EMAIL: info@multimac.it

TELEFONO: 800 593 293
Dal Lunedì al Venerdì, 8:00-18:00

COMPANY INFO
Multimac Srl
Via W. Baffin, 10
35136 Padova - Italy
Codice fiscale: 01633140239
Partita IVA: IT01281830289
Sdi: M5UXCR1
Anno di fondazione: 1976
R.E.A. : PD – 196842

15 novembre 2021

Supply Chain Ospedaliera: migliorare il ‘flusso dei pazienti’ con le tecnologie IoT di Localizzazione in Tempo Reale.

Non è un segreto che medici e infermieri sprechino molto tempo nella ricerca di forniture e attrezzature all'interno di cliniche e ospedali. Numerosi studi all'interno della comunità sanitaria globale hanno confermato che la localizzazione delle risorse è uno dei principali punti critici che ostacolano l'efficienza dei team di assistenza oggi, compreso l'ultimo rapporto di Zebra "Smarter, More Connected Hospitals".

Ma ciò che molti dirigenti e medici ospedalieri trovano ugualmente frustrante è quanto possa essere difficile trovare un paziente o localizzare il personale quando sono necessari dei consulti. Ecco perché stiamo assistendo a un crescente interesse e investimento nell'identificazione a radiofrequenza (RFID) e nelle tecnologie Bluetooth® Low Energy che, nel giro di pochi secondi, possono localizzare le persone che sono attualmente nell'edificio e confermare se qualcuno è uscito dalla struttura

I medici non hanno il tempo di chiamare in giro per vedere se un paziente sotto la loro responsabilità è stato portato in radiologia o trasferito in un altro reparto a causa di un aggiornamento o di un declassamento di stato. Né hanno il tempo di correre fisicamente da un reparto all'altro per recuperare un medico, un terapista respiratorio o un membro della famiglia quando un paziente ha bisogno di attenzione immediata e l'interlocutore non risponde al telefono. Hanno bisogno di sapere dove si trova ogni persona in ogni momento - e questo è possibile solo se ci sono soluzioni di localizzazione in tempo reale.

PER MIGLIORARE IL FLUSSO DEI PAZIENTI, BISOGNA GUARDARE OLTRE LA MOBILITÀ 

Spesso, quando si parla di investimenti tecnologici necessari per migliorare i flussi di lavoro clinici con i dirigenti ospedalieri, i medici, i responsabili IT e dell'approvvigionamento, ci si concentra su come migliorare il flusso di informazioni tra medici, infermieri, tecnici di laboratorio e altro personale clinico e non. Devono orchestrare la cura del paziente al volo, quindi bisogna rendere più facile per loro passare da un compito all'altro senza compromettere la sicurezza di nessuno o diminuire la qualità della cura. Tuttavia, si deve anche iniziare a parlare di come migliorare il "flusso del paziente".

Avere visibilità in tempo reale sulla posizione attuale dei pazienti, del personale e dei visitatori dell'ospedale aiuta ad accelerare le azioni di cura per migliorare i risultati. Spesso, i test diagnostici e i trattamenti sono ritardati perché un paziente non è dove dovrebbe essere, il medico non può essere localizzato per un consulto, il genitore non può essere localizzato per dare il consenso o l'inserviente non può essere raggiunto per un prelievo/trasporto. Comprensibilmente, ci saranno momenti in cui il personale dell'ospedale non può rispondere ai loro telefoni o rispondere agli avvisi di testo, e i membri della famiglia non possono sempre sentire una ‘page’. 

Eppure, è proprio per questo che è fondamentale per gli amministratori dell'ospedale esaminare i loro piani di implementazione della tecnologia di localizzazione (o la loro mancanza). Il personale deve essere in grado di "trovare un paziente" (o un infermiere o un membro della famiglia) con un'app mobile che funziona semplicemente come un'app "trova il mio telefono", ma non viola la privacy o la sicurezza di una persona. E questo richiede l'implementazione strategica di tag RFID, beacon Bluetooth Low Energy e/o altri sistemi di localizzazione in tempo reale. 

IL "PING" PUÒ FARE CIÒ CHE UNA "PAGE" NON PUÒ FARE

Essere in grado di fare "ping" allo smartphone di un membro dello staff clinico o a un tag RFID sul braccialetto, sul letto o sulla sedia a rotelle di un paziente elimina le numerose chiamate e gli sms che sarebbero solitamente necessari per rintracciare qualcuno. Ai visitatori possono anche essere rilasciati badge temporanei con tag RFID che funzionano in modo simile al braccialetto. In questo modo qualcuno saprà quale infermeria o sala d'attesa chiamare quando si cerca un paziente o un visitatore e quale reparto può aiutare a far arrivare un messaggio urgente a un medico che potrebbe essere al momento impegnato con un altro paziente. 

Inoltre, le soluzioni di localizzazione rendono più facile per gli infermieri confermare lo stato dei pazienti che sono stati portati in radiologia, in laboratorio o anche in bagno. Se il paziente non si è mosso per un po', potrebbe indicare che è in attesa di essere riportato in un letto. L'infermiere può confermare con una rapida occhiata a un'app mobile e poi chiamare immediatamente un inserviente per recuperare il paziente o scegliere di andare a prendere il paziente per accelerare il processo. 

Dare a un paziente un braccialetto con un tag RFID all'arrivo in ospedale può anche aiutare ad accelerare i processi di triage, ammissione e dimissione. Non è un segreto che alcuni pazienti devono aspettare più a lungo del dovuto per passare da una fase all'altra semplicemente perché si "perdono" da qualche parte lungo la strada. 

Per esempio, un paziente del dipartimento di emergenza potrebbe non essere riportato in sala d'attesa dopo il triage; potrebbe rimanere alla stazione di triage per riposare o per il monitoraggio continuo dei segni vitali. Se l'infermiere dell'accettazione va in sala d'attesa per chiamare il paziente e la persona non c'è, l'infermiere potrebbe pensare che qualcun altro del team di assistenza abbia già preso il paziente - specialmente se i flussi di lavoro e le notifiche di accettazione sono digitalizzati e non c'è un file cartaceo da prendere fisicamente. L'infermiera dell'accettazione inizierà a cercare il paziente o chiunque sappia dove si trova. Questo potrebbe richiedere del tempo, specialmente se l'unica persona che ha veramente questa conoscenza è l'infermiera di triage - che nel frattempo si è spostata sul prossimo paziente (da qualche parte fuori dalla vista). Molte stazioni di triage negli ospedali moderni sono stanze a porte chiuse, quindi non c'è modo di sapere chi c'è in ogni stanza in un dato momento, a meno che non si apra fisicamente la porta e si entri.

“Un investimento in una soluzione di localizzazione può avere un impatto doppio sull'agilità operativa.”

La maggior parte dei sistemi sanitari sono giustamente concentrati sul miglioramento delle loro capacità di localizzazione delle risorse in questo momento. Come indicato dagli amministratori e dai medici nell’ultimo studio Zebra, "Più tempo il personale ospedaliero passa alla ricerca di attrezzature mediche o forniture, meno tempo ha da dedicare alla fornitura di cure di qualità ai pazienti".

E’ risaputo che l'ondata di pazienti senza precedenti che gli ospedali hanno sperimentato ultimamente a causa della pandemia e di altri eventi dirompenti ha rafforzato la necessità di aumentare la velocità operativa, in particolare quando si tratta di recuperare forniture e attrezzature. Tuttavia, le soluzioni di localizzazione delle "persone" possono essere altrettanto influenti sull'agilità del team di cura e sui risultati dei pazienti.

Più velocemente si riesce a portare la persona giusta nel posto giusto, meglio è per il paziente, soprattutto per quelli in crisi. Anche se la persona "mancante" non è un paziente di cura critica, si sta potenzialmente dovendo sottrarre risorse alla cura di tali pazienti per rintracciarne altri. (I chirurghi non dovrebbero camminare su e giù per i corridoi, o per i piani, per localizzare la famiglia di un paziente per fornire un aggiornamento post-operatorio).

In altre parole: investire in tecnologie RFID e Bluetooth Low Energy in grado di confermare istantaneamente la posizione delle persone all'interno della struttura tramite applicazioni mobili o desktop sicure aiuterà contemporaneamente l’ospedale a migliorare sia i flussi di lavoro clinici che il flusso complessivo dei pazienti. I medici sapranno esattamente come e dove trovare le persone, le forniture e le attrezzature giuste e successivamente indirizzarle nei posti giusti al momento giusto. Sarete in grado di controllare l'efficienza degli attuali flussi di pazienti per identificare le interruzioni della comunicazione e il flusso insufficiente di informazioni. E si sarà anche in grado di vedere quanto siano efficaci gli attuali processi di gestione dell'inventario e i cambi di stanza in termini di metriche tangibili. Da lì, sarà in grado di dire "applicare questa tecnologia in questo modo" o cambiare questo processo per far fluire questo tipo di informazioni a questi membri del personale dovrebbe migliorare la disponibilità delle risorse, l'utilizzo delle forniture e il flusso dei pazienti. E questo preparerà i team ad aumentare il numero di risultati positivi e a mitigare molti dei problemi che sorgono durante i picchi di pazienti. 

COME LOCALIZZARE RAPIDAMENTE I PAZIENTI O IL PERSONALE ANCHE SE NON SI DISPONE ANCORA DI SOLUZIONI DI LOCALIZZAZIONE ONLINE

Se si vuole ridurre al minimo i movimenti inutili del personale clinico durante la "ricerca" di forniture o attrezzature o spostare i pazienti dentro, intorno e fuori dagli ospedali nel modo più efficiente, si ha davvero bisogno di investire in una soluzione di localizzazione che utilizzi RFID o beacon Bluetooth Low Energy. Ma molti probabilmente lo sanno, considerando che il 99% dei dirigenti ospedalieri intervistati di recente ha dichiarato di voler utilizzare sistemi di localizzazione in tempo reale per migliorare il flusso dei pazienti nei prossimi cinque anni.

Tuttavia, questi tipi di implementazioni tecnologiche richiedono tempo e risorse, e si ha bisogno di una soluzione oggi. Quindi, ecco alcuni modi in cui si potrebbe potenzialmente utilizzare le soluzioni di mobilità e stampa già presenti nelle strutture per migliorare la tracciabilità dei pazienti e del personale:

Si potrebbe richiedere che i membri del team di cura scannerizzino il braccialetto con codice a barre di un paziente e aggiornino la cartella clinica elettronica (EHR) o altri record di localizzazione per segnalare la destinazione prevista prima di lasciare la sede attuale. Il braccialetto dovrebbe poi essere scansionato all'arrivo per facilitare un aggiornamento in tempo quasi reale della posizione del paziente. Naturalmente, se ci sono fermate o deviazioni lungo il percorso, è possibile perdere temporaneamente di vista un paziente. Tuttavia, è qui che la standardizzazione del percorso da parte di un coordinatore del flusso di pazienti, la conformità al 100% con le scansioni di segnalazione dei movimenti e la comunicazione costante (in tempo reale) del team di cura diventa fondamentale.  

L'assegnazione di smartphone clinici a medici e infermieri da utilizzare nelle strutture dei sistemi sanitari può anche aiutare a localizzare il personale in tempo reale. I telefoni possono essere pingati usando Wi-Fi, Near Field Communications (NFC) o GPS, se necessario, usando qualcosa di simile a un'applicazione "trova il mio telefono". Di nuovo, alcune misure dovrebbero essere implementate per garantire la privacy degli utenti del dispositivo, ma la tecnologia mobile funzionerebbe essenzialmente allo stesso modo della tecnologia di localizzazione dei dispositivi mobili utilizzata dalle agenzie di sicurezza pubblica, dai servizi pubblici e da altri per l'invio e l'instradamento dei lavoratori. 

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi