Briciole di pane



Rimanere connessi per sfruttare il potenziale dell'Industria 4.0

Rimanere connessi per sfruttare il potenziale dell'Industria 4.0

17 Dicembre 2019

I problemi di connettività specifici del magazzino devono essere affrontati a livello olistico. Ciò significa valutare l'intera operazione non solo in termini di layout fisico, ma anche per tipo, dimensioni e posizione delle merci, movimento anticipato delle stesse, tipi di dispositivi mobili distribuiti, considerazioni sul time-to-load, integrazione dei dati storici di tendenza e varie altre variabili correlate. Nel seguente articolo, tratto da Modern Materials Handling, vediamo come tutto questo serva per sfruttare appieno il potenziale dell'Industria 4.0.

La prima ondata di automazione industriale ha visto l'uso diffuso di computer e sistemi robotici per migliorare la produttività. Ora siamo entrati in un'era, definita Industria 4.0, in cui i sistemi di reti intelligenti vanno oltre il semplice controllo delle macchine tramite sistemi di feedback, cooperazione interdisciplinare, tecnologia IoT e gestione avanzata delle risorse e della domanda per trasformarsi in fabbriche "intelligenti" e operazioni di magazzino.

Industry 4.0 impiega hardware per computer evoluti, tecnologia di sensori estesa, piattaforme di analisi software locali e basate su cloud e reti ampliate per fornire accesso a dati in tempo reale a valore aggiunto a tutti i livelli dell'azienda. Ciò consente azioni e reazioni istantanee, ottimizzazione in termini di tempo e messa a punto di processi e procedure, nonché il mining istantaneo di dati storici per vedere tendenze, modelli, rischi e opportunità. Tutto ciò contribuisce alla promessa dell'Industria 4.0: quella di ottimizzare le operazioni e massimizzare la produttività a tutti i livelli.

Tuttavia, tutti i sistemi, anche quelli elaborati e sofisticati come un'installazione di Industry 4.0 ben oliata, sono forti solo quanto il loro anello più debole. Hardware, software, sensori, connettività cloud, sistemi di interfaccia umana e una miriade di altre cose possono essere tutti i collegamenti più deboli, tenendo così in pugno sia l'IT che la forza lavoro. Nelle operazioni di magazzino, il più delle volte, quel collegamento debole è la connettività di rete. Perché è così e come può essere risolto?

Il problema è che, a differenza degli uffici aziendali o di molte altre operazioni, i magazzini non sono statici. È fissa solo una parte di un magazzino, la struttura. Tutto il resto è in costante stato di flusso. Le merci vengono spostate e immagazzinate in varie località. Nulla rimane a lungo nello stesso posto. Anche il personale è mobile, immagazzina merci, preleva gli ordini e li sposta a piedi o con carrelli elevatori e altri veicoli. I camion vanno e vengono. Ci sono banchine di carico, gru, aree di imballaggio. Tutto cambia continuamente e un ambiente così dinamico ha un impatto enorme sulla connettività.

Una solida connettività è la linfa vitale di ogni magazzino. Eppure, la connettività affidabile rimane un problema frustrante in troppe operazioni. Questo perché mentre una parte di un sistema di comunicazione di magazzino può essere cablata, la parte mobile non può. Lavoratori con palmari, operatori di carrelli elevatori con supporti per veicoli, camion con computer di bordo e qualsiasi altra cosa che si sposta richiede una comunicazione wireless. Ciò significa WiFi sicuro, protetto, affidabile e duraturo. Facile, si potrebbe pensare. Il WiFi è una tecnologia matura.

Ma in un magazzino il WiFi non è così facile. Inizia con il numero di punti di accesso richiesti. Uno è necessario per circa ogni 800 piedi quadrati. Sono 20 per il magazzino medio negli Stati Uniti (16.400 piedi quadrati, per dati governativi) e possono essere facilmente centinaia di access point per operazioni di magazzino più grandi. L'IT ha decenni di esperienza nell'installazione di sistemi wireless anche di grandi dimensioni in edifici per uffici o in officina, ma i magazzini sono diversi in diversi modi critici.

Una copertura stabile e affidabile dipende dalla potenza del segnale e dall'eliminazione dei punti deboli. È abbastanza facile da gestire in impostazioni statiche in cui le cose non si muovono. Ma nei magazzini lo fanno. La varietà e il volume delle merci, le posizioni di stoccaggio in continuo cambiamento e i diversi materiali di imballaggio che possono riflettere o assorbire segnali (come cartone, liquidi e prodotti alimentari) che influiscono tutti sulla rete. La potenza del segnale varia e i punti morti possono materializzarsi ovunque. Aggiungete a ciò la presenza quasi certa di più reti (magazzino, spedizione, produzione, trasporto, ospiti, ecc.) e il roaming diventa un problema, così come le disconnessioni, le identificazioni di sicurezza dell'accesso e tutti i tipi di rallentamenti frustranti e che uccidono la produttività e si riavvia.

La mobilità intrinseca nel magazzino lo rende molto peggio. Tutti e tutto è costantemente in movimento. La solida connettività wireless non si basa solo sul tipo, l'affidabilità, il posizionamento e la gestione efficace dei punti di accesso, ma anche sul tipo, posizione e prestazioni dei dispositivi mobili che inviano e ricevono dati. Se una parte si rompe, la promessa e i vantaggi dell'Industria 4.0 se ne vanno. I gestori del magazzino non possono raggiungere il loro obiettivo. I lavoratori sono frustrati, i clienti sono scontenti, ne risente la produttività e la redditività dell'intera operazione di magazzino. Cosa si può fare per evitare tali sfide?

Una soluzione è quella di affrontare i problemi a livello di dispositivo mobile. Molti sistemi sono progettati per le normali operazioni Wi-Fi per ufficio, ma non dipendono da una distribuzione del magazzino molto più impegnativa. Possono avere antenne singole con scarse prestazioni di roaming. La posizione delle antenne può essere tale da impedire prestazioni ottimali. I moduli wireless stessi possono essere marginali sia in termini di prestazioni che di robustezza, e non adatti alle esigenze delle operazioni di magazzino. La potenza del segnale potrebbe essere insufficiente. A parte questo, i dispositivi potrebbero semplicemente non essere adatti per le implementazioni di magazzino. Il funzionamento può essere confuso e incoerente tra i dispositivi. I palmari o i tablet non possono essere bloccati con immagini personalizzate che impediscono distrazioni e il passaggio accidentale o intenzionale ad altre reti. Tutto ciò deve essere affrontato.

Nel complesso, i problemi di connettività specifici del magazzino devono essere affrontati a livello olistico. Ciò significa valutare l'intera operazione non solo in termini di layout fisico, ma anche per tipo, dimensioni e posizione delle merci, movimento anticipato delle stesse, tipi di dispositivi mobili distribuiti, considerazioni sul time-to-load, integrazione dei dati storici di tendenza e varie altre variabili correlate.

Un numero crescente di operazioni di magazzino sta procedendo su questa strada, spesso assistendo l'IT interno esternalizzando la progettazione e la gestione della rete a fornitori che offrono "Wi-Fi as a Service" (WaaS). WaaS è offerto da fornitori specializzati del settore come soluzione LAN chiavi in ​​mano a livello aziendale basata su un'analisi dettagliata da parte di esperti di un'operazione di magazzino. Il fornitore WaaS quindi progetta, implementa e ottimizza una rete Wi-Fi gestita in modo proattivo che prende in considerazione ogni dettaglio di una specifica configurazione del magazzino. Di solito ciò include un centro operativo di rete 24/7 che monitora continuamente le prestazioni della rete, l'integrità e l'ottimizzazione generale, spesso in combinazione con HaaS - Hardware as a Service, fornendo e mantenendo così l'ottimizzazione delle attività anche sul lato hardware mobile e montato sui veicoli.

Ciò che equivale a tutto questo non è altro che sfruttare il potenziale di Industry 4.0 per il magazzino. Poche cose sono tutte uguali, e meno di tutte le impostazioni e operazioni industriali. Nel magazzino, la chiave del successo è la personalizzazione della rete, adattandola, concentrandosi su ciò che conta e assicurandosi che le aree cruciali funzionino correttamente.

Articolo tratto da:
Modern Materials Handling

Topic:
Edge Mobility

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2020. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi