Briciole di pane



Credibilita', Sicurezza e Precisione: la Tecnologia di Scansione per il Laboratorio

Credibilita', Sicurezza e Precisione: la Tecnologia di Scansione per il Laboratorio

25 Febbraio 2020

I risultati dei test di laboratorio indicano a chi li ha forniti i passi successivi da compiere nel percorso di cura del paziente, quindi è necessario essere sicuri che i risultati consegnati siano giusti e puntuali. Nel seguente articolo tratto dal blog di Zebra e redatto da Rikki Jennings, Chief Nursing Informatics Officer di Zebra Technologies, vediamo come garantire credibilità e precisione alle operazioni di laboratorio.

Sapevate che i test di laboratorio sono la procedura diagnostica più frequentemente ordinata, con oltre tredici miliardi di test eseguiti in oltre 250.000 laboratori clinici certificati ogni anno nei soli Stati Uniti?
O che i team di cure ospedaliere tendono a ordinare più test di laboratorio rispetto ai fornitori di cure mediche ambulatoriali, "nonostante abbiano un numero inferiore di pazienti"?

Considerando il ruolo che i risultati di laboratorio svolgono nel confermare (o escludere) le diagnosi dei pazienti, nell'informare i piani di trattamento e nel monitorare l'efficacia, non c'è da meravigliarsi che le operazioni cliniche di laboratorio siano sotto costante controllo.

Anche se l'influenza precisa che i risultati dei test giocano sull'accuratezza diagnostica è un punto controverso tra i leader sanitari, il fatto è che la qualità dell'assistenza ai pazienti può risentirne se i dati vengono inseriti in modo errato nella cartella del paziente o inseriti nella cartella del paziente sbagliata. Anche i ritardi nella segnalazione possono essere problematici, soprattutto considerando la frequenza con cui i risultati di laboratorio richiedono l'intervento medico e, successivamente, influenzano in qualche modo i risultati dei pazienti.

Alla fin fine, i test di laboratorio sono ancora lo strumento diagnostico primario utilizzato in quasi tutti i contesti sanitari e l'intelligence utilizzabile che generano è molto apprezzata - e generalmente considerata affidabile - da medici e pazienti. Pertanto, i responsabili di laboratorio devono dare la priorità agli investimenti in sistemi tecnologici che riducono i rischi legati ai test e di segnalazione degli errori, che iniziano con la presenza dei giusti sistemi di scansione dei codici a barre.

I Mobile Computer aiutano i laboratori clinici a garantire la credibilità

È stato stimato durante uno studio del 2014 che "gli errori diagnostici si verificano circa 12 milioni di volte l'anno nei pazienti ambulatoriali statunitensi". Un anno dopo, l'Istituto di medicina ha concluso che la maggior parte delle persone sperimenterà almeno un errore diagnostico nella propria vita.

Ora, quanti di questi errori possono essere attribuiti a errori in laboratorio è ampiamente dibattuto. Tuttavia, qualsiasi cosa voi possiate fare per infondere fiducia nella medicina di laboratorio si rivelerà utile, in particolare considerando quanto i fornitori e gli infermieri si basano su test di laboratorio per prendere decisioni di assistenza o, in molti casi, rassicurare i pazienti che tutto va bene.

Se si desidera ridurre il numero di errori diagnostici accreditati per errori relativi al laboratorio, è necessario eseguire tre operazioni:

1. Controllo di potenziali errori derivanti dal processo di raccolta dei campioni. Questi possono includere qualsiasi cosa, dalle fiale dei campioni etichettate in modo errato ai campioni mal gestiti (ovvero mancanza di controllo della temperatura). Ricorda, la raccolta dei campioni nel punto di cura sta avvenendo a una velocità incredibile e gli infermieri possono essere facilmente distratti. Di conseguenza, può essere facile saltare passaggi o leggere erroneamente gli ordini. Spetta ai tecnici di laboratorio verificare due volte che i dati sui flaconcini dei campioni, nonché la qualità e la quantità dei campioni, corrispondano effettivamente agli ordini inviati nel sistema.

2. Implementare un efficace sistema di gestione dell'inventario. Tenere traccia dei campioni può essere impegnativo considerando quante fiale possono arrivare nel corso di una giornata. Ma è fondamentale mantenere la visibilità della loro posizione e dello stato di elaborazione in ogni momento per ridurre il rischio di cattiva gestione, che può portare a risultati di test falsi e sprechi / riordini.

3. Documentare prontamente i risultati nelle cartelle dei pazienti (o tramite altri metodi di comunicazione preferiti dal medico) e verificare nuovamente l'accuratezza degli input. La giusta soluzione di mobilità clinica e il sistema di gestione dei dati possono semplificare questo passaggio.

In effetti, le tecnologie mobili dovrebbero essere utilizzate in tutti e tre i passaggi, suppouna singola scansione, uno scanner di codici a barre come il DS9900 di Zebra consente ai tecnici di laboratorio di recuperare tutti i record relativi a quel campione e...

1. Verificare automaticamente che i dati del paziente, il tipo di campione e il tempo di raccolta - tutti documentati utilizzando la stessa etichetta con codice a barre nel punto di cura - corrispondano alla richiesta di laboratorio che avete di fronte sullo schermo del vostro computer. Potete anche confermare che il test richiesto indicato tramite l'etichetta con codice colore è effettivamente ciò che il fornitore ha ordinato.

2. Aggiornare lo stato di ciascun campione, inclusi la data e l'ora della ricezione in laboratorio, la sua posizione di conservazione, l'ora in cui viene elaborato e le successive azioni intraprese per conservare o distruggere il campione. Il nome di ogni persona che ha gestito il campione può anche essere documentato per aumentare la responsabilità. Questo può essere fatto prima scansionando il campione etichettato e poi un codice a barre sulla carta d'identità di un dipendente o inserendo manualmente il nome della persona. Se il campione viene inviato a un laboratorio di terze parti per l'elaborazione, l'etichetta con codice a barre può anche essere utilizzata per tenere traccia di ciascun trasferimento e verificare che il campione sia stato gestito in modo sicuro ed efficiente.

3. Avviare il flusso di lavoro di reporting. Una volta completato il test, i tecnici di laboratorio possono ancora una volta scansionare l'etichetta del campione per aprire la cartella clinica elettronica (EHR) del paziente corretta e inserire i risultati. A seconda della progettazione dei sistemi informatici, potrebbe essere possibile un trasferimento automatico dei dati di laboratorio dal sistema di test al sistema di reportistica. Tuttavia, la scansione del codice a barre è fondamentale per garantire che le informazioni giuste vengano inviate nel posto giusto al momento giusto (vale a dire nel momento in cui viene verificata la sua precisione e sono pronte per la trasmissione al team di assistenza).

Naturalmente, ci possono essere momenti in cui i tecnici di laboratorio saranno quelli che stamperanno le etichette e marcheranno i campioni. In tal caso, questa guida potrebbe rivelarsi estremamente utile per le vostre decisioni su quali etichette, stampanti e sistemi software potrebbero essere i migliori per garantire i risultati desiderati, incluso il pieno rispetto dei requisiti di sicurezza, privacy e assistenza dei pazienti.

di Rikki Jennings, Chief Nursing Informatics Officer (CINO), Zebra Technologies

Articolo tratto da:
Zebra Blog

Topic:
Healthcare

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2020. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi