About

Consulting, System Integration,
Solution Providing, Products, Services.

Multimac implementa le migliori tecnologie di tracciabilità e visibilità all’interno dei flussi delle catene di approvvigionamento.
Mobile Computing per rendere informate le risorse umane in tempo reale, Cloud Labelling per la creazione del dato digitale su etichetta ovunque ci si trovi, Data Capture per l’acquisizione dati digitale in ogni nodo della Supply Chain, RFID per la migliore visibilità in tempo reale di prodotti e asset, Real Time Locating System per visualizzare in tempo reale gli spostamenti, Data Intelligence per la migliore gestione dei flussi attraverso lo studio dei dati acquisiti.

Contatti

Email: info@multimac.it
Numero Verde: 800 593 293

Multimac Srl
Via W. Baffin, 10
35136 Padova - Italy
Telefono: +39 049 713 267
Fax: +39 049 713 582
Codice fiscale: 01633140239
Partita IVA: IT01281830289
Sdi: M5UXCR1
Anno di fondazione: 1976
R.E.A. : PD – 196842

20 novembre 2023

Logistica digitale: La corsa alla tecnologia prende slancio per ottenere maggiore flessibilità, prevedibilità, efficienza e resilienza.

Un'indagine di McKinsey condotta su oltre 250 spedizionieri e fornitori di logistica a livello mondiale rivela che gli investimenti in tecnologia sono destinati ad aumentare, con numerose aziende che stanno già sperimentando casi d'uso avanzati.

Le turbolente forze di mercato spingono le aziende a trasformare le proprie funzioni logistiche per ottenere maggiore flessibilità, prevedibilità, efficienza e resilienza. Una nuova indagine McKinsey condotta su oltre 250 leader del settore logistico, in rappresentanza di spedizionieri e fornitori, conferma che le aziende si rivolgono sempre più alla tecnologia per risolvere le loro numerose sfide.

Il messaggio più importante dell'indagine è che è il momento di investire nella tecnologia logistica. Anche in condizioni di mercato difficili, la maggior parte degli intervistati ha dichiarato che le proprie aziende hanno mantenuto o incrementato gli investimenti tecnologici dal 2020. Questo lascia ai ritardatari sempre meno spazio di manovra.

Tuttavia, sia per gli spedizionieri che per i fornitori, il panorama tecnologico è diventato sempre più complesso e affollato. Le aziende devono chiedersi non solo quale valore si aspettano da una tecnologia, ma anche come questa si inserirà nel loro panorama tecnologico aziendale, nei loro modelli operativi quotidiani e nei processi logistici sottostanti. In genere è necessaria anche l'integrazione di dati e tecnologie.

L'indagine mostra che sia gli spedizionieri che i fornitori stanno andando oltre la tecnologia di base e si stanno rivolgendo a soluzioni all'avanguardia per ottenere o mantenere un vantaggio competitivo. Inoltre, i risultati evidenziano un sostanziale terreno comune tra spedizionieri e fornitori, il che implica che una più stretta collaborazione potrebbe sbloccare nuove soluzioni alle sfide comuni.

Nel complesso, i risultati dell'indagine suggeriscono che se un'azienda non sta reimmaginando il modo in cui lavora insieme alla tecnologia, costruendo al contempo nuove capacità innovative, il raggiungimento del ROI atteso dagli impegni tecnologici può diventare più difficile che mai.

Spedizionieri e fornitori condividono punti dolenti comuni

Gli spedizionieri e i fornitori continuano ad affrontare le sfide del loro ambiente operativo: in particolare la gestione dei costi e la carenza di manodopera. La gestione dei costi, la gestione degli autisti e il miglioramento della produttività sono stati i tre principali punti critici segnalati nel settore dei trasporti. Per quanto riguarda il magazzino, gli intervistati hanno identificato la gestione della manodopera, il miglioramento della produttività e la gestione delle prestazioni come i problemi più urgenti (Figura 1).

È interessante notare che i punti dolenti per spedizionieri e fornitori sono simili e, in alcuni casi, colpiscono i fornitori in modo più acuto. Nel breve termine, la carenza di autisti e di personale non dovrebbe migliorare in modo significativo; tuttavia, spedizionieri e fornitori hanno l'opportunità di affrontare altre sfide comuni, in particolare laddove possono coordinare e integrare le rispettive capacità. Ciò potrebbe portare a una maggiore efficienza, a una riduzione dei costi e a una maggiore soddisfazione dei clienti per entrambe le parti.

Non sorprende che le aziende di logistica si rivolgano alla tecnologia per ridurre i costi e migliorare la produttività dei trasporti e dei magazzini. Gli strumenti che supportano il trasporto in tempo reale, la pianificazione della visibilità e la telematica per la gestione della flotta stanno registrando tassi di adozione e di investimento superiori alla media.

Nel momento in cui le aziende pianificano i loro investimenti futuri, possono orientare le loro decisioni verso le soluzioni che affronteranno le loro sfide principali e che le aiuteranno a sviluppare o sostenere un vantaggio competitivo, costruendo al contempo le capacità interne per garantire un cambiamento sostenibile.

Il potere di trasformazione della logistica digitale

L'espansione delle capacità logistiche digitali può generare un valore significativo per quanto riguarda i costi e la fornitura di servizi, aumentando le prestazioni operative, la sostenibilità, la soddisfazione dei clienti e, in alcuni casi, i ricavi.

Dal punto di vista operativo, gli strumenti digitali stanno ottimizzando la logistica attraverso la pianificazione, l'esecuzione e la liquidazione. I principali operatori logistici stanno già registrando miglioramenti delle prestazioni del 10-20% a breve termine e del 20-40% entro due-quattro anni.

Integrando la resilienza nel processo decisionale del core business attraverso gli strumenti logistici digitali, le aziende possono ridurre il rischio di EBITDA fino al 60% e aumentare le valutazioni aziendali fino al 20%, poiché i clienti mostrano sempre più di preferire le aziende che vantano credenziali di spedizione ecologica e livelli di servizio stabili.

Insieme, i vettori e i fornitori di magazzino possono spesso registrare un aumento dei ricavi del 5-10% entro due anni da una trasformazione riuscita, grazie a sforzi come l'ottimizzazione dei prezzi, le proposte di valore personalizzate a livello di cliente e le vendite e il servizio clienti omnichannel integrati.

Gli investimenti tecnologici continuano a crescere

Sia gli spedizionieri che i fornitori hanno aumentato i loro investimenti nella logistica digitale dal 2020, in tutte le tecnologie. Circa l'87% degli spedizionieri ha dichiarato di aver mantenuto o incrementato i propri investimenti tecnologici dal 2020, e il 93% ha affermato di voler mantenere o aumentare la spesa nei prossimi tre anni (Grafico 2).

Le tecnologie fondamentali raggiungono un'adozione mainstream

Negli ultimi anni i fornitori sono stati in testa agli investimenti, mostrando tassi di adozione più elevati sia per le tecnologie di trasporto che per quelle di magazzino. Ma le aziende di spedizioni stanno pianificando di colmare il divario, segnalando forti piani di investimento per i prossimi due anni (Figura 3).

L'indagine rivela anche che tecnologie fondamentali come i sistemi di gestione del magazzino e dei trasporti sono ormai mainstream. Le aziende che non hanno investito in questi sistemi potrebbero rischiare di rimanere indietro rispetto alla concorrenza.

Spedizionieri e fornitori vanno oltre la tecnologia di base

Con l'adozione della tecnologia di base ormai comune, la prossima frontiera della produttività potrebbe provenire da soluzioni all'avanguardia, come la robotica, i gemelli digitali di rete e gli approfondimenti in tempo reale.

Man mano che il panorama tecnologico matura, spedizionieri e fornitori possono valutare a che punto si trovano nel loro percorso di trasformazione rispetto al settore logistico in generale, per identificare quali capacità e tecnologie faranno la differenza (Figura 4). La moltitudine di casi d'uso rende difficile per le aziende sapere in quali investire e come garantire al meglio la cattura del valore, in particolare se c'è un caso d'uso relativamente innovativo che non è stato ampiamente adottato.

Nel settore dei trasporti, l'approvvigionamento digitale delle merci (14) e il tracciamento degli asset e il data mining (13) sono ampiamente utilizzati. I veicoli a guida automatica (AGV) per il trasporto interno (7), le soluzioni di guida assistita (10) e la gestione digitale dei cantieri (12) stanno iniziando a diffondersi. Tecnologie all'avanguardia, come i droni per le consegne (3) e i veicoli a idrogeno (1), sono ancora in fase di sviluppo.

Un gruppo di tecnologie di magazzino, tra cui la gestione delle prestazioni dei centri di distribuzione in tempo reale (13), le soluzioni basate su AGV (14) e i sistemi di gestione del magazzino (11), sono già in uso (o quasi) su larga scala. I gemelli digitali di magazzino (8), la gestione dinamica della manodopera (10) e il tracciamento dei gesti e dei movimenti (7) hanno dato prova di sé in fase di sperimentazione, mentre il picking completamente automatizzato degli articoli (2), i gemelli digitali di rete (3) e gli scaffali intelligenti (4) stanno dimostrando la loro fattibilità.

Nella pianificazione, le tecnologie ampiamente utilizzate comprendono il rifornimento automatico (9), il data mining e l'analisi automatizzata delle cause principali per la gestione delle prestazioni (10). Le previsioni basate sul machine learning (6) e la microsegmentazione (8) sono ora utilizzate in modo selettivo.

I centri di comando digitali con micro-app (5), che stanno uscendo dalla fase pilota, consentono la supervisione dell'intero sistema logistico: trasporto, stoccaggio e pianificazione, tutto in un unico luogo.

Il panorama tecnologico è sempre più complesso

Oltre a dover selezionare i giusti casi d'uso e navigare in un panorama sempre più complesso, spedizionieri e fornitori sono sotto pressione per garantire la perfetta integrazione delle loro numerose soluzioni di trasporto e di stoccaggio. Una pluralità di fornitori (34%) ha ora otto o nove soluzioni tecnologiche diverse nel proprio stack tecnologico per il trasporto, mentre il 37% ha cinque o più soluzioni per il magazzino (Figura 5).

Con un panorama tecnologico logistico sempre più complesso, l'integrazione efficace dei flussi di dati e la gestione della complessità saranno fondamentali per ottenere prestazioni e ROI ottimali.

Costi e gestione del cambiamento continuano a rivelarsi difficili

Integrare e incorporare nuove tecnologie non è facile e la maggior parte delle aziende ha indicato il ROI, la gestione del cambiamento e la formazione come le principali sfide che devono affrontare quando implementano nuove soluzioni. Circa il 68% degli spedizionieri e l'80% dei fornitori hanno citato i costi come la sfida principale per la trasformazione dei trasporti; per il magazzino, la maggioranza degli spedizionieri e dei fornitori ha citato anche i costi (Figura 6).

Per essere all'avanguardia nella corsa alla logistica digitale, le aziende devono capire non solo dove investire, ma anche come trasformare i propri modelli operativi attraverso un approccio multiplo che comprenda quanto segue:

_creare una visione dello stato futuro, comprese le trasformazioni da a necessarie nei processi, nei sistemi e nelle capacità
_ costruire capacità per scalare e sostenere casi d'uso specifici tra le unità aziendali
_sviluppare programmi di gestione del cambiamento e definire nuovi modi di lavorare per ottenere un'organizzazione ad alte prestazioni
_creare la giusta infrastruttura di sistemi e dati per supportare la nuova tecnologia
_adattare i processi con un occhio di riguardo al valore per garantire che le soluzioni scelte siano sostenibili e scalabili
_misurare regolarmente e adattare tempestivamente, con una gestione delle prestazioni in tempo reale e un supporto decisionale
_condurre sprint di prova del concetto per iterare e apprendere

Investendo nella tecnologia logistica digitale e nei cambiamenti del modello operativo necessari per incorporarla e acquisire valore, spedizionieri e fornitori possono sfruttare il vantaggio competitivo sempre più necessario per ottenere risultati migliori in condizioni di mercato difficili. Con l'accelerazione della corsa alla tecnologia logistica digitale, la tecnologia di base sta diventando il minimo indispensabile per rimanere competitivi. I fornitori e gli spedizionieri che si spingono oltre i loro concorrenti per integrare soluzioni all'avanguardia nei loro stack tecnologici potrebbero essere quelli che si posizionano in testa al gruppo.

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi