Briciole di pane



Un approccio evolutivo alla Digitalizzazione della Supply Chain

Un approccio evolutivo alla Digitalizzazione della Supply Chain

06 Dicembre 2019 L'implementazione di soluzioni connesse nella supply chain aiuta in modo iterativo ad ottenere dei guadagni, sia in termini economici che di produttività ed efficienza dei processi, poiché anche una soluzione IIoT di base può già favorire miglioramenti operativi. Nel seguente articolo, tratto da Supply Chain Management Review, analizziamo i quattro passaggi chiave che favoriscono l'adozione di una soluzione per la digitalizzazione della catena di fornitura.

Secondo un recente sondaggio condotto da Geodis, il 77% delle imprese afferma di avere una visibilità limitata nelle proprie supply chain, con conseguenti frequenti ritardi nella consegna e disallineamenti tra domanda e offerta. La buona notizia è che questi problemi possono essere mitigati con l'Internet of Things industriale (IIoT). Applicato per l'ottimizzazione della catena di approvvigionamento, IIoT affronta la causa principale delle inefficienze - la mancanza di dati rapidi e affidabili - e quindi ne elimina le conseguenze.

Per realizzare i vantaggi promessi, le aziende possono iniziare l'implementazione di soluzioni basate su IIoT con un'architettura di base e quindi espanderla sia in verticale (aggiungendo nuovi componenti di architettura e migliorando le capacità tecniche della soluzione) che in orizzontale (usando l'infrastruttura tecnologica stabilita per digitalizzare un altro segmento della catena di fornitura).

In questo articolo, mostreremo come implementare le soluzioni IIoT per la catena di approvvigionamento in un modo che consenta di aumentare l'agilità dei processi senza incorrere in investimenti eccessivi.

Quattro passaggi per la digitalizzazione della catena logistica

Le supply chain manifatturiere sono complesse in termini di numero di player che comprendono (ad es. fornitori di materiali, gestori di approvvigionamento, acquirenti, gestori di inventario, ecc.) e di interazioni tra questi attori. La realizzazione di una soluzione IIoT in grado di soddisfare contemporaneamente le esigenze di tutti i partecipanti alla catena di approvvigionamento è un'iniziativa ad alta intensità di sforzo che non è pratica dal punto di vista degli investimenti. Uno scenario molto più fattibile è optare per l'approccio iterativo alla digitalizzazione della catena logistica, che prevede i seguenti passaggi:

- Fase 1. Valutare l'attuale livello di visibilità della supply chain e identificare i segmenti della meno trasparenti, ad esempio approvvigionamento, deposito, consegne in uscita.
- Fase 2. Implementazione di una soluzione IIoT di base basata su un'architettura semplice e flessibile per ottimizzare i segmenti della catena di approvvigionamento con la massima trasparenza.
- Fase 3. Amplificazione della funzionalità della soluzione con componenti avanzati come analisi predittiva e applicazioni di controllo (espansione verticale).
- Fase 4. Estensione dell'ambito della soluzione ad altri segmenti della supply chain (espansione orizzontale).

Fase 1.
Valutare la visibilità della supply chain e identificare il punto di partenza della trasformazione

Una trasformazione efficace della catena di approvvigionamento inizia con una valutazione completa della sua visibilità. Per questo, è fondamentale identificare quali dati sulle operazioni della supply chain sono disponibili per gli attori e in quale misura i dati disponibili sono accurati, aggiornati e rappresentativi della realtà.

Dopo aver scoperto i difetti di visibilità esistenti, determinare quali segmenti della catena di approvvigionamento sono maggiormente interessati dalla disponibilità limitata di dati. Supponiamo che produciate prodotti sensibili alla temperatura. Una volta caricati i prodotti sui camion, perdi la traccia delle condizioni dei prodotti e ricevi il feedback dei tuoi clienti sulla qualità dei prodotti solo al momento della consegna. Per risolvere questo problema, ha senso avviare la trasformazione digitale della catena di approvvigionamento con il monitoraggio delle condizioni del prodotto nel segmento delle consegne in uscita dotando i camion di sensori di temperatura e collegando i sensori al software cloud.

Fase 2. Trasformare la catena di approvvigionamento

Indipendentemente dal segmento della catena logistica che scegli di digitalizzare per primo, ha senso avviare un'implementazione della soluzione IIoT con un'architettura di base abbastanza flessibile da consentire un'ulteriore espansione. Un'architettura IIoT che costituisce la base di soluzioni per la gestione della catena di approvvigionamento di solito comprende i seguenti livelli:

- Livello di raccolta dati: A seconda dello scopo di una soluzione, il livello di raccolta dati può comprendere tag RFID (usati per tracciare le posizioni e le proprietà degli articoli) o sensori (usati per monitorare la temperatura, l'umidità e altri parametri ambientali in cui i prodotti sono immagazzinati e trasportati) collegato a pacchetti di prodotti, casse, scaffali di magazzino o camion utilizzati per il trasporto del prodotto.

- Livello filtro dati: Il livello filtro dati è presentato da gateway di campo e cloud. I gateway di campo sono dispositivi hardware che fungono da collegamento tra sensori, lettori RFID e la parte cloud di una soluzione IoT. I gateway sul campo prendono i dati dai sensori e / o dai lettori RFID e li pre-elaborano, tra cui aggregazione e filtro dei messaggi. I gateway cloud garantiscono una trasmissione dei dati fluida e sicura tra i gateway archiviati e la parte cloud di una soluzione IIoT.

- Livello di archiviazione dei dati: Il livello di archiviazione dei dati è composto da un data lake e un big data warehouse. Un data lake archivia tutti i dati in arrivo nella sua forma grezza. Una volta che i dati sono necessari per l'analisi, vengono estratti da un data lake e caricati in un big data warehouse. Oltre ai dati sulle posizioni degli articoli e sulle condizioni ambientali raccolti dai tag e dai sensori RFID, il big data warehouse memorizza metadati (ad esempio, le informazioni sui tempi e le posizioni di installazione dei lettori RFID), nonché informazioni contestuali - dati di vendita passati dei prodotti, cifre della domanda regionale, ecc. - recuperate dall'ERP.

- Livello analitico descrittivo: Il livello analitico descrittivo consente di trovare tendenze e correlazioni nei dati recuperati da tag e sensori RFID e visualizzare gli approfondimenti ottenuti sotto forma di report di facile comprensione. Ciò consente ai player della catena di approvvigionamento di ottenere una visione d'insieme di aspetti relativi alla gestione della supply chain come la disponibilità e la distribuzione dell'inventario, gli stati delle consegne in entrata e in uscita e altro ancora.

- Livello di comunicazione dell'utente: Il livello di comunicazione dell'utente consente la comunicazione bidirezionale tra gli specialisti della catena di approvvigionamento e un sistema IIoT. Ad esempio, uno specialista può utilizzare una rete o un'applicazione mobile per richiedere informazioni da un sistema IIoT (ad es., Ricerca di articoli del prodotto, controllo delle proprietà degli articoli) e fornire a un sistema IIoT ulteriori informazioni di contesto (ad es. Aggiungere proprietà alla descrizione di un SKU).

Passaggio 3. Amplifica la funzionalità della soluzione

Una volta implementata una soluzione IIoT di base e che guida miglioramenti operativi e di business, potresti voler considerare di espandere le capacità tecniche della soluzione integrando i seguenti componenti avanzati:

- Analisi predittiva: L'analisi predittiva consente di ricavare approfondimenti fruibili da più fonti di dati e di rilevare le combinazioni di fattori che incidono sull'efficienza della catena logistica. Una delle aree in cui l'analisi predittiva favorisce miglioramenti sostanziali è l'ottimizzazione dell'inventario. Per l'ottimizzazione dell'inventario, un set di dati che include dati storici sulle vendite, cifre della domanda regionale e informazioni sugli attuali volumi di inventario in più strutture di archiviazione viene eseguito attraverso algoritmi di machine learning (ML). Gli algoritmi ML rilevano le correlazioni nascoste nei dati per raccomandare i volumi di inventario richiesti per il prossimo ciclo di produzione e offrono la possibilità di distribuire l'inventario tra le strutture di stoccaggio in base alla domanda e alla stagionalità regionali.

- Applicazioni di controllo: Le applicazioni di controllo consentono a una soluzione IIoT di funzionare con un certo grado di automazione. Ad esempio, una soluzione di gestione dell'inventario basata su IIoT può essere integrata con un sistema di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria (HVAC) per fornire regolazioni della temperatura in tempo reale. Il componente analitico di una soluzione IIoT analizza i dati dei sensori di temperatura installati in un magazzino rispetto ai dati sulle condizioni di conservazione raccomandate dei prodotti e il loro periodo di conservazione per regolare dinamicamente la temperatura del magazzino. Quindi le applicazioni di controllo inviano un comando agli attuatori del sistema HVAC per regolare la temperatura al fine di mantenere adeguate condizioni di conservazione del prodotto.

Passaggio 4. Estendere l'ambito della soluzione ad altri segmenti della supply chain

Quando vedi che una soluzione IIoT paga in un determinato segmento della catena di approvvigionamento, puoi utilizzare l'infrastruttura stabilita per far funzionare IIoT anche per un altro segmento.

Ad esempio, un produttore utilizza un sistema di tracciamento dell'inventario per rilevare le posizioni dei loro articoli di inventario in una struttura di produzione e un magazzino locale.

L'azienda vede il valore guidato dalla soluzione di tracciamento dell'inventario e decide di estendere l'ambito della soluzione al monitoraggio delle consegne in uscita e all'evasione degli ordini. Il produttore distribuisce una rete di lettori RFID nei centri di distribuzione regionali e collega i lettori al software cloud già disponibile. Ora che i prodotti con etichetta RFID vengono consegnati ai centri di distribuzione, vengono automaticamente scansionati dai lettori RFID, che trasmettono le informazioni al software cloud. Il produttore può monitorare in remoto se tutti i prodotti richiesti vengono consegnati e se l'ordine viene evaso in tempo.

Riassumendo


L'implementazione di soluzioni connesse alla catena di approvvigionamento in modo iterativo aiuta a iniziare a ottenere in anticipo un profitto, poiché anche una soluzione IIoT di base può già portare miglioramenti operativi. Per poter ridimensionare, assicurati che l'architettura iniziale sia abbastanza flessibile da consentire l'integrazione di nuovi moduli di architettura e l'estensione della funzionalità della soluzione ad altri segmenti della supply chain.

Articolo tratto da:
Supply Chain Management Review

Topic:
Digital Supply Chain

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti su multimac.it è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi