Briciole di pane



"Più inclusiva diventa la nostra cultura, maggiore sarà l'innovazione che possiamo guidare": un'intervista ad Anders Gustafsson

16 Dicembre 2019

Anders Gustafsson, CEO di Zebra Technologies, aveva già ricoperto la carica di amministratore delegato prima di entrare in Zebra nel 2007. Quindi, in qualità di esperto, Ladders l'ha intervistato per poter ascoltare i suoi pensieri riguardanti il ruolo del CEO, il futuro del business e sull'impostare la visione per l'azienda.

Qual è il rischio di carriera più grande che tu abbia mai preso, ma che alla fine ha ripagato?

"Il rischio più grande che ho preso e che si è rivelata un'ottima decisione è stato quello di acquisire il business Enterprise di Motorola Solutions nel 2014. Era un rischio finanziario, operativo e strategico, ma mi sentivo essere necessario per portare Zebra a un nuovo livello di crescita e consolidare la nostra posizione non solo come azienda di prodotto, ma come un vero fornitore di soluzioni. È stato un compito scoraggiante da assumere, integrando due grandi aziende non solo dal punto di vista operativo, ma culturale e, più di cinque anni dopo, guardo indietro e posso dire con orgoglio che abbiamo creato con successo "One Zebra", sperimentando una crescita significativa da allora".

Per te, qual è la parte più divertente dell'essere CEO?

"Adoro poter connettermi con un gruppo eterogeneo di persone, lavorando con loro per costruire e innovare nuove cose. Ho avuto il privilegio di lavorare con alcuni dei migliori dipendenti, clienti, partner di tutto il mondo, ognuno dei quali mi insegna qualcosa di nuovo in ogni interazione, progetto e sfida. Proprio di recente, ho avuto una giornata in cui ho iniziato a collaborare con un potenziale cliente nel loro sito operativo, per poi tornare alla sede centrale di Zebra con 18 dipendenti Zebra in un'intima tavola rotonda rigaurdante la nostra cultura. L'ampiezza e la profondità di ciò che faccio è così immensa, ma la parte coerente di ciò che amo a riguardo sono le interazioni che sono in grado di avere."

Cosa ti eccita di più in Zebra in questo momento?

"Il nostro potenziale di crescita e la realizzazione della nostra visione di Enterprise Asset Intelligence. Abbiamo piazzato alcune grandi scommesse in settori come l'analisi prescrittiva, l'automazione intelligente e la visione artificiale e vediamo quelli che iniziano a pagare mentre i nostri clienti continuano a operare in ambienti più automatizzati e basati sui dati. Zebra si è posizionata bene per basarsi sulla sua attività legacy che è radicata in prodotti leader del settore, investendo strategicamente anche in tendenze future che ci consentono di assumere in modo univoco il ruolo di leader in settori che alcuni dei nostri concorrenti non hanno nemmeno iniziato ad affrontare. La combinazione crea un momento molto emozionante nella storia di Zebra e uno che ci preparerà per il successo futuro".

Quando sei arrivato in Zebra nel 2007, c'era una visione prefissata per l'azienda? Come hai cambiato o continuato a far valere quella visione durante il tuo mandato aziendale?

"La visione di Zebra è sempre stata radicata nell'innovazione, che è un qualcosa che portiamo avanti anche oggi. Tuttavia, la visione dell'innovazione era focalizzata sull'essere un'azienda di stampanti: molto focalizzata sull'hardware, molto ristretta. La nostra visione oggi si basa sul nostro impegno per l'innovazione, ma prende un perno significativo, concentrandosi su soluzioni complete e end-to-end che rendono visibili, connessi e utilizzati in modo ottimale tutti gli asset e i lavoratori ai limiti dell'azienda. Senza dubbio i nostri prodotti leader del settore sono il cuore della nostra azienda, ma nel corso degli anni ci siamo spostati a pensare davvero all'innovazione in modo olistico, sfidandoci a pensare al problema che stiamo cercando di risolvere per primi e a progettare una soluzione completa. "

Come pensi che il futuro del lavoro giocherà un ruolo nelle operazioni di Zebra?

"Stiamo già assistendo a tendenze future del lavoro che incidono sul modo in cui facciamo affari internamente. Dal punto di vista aziendale, siamo più mobili e flessibili che mai. Abbiamo molti dipendenti remoti e globali che fanno affidamento sulla tecnologia per rimanere in contatto senza dover essere nella stessa stanza. Stiamo anche ridisegnando molti dei nostri spazi per uffici per renderli più collaborativi e aperti per aumentare la produttività e soddisfare le preferenze lavorative in evoluzione delle nuove generazioni. Siamo inoltre impegnati nell'inclusione e nella diversità mentre costruiamo il talento necessario per raggiungere la nostra visione. Più inclusiva diventa la nostra cultura, maggiore sarà l'innovazione che possiamo guidare, il che porterà a una diversità ancora maggiore".

Che tipo di tratti cerchi nei dipendenti?

"Zebra non sarebbe la società che è oggi senza i suoi dipendenti. Le nostre persone sono ciò che ha permesso a Zebra di resistere in modo univoco alla prova del tempo nello spazio tecnologico. Abbiamo appena festeggiato il nostro 50° anniversario e non è una cosa da poco nel nostro settore. Ci sono così tanti talenti che hanno le capacità tecniche per fare il loro lavoro, quindi cosa rende speciale una Zebra? È la nostra reciproca curiosità, passione e atteggiamento positivo. Per avere successo qui, devi innanzi tutto portare queste tre cose sul tavolo."

Come descriveresti la cultura aziendale di Zebra?

"La cultura Zebra è così incredibile e qualcosa che siamo stati orgogliosamente in grado di creare e sviluppare nel corso degli anni nonostante la rapida crescita. Zebra è una comunità dinamica di costruttori, realizzatori e risolutori di problemi che hanno il potere di portare il loro sé autentico a lavoro ogni giorno. Offriamo ai nostri dipendenti l'opportunità di definire i propri percorsi, promuovendo al contempo un ambiente competitivo che prospera attraverso la collaborazione. Ci aspettiamo grandi cose dal nostro personale, ma ti forniremo gli strumenti e la partnership necessari per avere successo.
Soprattutto, Zebra è orgogliosa di rimboccarsi le maniche per fare le cose e superare le aspettative dei nostri clienti. Dico alla gente se ti piace essere innovativo, correre rischi e divertirti con colleghi incredibili lungo la strada, Zebra è il posto che fa per te."

Che consiglio daresti a qualcuno che deve svolgere un colloqui in Zebra?

"Sii te stesso. Zebra ha successo in funzione della diversità di pensiero, approcci e culture che portano le nostre persone. Vogliamo vedere questo venir fuori quando incontriamo i candidati. E fate le vostre ricerche. Non siamo più "un'azienda di stampanti" e non lo siamo più da un po' di tempo. Vai su Zebra.com, visitate i nostri profili social su LinkedIn e Facebook, scoprite l'evoluzione della soluzione che abbiamo guidato e preparatevi ad avere un punto di vista al riguardo."

Articolo tratto da:
Ladders

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2020. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi