"Costruire catene di fornitura più intelligenti che consentano la connessione tra imprese, lavoratori e consumatori in un mondo a metà tra fisico e digitale."

Le aziende sono entità globali con Supply Chain complesse alle quali è richiesta una sempre maggiore agilità ed un time-to-market il più rapido possibile; garantire la soddisfazione dei clienti e sviluppare la loro fedeltà non è solo ciò che guiderà il loro successo e la loro crescita, ma è anche ciò che determinerà se continueranno a prosperare nel lungo termine.

È così che i processi della Supply Chain diventano la spina dorsale delle organizzazioni, e la corretta visibilità di ogni nodo consente il bilanciamento di tutto l'ecosistema. L'innovazione e la digitalizzazione dei processi assumono un ruolo primario nello sviluppo delle imprese, perché consentono di ottenere estrema visibilità, flessibilità e gestione della filiera.

Strategia e tecnologia permettono di guidare le operazioni in tempo reale trasferendo intelligenza aumentata ad ogni operatore tramite l'analisi di dati storicizzati, unita all'interpretazione del momento stesso in cui si ha il bisogno di informazioni.

La contaminazione digitale rende i processi più efficaci estendendo i confini della visibilità umana, dando risposte costanti e geolocalizzando asset e uomini all'interno di plant produttivi e logistici.

Da una modalità System of Record, dove è sempre stato l'uomo ad iniziare la domanda ed il sistema a rispondere, si va verso una modalità System of Reality, dove è la macchina che interagisce continuamente con l'uomo lavorando nell'ottica di fornire la prossima miglior mossa.

Mission

Richiedi informazioni

Informazione necessaria
Informazione necessaria
Informazione necessaria
Informazione necessaria
Informazione necessaria

Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati

Cliccando sul pulsante di invio, esprimo il mio consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell'informativa incluso l'eventuale trattamento in Paesi membri dell'UE o in Paesi extra UE.

EMAIL: info@multimac.it

TELEFONO: 800 593 293
Dal Lunedì al Venerdì, 8:00-18:00

COMPANY INFO
Multimac Srl
Via W. Baffin, 10
35136 Padova - Italy
Codice fiscale: 01633140239
Partita IVA: IT01281830289
Sdi: M5UXCR1
Anno di fondazione: 1976
R.E.A. : PD – 196842

09 giugno 2022

Trasformare la visibilità della Supply Chain in Creazione di valore grazie all'orchestrazione di risposte ed esecuzioni intelligenti lungo tutta la catena di fornitura.

L'evoluzione della torre di controllo della Supply Chain passa dalla visibilità end-to-end all'esecuzione autonoma, supportando nuovi modi di lavorare e guidando nuovi risultati di business in tutta la rete di fornitura per contribuire ad aumentare il valore aziendale.

Più che mai, le aziende oggi, soprattutto con le attuali sfide in corso, riconoscono quanto la visibilità e la resilienza della rete di fornitura possa essere utile per gestire le interruzioni e bilanciare domanda e offerta. Nella ricerca di visibilità e di una maggiore centralità del cliente, sempre più aziende hanno implementato o stanno pensando di implementare una torre di controllo della supply chain (control tower (SCCT)). Il problema è che le SCCT, come molte aziende le definiscono, spesso non sono in grado di di fornire tutto il valore necessario per vincere nell'ambiente odierno. Una torre di controllo fornisce visibilità. Ma una vera SCCT fa molto di più.

Prendiamo ad esempio un noto produttore mondiale di elettrodomestici. Mentre affrontava le carenze di approvvigionamento a livello globale e l'aumento della domanda dei clienti a causa della pandemia, il produttore di elettrodomestici ha colto l'opportunità di accelerare le proprie capacità di supply chain digitale. Sfruttando le capacità delle torri di controllo e le nuove modalità di lavoro, il produttore è stato in grado di ridurre gli arretrati degli ordini grazie al tracciamento in tempo reale delle merci dagli impianti di produzione ai centri di distribuzione e sfruttando l'apprendimento automatico per migliorare le allocazioni dei prodotti con disponibilità limitata. Nel caso in questione, il valore non è stato raggiunto solo attraverso la visibilità, ma grazie all'orchestrazione di risposte ed esecuzioni intelligenti lungo tutta la catena di fornitura.

La torre di controllo implementata dal produttore incarna le capacità dei veri SCCT. I veri SCCT possono fornire una migliore visibilità, una modellazione degli scenari e un'esecuzione intelligente che contribuiscono a rendere le reti di fornitura più centrate sul cliente, sostenibili, reattive e agili. Possono aiutare le aziende ad anticipare e prevedere continuamente i cambiamenti del mercato e i rischi associati in tutta la rete di fornitura. Possono consentire alle catene di fornitura di comprendere a fondo i clienti, anticipare e modellare le loro esigenze a breve e a lungo termine e coinvolgere ogni cliente o segmento di cliente con livelli di servizio ed esperienze personalizzate. Possono contribuire ad accrescere la fiducia nel marchio, fornendo trasparenza e tracciabilità della rete di fornitura fino al consumatore. Inoltre, aiutano le aziende ad orientarsi continuamente verso operazioni sempre più autonome. Infatti, in un recente sondaggio di Accenture, il 72% dei "maestri" della supply chain ritiene che tali capacità di torre di controllo saranno fondamentali per consentire la crescita guidata dall'esperienza del cliente.

Che cos'è un SCCT?

Un SCCT è molto più di una tradizionale torre di controllo. Comprende persone, processi, nuovi modi di lavorare, infrastrutture tecnologiche e dati che, combinati, possono consentire a un'azienda di orchestrare in modo proattivo le funzioni della supply chain e le reti di fornitura più ampie per contribuire ad aumentare il valore aziendale. Ad esempio, un SCCT utilizza un gemello digitale con agenti intelligenti per identificare in modo proattivo le interruzioni entro una finestra di esecuzione a breve termine. (Secondo l'87% dei dirigenti della supply chain, i gemelli digitali consentono una maggiore agilità a livello aziendale). Un SCCT impiega anche l'informatica avanzata per definire in modo intelligente le priorità e rispondere alle eccezioni in tutte le operazioni dell'azienda. Incorpora capacità interfunzionali in continua evoluzione e strutture organizzative che si estendono alla rete di fornitura per aiutare a raggiungere gli obiettivi e le metriche chiave. Inoltre, può contribuire a fornire un filo conduttore digitale per collegare i dati lungo la catena del valore e consentire nuove modalità di lavoro e risultati aziendali.

Un SCCT comprende quattro pilastri:

1_ Funzionalità basate su casi d'uso
Un SCCT non è una soluzione tecnologica "plug-and-play". Richiede alle aziende di identificare casi d'uso specifici che si tradurranno in valore aziendale. Questi casi d'uso saranno abilitati dalle capacità della torre di controllo di visibilità, avvisi predittivi, modellazione di scenari digital twin ed esecuzione operativa automatizzata che, combinati, consentono all'SCCT di prevedere e rispondere rapidamente, ottimizzando l'esecuzione della rete di fornitura.

Visibilità e gestione delle prestazioni
- Cruscotti KPI
- Dati in tempo reale
- Ricerca e reportistica

Avvisi predittivi
- Logica basata su regole aziendali
- Avvisi con livelli di gravità
- Preditori di prestazioni chiave

Risposta rapida
- Analisi di ottimizzazione
- Simulazioni - scenari "e se?
- Analisi delle cause profonde

Ottimizzazione e orchestrazione E2E
- Distribuzione di informazioni e piani d'azione
- Conformità dell'esecuzione
- Esecuzione collaborativa

2_ Nuovi modi di lavorare
Un SCCT trasforma le operazioni della catena di approvvigionamento esistente e la rete di approvvigionamento più ampia, il che comporterà cambiamenti nei processi organizzativi e nei ruoli esistenti per gestirlo. Ad esempio, un SCCT richiederà nuovi ruoli che bilancino i compromessi interfunzionali e tra le varie entità, migliorino gli algoritmi di automazione e integrino la modellazione predittiva con l'esecuzione operativa. Inoltre, promuovendo una maggiore collaborazione, un SCCT richiede anche nuove metriche e processi di performance incentrati sul cliente, che possono contribuire a creare migliori benefici per l'intera rete.

Responsabilità interfunzionale e KPI
- Costo del servizio
- Ordine perfetto
- Punteggio netto del promotore
- Prestazioni ESG (ambientale, sociale, di governance)
- Tempi di ciclo dell'ordine

3_ Architettura tecnologica flessibile
Un SCCT è costruito su architetture di sistema disaccoppiate basate sul cloud, che sono fondamentali per l'espansione dell'SCCT ad altre entità e casi d'uso funzionali, man mano che le esigenze aziendali lo richiedono e la capacità tecnologica del mercato matura.

4_ Strategia e governance dei dati solide
Ogni organizzazione ha bisogno di dati tempestivi e accurati. Ciò è particolarmente vero quando un numero sempre maggiore di aziende abbraccia l'automazione, che richiede dati di altissima qualità per fornire risultati operativi altrettanto elevati. Uno dei vantaggi principali di un SCCT è la capacità di raccogliere, ingerire ed elaborare un'ampia gamma di dati strutturati e non strutturati, provenienti sia dall'interno che dall'esterno dell'azienda.

1_ Funzionalità basate su casi d'uso
Un punto di partenza comune per le aziende che implementano un SCCT è quello di cercare di ottenere visibilità su tutta la rete di fornitura. Ma è qui che la maggior parte delle aziende si ferma, e questo è il motivo per cui non otterranno il valore sperato. Perché? Perché la visibilità end-to-end non è sufficiente. Sebbene la visibilità sia certamente una capacità chiave della torre di controllo, il valore di una SCCT deriva dall'adozione di azioni basate su tale visibilità migliorata. Ciò può significare, ad esempio, l'utilizzo di funzionalità di intelligenza artificiale/apprendimento automatico (AI/ML) per generare avvisi e azioni di risposta, orientandosi verso una bonifica orchestrata che snellisca le attività manuali e automatizzi, ove possibile, l'esecuzione di processi complessi in modo più efficiente. Oppure può significare andare oltre la fornitura di visibilità delle spedizioni in tempo reale per identificare proattivamente i ritardi, dare priorità alle spedizioni in base all'impatto sul cliente o sull'inventario, valutare opzioni come l'accelerazione o l'approvvigionamento alternativo e automatizzare l'esecuzione dell'azione selezionata.

È importante che all'inizio l'azienda definisca una roadmap basata sul modo in cui l'SCCT utilizzerà la visibilità, gli avvisi, la risposta rapida e il miglioramento dell'esecuzione per risolvere problemi interfunzionali basati su casi d'uso. In effetti, la differenza tra un risultato favorevole e uno sfavorevole nell'implementazione di una torre di controllo dipende dal livello di lavoro iniziale per identificare, definire e valutare i casi d'uso e la visione complessiva. Questi casi d'uso devono essere guidati dall'azienda e strutturati in modo chiaro per contribuire alla realizzazione di un risultato aziendale strategico. Ad esempio, un'azienda può avere un problema di servizio dovuto a limitazioni delle materie prime e, quindi, potrebbe voler iniziare con un caso d'uso sulla collaborazione con i fornitori. Un'altra azienda potrebbe avere problemi con le prestazioni OTIF (On Time In Full) e, quindi, potrebbe scegliere di iniziare con la visibilità logistica. Qualunque sia la situazione, i casi d'uso dovrebbero articolare esplicitamente:
- Quale visibilità è necessaria (ad esempio, gli ordini di acquisto delle materie prime)
- Quali KPI predittivi saranno monitorati (ad esempio, l'OTIF delle materie prime)
- Quali indicatori principali saranno monitorati per generare avvisi (ad esempio, il rischio di esaurimento delle scorte di materie prime)
- Quali scenari di risposta dovrebbero essere valutati (ad esempio, approvvigionamento alternativo o push out degli ordini di produzione)
- Quali azioni potrebbero innescare (ad esempio, modifiche agli ordini di acquisto nell'ERP)

Disporre di una roadmap a tutto campo, definita da casi d'uso orientati al valore, può consentire alle aziende di spostare l'attenzione dalla visibilità fine a se stessa alla creazione di una nuova capacità operativa della supply chain, migliorata e autonoma. Inoltre, consente alle aziende di considerare l'applicazione della torre di controllo all'intera catena del valore, e non solo ad alcune aree funzionali - quest'ultima è stata l'obiettivo della maggior parte delle torri di controllo tradizionali.

2_ Nuovi modi di lavorare

Tradizionalmente, le catene di fornitura sono state organizzate e gestite secondo un modello lineare con ruoli quali pianificatori, programmatori di produzione, pianificatori di distribuzione, gestori delle scorte e responsabili della logistica e della produzione. Solo a livelli di leadership i ruoli guardano all'intera catena del valore per gestire i compromessi tra le funzioni e contribuire a fornire un'esperienza eccellente al cliente.

Questo porta a prendere decisioni che enfatizzano il miglioramento funzionale a scapito dell'eccellenza della catena del valore. Ad esempio, il gruppo di produzione potrebbe decidere di congelare i lotti di produzione per migliorare l'efficienza. Ma cosa succede se c'è l'urgente necessità di soddisfare le richieste dei clienti per un prodotto diverso? Non esiste un ruolo che possa valutare il trade-off su base giornaliera e decidere di effettuare cambi di produzione per massimizzare il servizio al cliente a favore dell'efficienza. Questa collaborazione è stata storicamente risolta con i processi S&OP, ma questi processi sono in genere troppo lenti.

Un SCCT si distacca da questo modello tradizionale introducendo un nuovo ruolo di "pianificatore di rete" che supera i silos funzionali e si concentra su clienti, prodotti o mercati. Su base giornaliera, il pianificatore di rete ha la visibilità e l'autorità per prendere decisioni di compromesso che possono portare a un'esperienza cliente superiore e a un valore aziendale sostenibile, anche se ciò influisce negativamente su alcuni KPI funzionali e driver di performance. Oltre a ruoli potenzialmente nuovi, una SCCT richiede spesso nuove competenze. Ad esempio, la forza lavoro della supply chain deve avere competenze digitali e analitiche, in modo che il suo lavoro possa diventare più orientato alle eccezioni e gestito attraverso un modello di governance ben definito. I professionisti della supply chain devono essere in grado di lavorare efficacemente insieme all'IA, al ML e all'automazione robotica dei processi per contribuire ad aumentare l'impatto aziendale complessivo, l'efficienza e la velocità della SCCT. In effetti, questa combinazione di conoscenze interfunzionali e di competenze analitiche avanzate per "modificare" i motori in modo da risolvere gli obiettivi segmentati può essere un fattore chiave di successo dell'SCCT. Infine, l'evoluzione operativa deve riguardare in modo coerente la forza lavoro, la tecnologia e i processi. Le tecnologie giuste devono essere integrate direttamente nel processo. Allo stesso tempo, la forza lavoro, che comprende talenti umani e macchine, deve sfruttare appieno la tecnologia. Inoltre, l'SCCT completo dovrebbe essere orientato ai risultati, mirando al rispetto e al miglioramento degli indicatori di prestazione chiave (KPI) e dei predittori di prestazione chiave (KPP), magari rispetto ai benchmark.

3_ Architettura tecnologica flessibile

È un dato di fatto: Così come cambiano le aziende, cambiano anche i paesaggi tecnologici del mercato. Nascono nuove funzionalità che possono generare valore per l'azienda; le interruzioni impreviste possono sconvolgere le operazioni; le mosse e le sfide dei concorrenti possono creare opportunità impreviste. Per questo motivo, una SCCT non è una funzionalità plug-and-play. Ha bisogno di un quadro tecnologico dedicato, che non è l'ERP o lo strumento di pianificazione di un'azienda. Per evolvere nel tempo insieme all'azienda, un SCCT deve essere costruito su un'architettura flessibile di sistemi disaccoppiati, che gli permetta di scalare facilmente verso altre entità e casi d'uso e di cambiare in base alle esigenze aziendali.

Questa architettura flessibile è definita da una serie di componenti distinti:

- Un flusso di dati e un lago di dati per acquisire dati in tempo reale su una piattaforma cloud iper-scalabile che fornisce le basi per un'evoluzione agile della torre di controllo nel tempo e riduce le interdipendenze.

- Un robusto livello di ingestione e integrità dei dati, una piattaforma centralizzata che acquisisce i dati da più fonti e contribuisce a garantirne la coerenza.

- Un framework che fornisce una vera visibilità e avvisi attraverso le reti di fornitura interne ed esterne per fornire un allarme tempestivo e il tempo per rispondere.

- Un motore di risposta rapida intelligente che analizza i cambiamenti, valuta gli impatti e utilizza la modellazione degli scenari e le analisi avanzate per contribuire a creare risposte migliori.

- Automazione intelligente che coordina l'esecuzione delle decisioni in tutto il panorama operativo: Pianificazione, gestione degli ordini, produzione, logistica e distribuzione, gestione delle scorte e approvvigionamento.

Poiché queste funzionalità continueranno a evolversi nel tempo, un'azienda deve essere in grado di trarre continuamente e rapidamente vantaggio dalle soluzioni in rapida evoluzione sul mercato. Si tratta di un modello e di una mentalità molto diversi rispetto alle soluzioni aziendali degli ultimi decenni, che si basavano su lunghe tempistiche di implementazione.

4_ Strategia e governance dei dati solide

Uno dei motivi per cui le aziende spesso faticano a progredire nel loro percorso di torre di controllo è l'ossessione di ottenere dati "perfetti", che non arrivano mai. Un SCCT è molto abile nell'ingerire, trasformare e lavorare con dati non perfetti, evidenziando i problemi di qualità dei dati e indirizzando gli sforzi per migliorarne l'integrità, con particolare attenzione ai dati critici necessari per le diverse decisioni. Ad esempio, durante la creazione di una torre di controllo incentrata sulla logistica, un'azienda high-tech ha rapidamente scoperto problemi con i dati dei vettori e i tempi di consegna. Ma la torre di controllo ha anche aiutato l'azienda a stabilire le priorità dei vettori e delle corsie su cui concentrarsi per consentire la continua evoluzione della torre di controllo. Pertanto, una solida strategia dei dati è fondamentale.

La strategia dei dati aiuta a garantire che l'architettura possa servire gli obiettivi generali dell'azienda. Deve definire cosa, dove e come i dati, strutturati e non strutturati, interni ed esterni, verranno acquisiti, normalizzati e integrati con i sistemi a valle e con l'SCCT. Anche i metodi di migrazione dei dati, la qualità e la governance dei dati e la sicurezza dei dati sono elementi chiave della base dati di un SCCT.

Introduzione di un SCCT: un approccio ibrido.

Quando implementano le torri di controllo tradizionali, le aziende spesso faticano a definire un approccio di implementazione che generi i benefici previsti o che mostri rapidamente i progressi. Spendono troppo tempo e denaro per costruire una torre di controllo incentrata sulla visibilità, ma che non fornisce informazioni utili. Di solito questo accade perché la visibilità è troppo ampia o di alto livello per avere un grande impatto, oppure perché c'è troppa visibilità e non viene filtrata o prioritizzata per gli avvisi e le azioni. In altri casi, le aziende possono impantanarsi nella ricerca di dati perfetti. Spesso iniziano a costruire una torre di controllo funzionale, in genere nella logistica o nella pianificazione. Questo può migliorare le prestazioni della funzione target, ma spesso va a scapito dei KPI di altre funzioni (ad esempio, una riduzione del costo del lavoro nel magazzino a fronte di un minore utilizzo dei rimorchi e di un aumento del tempo di sosta/detenzione).

Poiché un SCCT è orientato ai casi d'uso, è altamente modulare e viene tipicamente implementato attraverso agili sprint di casi d'uso. Tuttavia, esistono diverse opzioni di implementazione, a seconda dell'obiettivo. Ad esempio, si tratta di abilitare tutte le funzionalità SCCT per un caso d'uso specifico (ad esempio, una torre di controllo funzionale)? Oppure costruire un'unica funzionalità per più casi d'uso (ad esempio, una torre di controllo della visibilità)? Le aziende leader spesso seguono un approccio ibrido, basato sui casi d'uso aziendali e sulla creazione di capacità nel tempo. L'approccio ibrido consente di costruire la scala (tra i mercati e i gruppi di prodotti) aggiungendo al contempo profondità (in termini di visibilità, avvisi e risposta), una release alla volta. Questo approccio, basato sui principi dell'agilità, può aiutare a generare valore rapidamente, rafforzando ed espandendo gradualmente le capacità dell'organizzazione.

Il payoff: Riduzione dei costi, aumento dei ricavi, maggiore efficienza e sostenibilità.

Un approccio ibrido, flessibile e orientato ai casi d'uso di una SCCT può fornire molto più valore rispetto ai concetti di torre di controllo che sono stati lanciati o tentati per anni.

Le aziende che hanno adottato le SCCT hanno ottenuto significativi vantaggi quantitativi. Dal punto di vista quantitativo, le SCCT possono contribuire a ridurre notevolmente i costi operativi, a incrementare i ricavi e ad aumentare l'efficienza operativa, in alcuni casi fino al 10-15%.

Inoltre, possono aiutare le aziende a soddisfare le crescenti richieste degli investitori in materia di sostenibilità e di zero emissioni attraverso miglioramenti ambientali, sociali e di governance (ESG) finanziariamente rilevanti. Gli SCCT possono aiutare le aziende a ridurre quantitativamente la loro impronta di gas serra in tutta la rete di fornitura, contribuendo ad aumentare la disponibilità dei prodotti più venduti, riducendo gli ordini di emergenza, migliorando l'utilizzo dei veicoli e delle modalità e migliorando le consegne dell'ultimo miglio e l'uso del carburante.

Dal punto di vista qualitativo, un vantaggio significativo di un SCCT è che può aiutare rapidamente ad allineare tutti a un'unica fonte di verità, consentendo a tutti gli utenti di prendere decisioni sulla base di dati corretti, completi, aggiornati e trasversali. L'integrazione di un maggior numero di dati in tempo reale consente di prendere decisioni in tempo reale e in modo proattivo e di esaminare i Key Performance Predictors (KPP) piuttosto che gli indicatori storici.

Le aziende possono inoltre comprendere le prestazioni della rete di fornitura end-to-end sia dal punto di vista finanziario che da quello della sostenibilità, compresi i fattori ESG. Inoltre, le funzionalità avanzate di modellazione e miglioramento degli scenari possono iterare rapidamente le potenziali azioni di mitigazione per contribuire a migliorare le decisioni finanziarie e di servizio al cliente. In questo modo si abbandona il tradizionale ciclo settimanale/mensile/trimestrale dei processi S&OP storici a favore di un modello più in tempo reale che, di per sé, può rappresentare un fattore di differenziazione competitiva.

L'SCCT supporta anche una rete di fornitura incentrata sul cliente, facilitando una maggiore collaborazione con i clienti. I clienti possono ottenere una visibilità avanzata su potenziali ritardi o collaborare con l'azienda su picchi di domanda imprevisti. Allo stesso tempo, le aziende possono utilizzare le informazioni raccolte dall'SCCT per identificare in modo proattivo le proposte a valore aggiunto che potrebbero avvantaggiare il cliente, come ad esempio determinare i modi per allineare meglio la produzione e le spedizioni ai magazzini del cliente per uniformare i flussi di rifornimento o iper-personalizzare l'esperienza del cliente.

Infine, l'intelligence dell'SCCT può aiutare le aziende a scoprire le opportunità di maggiore efficienza e di riduzione dei costi, nonché i modi per evolvere l'offerta sulla base di quanto appreso da eventi e risposte passate.

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi