBIANDO LA VOSTRA PROSPETTIVA SARÀ PIÙ FACILE VEDERE IL MIGLIOR PERCORSO IN AVANTI

Come la Fase Tre, la Fase Quattro richiederà un nuovo modo di pensare, ma su una scala molto più ampia. Definirete ancora gli indicatori chiave di performance (KPI), gli obiettivi e i risultati desiderati per informare la vostra strategia, ma nel farlo dovrete guardare oltre le fonti ovvie per una preziosa analisi dei dati. Sia che si cerchi di ottenere un migliore controllo dell'inventario, di migliorare l'esperienza del cliente o di aumentare la produttività in più flussi di lavoro interdipendenti, sarà fondamentale determinare il valore di ogni problema che si sta cercando di risolvere prima di cercare una soluzione. Questo dovrebbe essere calcolato in relazione al costo, alla velocità e all'efficienza dell'ottimizzazione del flusso di magazzino.

Per esempio, quando si valuta il valore delle soluzioni di localizzazione per migliorare l'utilizzo delle attrezzature e dei beni, i vostri KPI potrebbero essere qualsiasi cosa, da "meno carrelli elevatori per turno" per risparmiare sui costi a "messa via più veloce" o "più ordini raccolti al giorno". Quando si valuta l'uso di robot mobili autonomi per spostare i materiali per i lavoratori, si potrebbe voler quantificare cosa potrebbe accadere quando la manodopera umana sarà in grado di spostare l'attenzione su lavori di più alto valore. Oppure, potreste semplicemente voler sapere come l'implementazione di una nuova tecnologia o il perfezionamento di un processo vi aiuterà a capire la posizione attuale di una risorsa, come ci è arrivata, da quanto tempo è lì o quanto efficientemente può essere spostata per risparmiare tempo.

La vostra definizione di "successo" sarà basata su queste opportunità identificate e sui risultati potenziali. Questo esercizio di scoperta aiuterà anche a modellare le soluzioni utilizzate in definitiva per facilitare i miglioramenti operativi e finanziari.

Iniziate identificando quali beni hanno bisogno di essere tracciati o di conoscere la loro presenza, quindi determinate l'hardware migliore per il lavoro. Le risorse possono essere qualsiasi cosa, dai pallet, all'inventario, ai carrelli di prelievo, alle forniture, agli strumenti, alle attrezzature manuali per la movimentazione dei materiali e ai carrelli elevatori, alle persone e ai robot mobili autonomi.

Una volta identificati gli asset, pensate all'accuratezza della posizione e alla latenza richiesta per ciascuno (cioè, "Quanto preciso o vicino all'asset ho bisogno di essere diretto e quanto spesso la posizione deve essere aggiornata?"). Diversi tipi di risorse possono richiedere diversi tipi di tecnologia di localizzazione. Questo si chiama strumentazione degli asset ed è qualcosa che dovete ottenere correttamente per ottenere i risultati desiderati nella Fase Quattro. Per esempio, se 100 cartoni di merci che non si muovono molto spesso possono usare tag RFID passivi di media precisione e a basso costo rispetto ai sensori a banda ultralarga che sono molto precisi e ad alto costo, ci sarà un risparmio significativo sui costi e gli obiettivi e i risultati saranno probabilmente raggiunti usando i tag RFID passivi.

Basta ricordare: conoscere la posizione di ogni singolo asset o tipo di asset è prezioso. Tuttavia, è ancora più prezioso quando è possibile riunire tutti i dati dei sensori di posizione in un unico sistema e orchestrarli in modo da poter fornire la migliore guida di azione successiva ai lavoratori in prima linea in base a priorità, vicinanza e sicurezza. Per esempio, consideriamo uno scenario in cui la vostra operazione ha lavoratori completamente strumentati, attrezzature manuali, carrelli elevatori, pallet e posizioni di scaffalatura. I dati sulla posizione vengono acquisiti per ogni risorsa strumentata e tutti i dati vengono orchestrati insieme per aiutare a prendere decisioni automatizzate basate sui dati e generare le migliori azioni successive per i lavoratori in prima linea. Se l'operatore di un carrello elevatore deve consegnare un pallet a uno scaffale all'estremità più lontana del magazzino, la regola automatica che è stata applicata per controllare ed evitare il traffico pedonale invierà una guida in tempo reale al suo computer montato sul veicolo in modo che sappia di evitare un'area congestionata dai pedoni per motivi di sicurezza ed efficienza.

È anche importante rendersi conto che le operazioni saranno diverse una volta che si implementa la tecnologia RTLS in modo più ampio in tutta la struttura. Avrete bisogno di regole di business automatizzate per aiutare i lavoratori a gestire le attività per eccezione, migliorare la visibilità sulla sicurezza e dare priorità ai flussi di lavoro o alle attività durante i momenti di punta rispetto a quelli non di punta. Fortunatamente, sarete in grado di definire come sarà il successo impostando le vostre regole aziendali automatizzate per realizzare con precisione la vostra visione. Sappiate solo che, poiché dovrete fare affidamento su più sistemi automatizzati per catturare più dati ed elaborarli molto più rapidamente, dovrete anche ripensare le regole di business in un modo diverso rispetto a quanto avete fatto nelle fasi precedenti. Con l'aumento dell'acquisizione dei dati, il processo decisionale guidato dall'uomo comincia a diminuire per i processi e i flussi di lavoro che possono e devono essere automatizzati e aumenta per le attività più strategiche e orientate al cliente.

Considerate quanto più fluide potrebbero essere le operazioni se i dati dei codici a barre e dei tag RFID fossero sincronizzati, o se le regole aziendali fossero applicate ai dati di posizione acquisiti, come ad esempio:
- Posizione del carrello elevatore, compresa la direzione di spostamento
- Ricezione automatizzata di merci su pallet e pacchi singoli
- Posizione e tempo delle merci ricevute nelle corsie di sosta in entrata
- Posizione dei lavoratori
- Posizione dei carrelli di prelievo, dei pallet jack, dei pallet e di altre attrezzature per la movimentazione dei materiali

È possibile implementare regole di business per dare la priorità alla messa a disposizione (in ordine):
- Merci deperibili
- Inventario necessario per ordini urgenti o lavori in corso
- Inventario segnalato come esaurito
- Inventario ad alto volume e ad alta velocità
- Inventario non prioritario

E con la combinazione di dati di inventario in entrata catturati, dati di localizzazione, dati WMS e regole aziendali predeterminate, ci sono una varietà di avvisi automatici che possono essere inviati ai lavoratori in prima linea in tempo reale per trarre vantaggio dall'orchestrazione di tutte le risorse e persone strumentate. Questi includono:
- Portali RFID che leggono i tag mentre i pallet vengono scaricati dai rimorchi. Le regole di prioritizzazione di messa a disposizione aiutano ad avvisare gli autisti della corsia di ricezione in cui posizionare i pallet.
- Le merci hanno una marca temporale per ogni movimento di inventario. L'autista di un carrello elevatore che deve prelevare un altro pallet nell'area del congelatore viene avvisato di prelevare il pallet al ricevimento e consegnarlo al congelatore, quindi prelevare il nuovo pallet e consegnarlo alla banchina di uscita. Il risultato: l'operatore guida raramente con le forche vuote.
- Il team di assemblaggio work-in-process ha bisogno che arrivi un pezzo specifico per iniziare il suo compito di assemblaggio. La ricezione automatica tramite RFID ha confermato la ricezione del pezzo, che si trova nell'area di ricezione. La risorsa più vicina per consegnare il pezzo all'area di assemblaggio è un lavoratore con un cric manuale per pallet. Viene avvisato di spostare il pallet nell'area di assemblaggio dello stabilimento e il nuovo turno può iniziare l'assemblaggio.

Naturalmente, quando si inizia a integrare più soluzioni di realtà aumentata o assistita e di automazione robotica, è necessario pensare alle regole che aiuteranno a determinare la migliore azione successiva per ogni lavoratore e robot mobile autonomo in base alla posizione, ai compiti e alla priorità dei compiti. L'analisi in tempo reale dovrebbe essere usata per guidare i continui miglioramenti del flusso di lavoro. Basta essere sicuri di aggregare i dati da tutti i sistemi aziendali quando si prendono tali decisioni, indipendentemente dalla posizione.

La complessità della catena di approvvigionamento va oltre le quattro mura del magazzino. Nel momento in cui si raggiunge la Fase Quattro, si sarà pronti per iniziare a collegare ciò che sta accadendo all'interno delle quattro mura a ciò che sta accadendo all'esterno delle quattro mura, orchestrando la comunicazione tra i sistemi di magazzino come il cantiere, il trasporto e altri sistemi aziendali. Ognuno può beneficiare della visibilità in tempo reale di ciò che sta accadendo all'interno del magazzino:
- la gestione del piazzale può spostare in modo più efficiente i rimorchi verso le porte delle banchine quando sono disponibili per aumentare la produttività e ridurre al minimo la congestione nel piazzale.
- La gestione dei trasporti avrà visibilità sul numero di pallet in attesa nell'area di stoccaggio, in modo da poter inviare la giusta dimensione e il giusto numero di rimorchi per il ritiro senza una programmazione manuale.

Anche i vostri partner e clienti a valle beneficeranno di una maggiore visibilità. Se state collettivamente cercando di migliorare le prestazioni di distribuzione dell'inventario e limitare il numero di out-of-stock sullo scaffale di un negozio al dettaglio, sapere per quanto tempo una risorsa è rimasta ferma in banchina potrebbe aiutarvi a fare dei cambiamenti che vi permetteranno di portare la merce nelle posizioni di prelievo in avanti il più rapidamente possibile.

In altre parole, guardate oltre le quattro mura quando costruite i sistemi di visibilità al loro interno.

IL VANTAGGIO AGGIUNTO DEGLI INVESTIMENTI TECNOLOGICI DELLA FASE QUATTRO

Man mano che si inizia a mettere online sistemi tecnologici più intelligenti, i responsabili IT avranno accesso a strumenti che consentono loro di gestire in modo proattivo i dispositivi. Per esempio, potrebbero - per la prima volta in assoluto - avere la lungimiranza necessaria per monitorare l'intera flotta, in più siti, e togliere i dispositivi difettosi dal pool di dispositivi prima che arrivino nelle mani dei vostri lavoratori in prima linea e interrompano i flussi di lavoro. Saranno anche in grado di fornire informazioni alle operazioni che aiutano a "dimensionare correttamente" l'allocazione dei dispositivi in base all'utilizzo per sito. Non trascurate o sottovalutate questo tipo di dati operativi. Sono fondamentali per il successo della vostra azienda tanto quanto i dati relativi alle attività che vengono inviati alle prime linee.

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2021. All rights reserved

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi