Briciole di pane



Cosa devono fare le Aziende di Logistica per interfacciarsi con la Generazione Z

Cosa devono fare le Aziende di Logistica per interfacciarsi con la Generazione Z

30 Agosto 2019 La Generazione Z comprende tutti i nati tra la fine degli anni '90 e il 2010: alcuni di loro quindi stanno già entrando nel mondo del lavoro e rappresentano un bacino d'utenza del tutto particolare. Per potersi interfacciare con loro, le aziende di logistica dovranno fare sempre più attenzione ad elementi quali coscienza sociale, rispetto ambientale, servizi a valore aggiunto, responsabilità e rispettabilità. Vediamo come, nel seguente articolo tratto da Longitudes.

L'industria logistica è pronta per la Generazione Z? Esatto, proprio quando si pensava di avere a che fare con i millennial, la generazione successiva sta entrando in età adulta ed è pronta a scuotere le cose. Allora, chi sono questi Gen-Z e cosa vogliono?

Il "chi" è facile: i membri della Generation Z sono nati tra la fine degli anni '90 e il 2010. Ciò significa che alcuni membri di questa coorte sono già laureati e che stanno entrando nel mondo del lavoro.

Ma cosa vogliono? In una parola, tutto: uguaglianza, trasparenza, comunicazione costante, equilibrio tra lavoro e vita privata, giustizia sociale e altro ancora.

La Generatione Z non si accontenterà di fare le cose alla vecchia maniera e non tollererà aziende che non corrispondono ai loro valori. Sono "la generazione più fiduciosa, socialmente consapevole e imprenditoriale del nostro tempo".

Le aziende di spedizioni e logistica dovranno cambiare se vogliono prosperare. Che cosa dobbiamo fare?

Qui ci sono tre cambiamenti essenziali che le aziende logistiche devono fare:

1. Dimostrare una coscienza sociale

Non preoccupatevi, grandi marche: Gen Z vuole lavorare con voi. Ma dovrai dimostrare che ti interessa più del semplice profitto.

Inizia con l'ambiente. Ricordate quanto sono arrabbiati i millennial per il fatto che le generazioni precedenti hanno rovinato il pianeta? La Gen Z porta la stessa rabbia, e spesso si rivolgono ai social media per condividere i loro pensieri.

Per la Gen Z, fare bene e fare del bene non possono escludersi a vicenda. Cercheranno tutti gli spedizionieri - terra, aria e mare - per trovare il modo di essere più ecologicamente sani. E il costo aggiuntivo? Beh, a loro sta bene pagare un po' di più se questo aiuta il pianeta.

Tutti sanno che questi cambiamenti su larga scala non avvengono da un giorno all'altro, quindi le aziende di logistica devono iniziare a fare aggiustamenti ora.

2. Dare un grande servizio

La Gen Z è tutt'altro che ingenua, e capiscono che la maggior parte dei prodotti non sono unici: possono ottenere la stessa cosa da qualche altra parte, e hanno tutto Internet per trovarla. Per conquistare i cuori della Generazione Z, le aziende devono concentrarsi sull'esperienza.

Allora, cosa cerca la Generatione Z?

- Valore. Sono disposti a spendere di più, ma si aspettano del valore. Fanno le loro ricerche e si aspettano il meglio.
- Velocità e facilità. Non fatevi ingannare dai rapporti che la Gen Z ha un intervallo di attenzione di otto secondi: In realtà hanno un filtro di otto secondi. Sono abituati a ordinare grandi quantità di informazioni in tempo record, e ti danno circa otto secondi prima di passare a qualcos'altro. Interfacce ingombranti e lunghi tempi di attesa manderanno i compratori della Gen Z da un altro fornitore.
- Comunicazione costante. Questo gruppo si aspetta già una comunicazione regolare. Servizi come UPS MyChoice® offrono avvisi di consegna e aggiornamenti costanti sullo stato di un pacchetto, un'aspettativa - piuttosto che un vantaggio - per questa popolazione. Cercate altre aziende per offrire aggiornamenti proattivi via e-mail e di testo per tenere il passo con la sete di informazioni della Gen Z.
- Flessibilità. Secondo SmartCompany, "la Generation Z e i millennial vogliono che le consegne funzionino per loro, non il contrario: la sfida per le aziende è soddisfare le loro richieste di maggiore flessibilità, comprese le consegne nei fine settimana, il giorno successivo e dopo l'orario di lavoro". La Gen Z è impegnata e vuole che le aziende collaborino attivamente con loro.

3. Prepararsi alla responsabilità

Come la generazione più esperta di tecnologia di sempre, Gen Z capisce il potere che esercitano nella scrittura di recensioni online.

Secondo il nuovo UPS Pulse dell'Online Shopper, più di un terzo dei consumatori globali pubblicherà una recensione negativa sul sito web di un rivenditore, mentre almeno il 20% pubblicherà una recensione negativa sui social media. E, naturalmente, è molto più probabile che le persone scrivano recensioni negative che positive.

Negli anni a venire, le aziende intelligenti presteranno molta attenzione alle recensioni online poiché la nuova generazione le porta ad un nuovo livello. La gestione della reputazione online deve diventare una parte centrale della strategia di marketing di qualsiasi azienda.

Prima di imparare a lavorare con la prossima generazione, le aziende devono padroneggiare un elemento importante: il rispetto.

È facile guardare in basso ai "bambini oggi", ma questi stessi bambini determineranno il domani della vostra azienda.

Articolo tratto da:
Longitudes

Topic:
Digital Supply Chain

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi