EMAIL: info@multimac.it

TELEFONO: 800 593 293
Dal Lunedì al Venerdì, 8:00-18:00

COMPANY INFO
Multimac Srl
Via W. Baffin, 10
35136 Padova - Italy
Codice fiscale: 01633140239
Partita IVA: IT01281830289
Sdi: M5UXCR1
Anno di fondazione: 1976
R.E.A. : PD – 196842

08 agosto 2022

Perché una catena di approvvigionamento sostenibile è fondamentale per il successo delle imprese

Gli ingranaggi di qualsiasi azienda devono funzionare senza intoppi per essere efficienti e redditizi. Introdurre la sostenibilità in ogni momento è ormai un requisito essenziale. Alcuni imprenditori potrebbero storcere il naso di fronte alla parola sostenibilità o all'espressione "governance ambientale, sociale e aziendale (ESG)", ma è meglio abbracciarle e vedere come possono funzionare per la propria azienda piuttosto che opporsi.

Le grandi aziende stanno spendendo miliardi di dollari per migliorare i propri sforzi in materia di sostenibilità e ESG, al fine di ottenere le giuste credenziali nell'ambiente commerciale odierno. Devono farlo perché i loro clienti sono sempre più consapevoli dell'impronta di carbonio e dell'urgente necessità di ridurla.

In un sondaggio condotto da Deloitte l'anno scorso, il 29% di tutti i consumatori britannici ha smesso di acquistare determinati marchi o prodotti a causa di preoccupazioni etiche o legate alla sostenibilità. Nel frattempo, SurveyMonkey ha rilevato che "più di un terzo degli intervistati (35%) acquisterebbe un prodotto migliore per l'ambiente rispetto a un altro leggermente più economico". Queste tendenze non sembrano essere state smorzate dalla pandemia. A conferma di ciò, la notizia che a settembre l'Università di Stanford aprirà la sua prima nuova scuola in oltre 70 anni: la Stanford Doerr School of Sustainability. La scuola adotterà un approccio interdisciplinare per accelerare le soluzioni alla crisi climatica globale.

Nel settore della vendita al dettaglio, l'adozione di un approccio ESG e di sostenibilità nelle catene di fornitura non è una novità. Gli scandali dei lavoratori tessili mal pagati e trattati in Bangladesh sono stati ampiamente riportati. Le aziende che prima trascuravano il trattamento dei lavoratori nei mercati di origine hanno dovuto fare un passo avanti per dimostrare che non stanno involontariamente danneggiando questi locali, garantendo al contempo una migliore tracciabilità.

Il punto è che queste cose sono importanti. Da un punto di vista etico, dovrebbero essere importanti per noi personalmente, ma anche dal punto di vista commerciale. I marchi e gli acquirenti guardano alla vostra posizione sociale: come trattate i più deboli nella catena di approvvigionamento e come trattate l'ambiente. Tutto questo non è facile e può essere anche costoso. Per le nuove imprese e le start-up, la responsabilità sociale e la tracciabilità devono essere integrate nel sistema fin dall'inizio. Pagare salari equi a livello locale e richiedere certificazioni ambientali come quelle del Forest Stewardship Council sono solo due modi per ottenere la fiducia dell'acquirente.

Oltre la fiducia: una necessità

Oggi non è più una questione di fiducia. La sostenibilità e l'ESG sono ormai parte integrante della psiche delle grandi aziende. Il Dow Jones Sustainability World Index mostra che le maggiori società del settore hanno ottenuto ottimi risultati nell'ultimo decennio, anche se circa il 25% di esse è costituito da aziende tecnologiche che hanno ottenuto ottimi risultati di per sé. Tuttavia, la tendenza è chiara.

I vostri clienti avranno probabilmente dei criteri che dovrete soddisfare prima di prendere in considerazione la possibilità di assumervi come fornitori. Oppure, se siete un fornitore esistente che non è in grado di soddisfare questi criteri, non esiteranno a cancellarvi dalle loro liste.

Il motivo è che sempre più aziende stanno aderendo al Global Compact delle Nazioni Unite e ai suoi 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, e le catene di fornitura sono classificate come la sfida più grande a causa della loro portata e complessità. Uno studio condotto lo scorso anno da SAP e Oxford Economics ha indicato che poche aziende di prodotti di consumo hanno molta visibilità sui propri processi - e ancor meno su quelli dei loro fornitori - ma la situazione è destinata a cambiare nei prossimi anni. La Business and Sustainable Development Commission ha stimato che ci saranno 12.000 miliardi di dollari di opportunità di mercato per raggiungere gli SGD delle Nazioni Unite a livello mondiale.

In un altro rapporto sulla sostenibilità di Goldman Sachs, il presidente e amministratore delegato David Solomon ha affermato che: "Al di là di obiettivi e piani, i clienti hanno bisogno di capitali e strumenti che li aiutino ad allineare i loro obiettivi di sostenibilità con il loro benessere finanziario". È proprio la complessità della sfida che richiede un approccio olistico".

Il cuore dell'iniziativa ESG e di sostenibilità inizia con i vostri valori, la vostra visione e il vostro scopo e il modo in cui questi hanno un impatto sulla vostra catena di fornitura e viceversa. Metteteli per iscritto, magari all'interno di una dichiarazione di missione, in modo che possano essere memorizzati da tutti in azienda. È importante che sappiate da che parte state su questi due argomenti per poter difendere la vostra posizione, perché la prossima volta che cercherete di concludere un accordo con un'azienda come, ad esempio, Walmart, ve lo chiederanno! Questa azienda ha linee guida chiare sugli standard dei fornitori e l'amministratore delegato Doug McMillon dice ai suoi oltre 100.000 fornitori di "assicurarsi di comprendere a fondo gli aspetti di conformità". Senza giri di parole. Walmart ha politiche di approvvigionamento e prese di posizione per qualsiasi cosa, dai frutti di mare al benessere degli animali, dall'abbigliamento agli imballaggi in plastica, che richiedono che i prodotti soddisfino determinati criteri per poter essere venduti da Walmart.

In questo senso, c'è un effetto a cascata, in quanto gli attori più grandi impongono cambiamenti al di sotto di loro. Anche i venture capitalist guardano alle vostre credenziali da "bravi ragazzi" prima di investire, quindi se siete alla ricerca di capitali come startup, un programma di sostenibilità è essenziale.

E ricordate: Se da un lato dovrete seguire la linea ESG e di sostenibilità dei vostri clienti più grandi, dall'altro dovrete aspettarvi standard minimi definiti dai vostri fornitori e partner. In questo modo, tutti noi possiamo fare la nostra parte per ridurre le emissioni di carbonio lungo l'intera catena di fornitura, contribuendo al contempo a ridurre le disuguaglianze sociali nel mondo.

 

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi