About

Consulting, System Integration,
Solution Providing, Products, Services.

Multimac implementa le migliori tecnologie di tracciabilità e visibilità all’interno dei flussi delle catene di approvvigionamento.
Mobile Computing per rendere informate le risorse umane in tempo reale, Cloud Labelling per la creazione del dato digitale su etichetta ovunque ci si trovi, Data Capture per l’acquisizione dati digitale in ogni nodo della Supply Chain, RFID per la migliore visibilità in tempo reale di prodotti e asset, Real Time Locating System per visualizzare in tempo reale gli spostamenti, Data Intelligence per la migliore gestione dei flussi attraverso lo studio dei dati acquisiti.

Contatti

Email: info@multimac.it
Numero Verde: 800 593 293

Multimac Srl
Via W. Baffin, 10
35136 Padova - Italy
Telefono: +39 049 713 267
Fax: +39 049 713 582
Codice fiscale: 01633140239
Partita IVA: IT01281830289
Sdi: M5UXCR1
Anno di fondazione: 1976
R.E.A. : PD – 196842

08 marzo 2024

La tecnologia indossabile accelera la formazione dei Front Line Workers nella Supply Chain.

È difficile credere che, in questo mondo digitale, un operatore di magazzino o qualsiasi altra organizzazione, abbia difficoltà ad assumere i lavoratori in prima linea. Eppure, oltre la metà dei responsabili delle decisioni intervistati nell'ultimo Warehousing Vision Study di Zebra ha dichiarato che la formazione dei lavoratori è la seconda difficoltà più grande. Ci vogliono in media 4,7 settimane per portare i dipendenti alla massima produttività. Il tempo più rapido è stato di quattro settimane per la ricezione. Il tempo più lungo è stato di cinque settimane per il cross-docking e di 5,1 settimane per il put wall.

I retailer segnalano sfide simili. Nel 15° studio annuale Global Shopper Study di Zebra, pubblicato alla fine del 2022, tre quarti dei responsabili delle decisioni nel settore della vendita al dettaglio hanno dichiarato che la riqualificazione o l'aggiornamento dei dipendenti attuali rappresentano una sfida.

Perché questo accade? C'è così tanta tecnologia e ancora più contenuti on-demand disponibili per guidare i dipendenti attraverso nuovi compiti. Si potrebbe pensare che i lavoratori siano in grado di registrare il loro ingresso e di avere un impatto immediato nella loro prima ora.

Ebbene, scavando più a fondo nei dati del Global Shopper Study, possiamo notare due statistiche chiave:

_Quasi nove responsabili decisionali e dipendenti del settore retail su dieci affermano che la formazione e l'apprendimento potrebbero essere migliorati dalla tecnologia. Questa affermazione vale per l'intera catena di fornitura. In molte organizzazioni, spesso si perde un'opportunità di formazione sul posto di lavoro autogestita tramite la tecnologia mobile.
_Tre quarti (76%) dei retailer hanno dichiarato che investiranno tempo e denaro nella formazione dei dipendenti sulla tecnologia nel 2023. A differenza dell'onboarding/formazione generale, che è un dato di fatto per qualsiasi nuovo lavoro, la maggior parte delle organizzazioni riconosce di dover investire maggiori risorse per formare i dipendenti su come utilizzare la tecnologia specifica su cui fanno affidamento per svolgere il proprio lavoro in modo efficiente. Non c'è da stupirsi che i tempi di onboarding si estendano di un mese o più!

Quest’ultima statistica è piuttosto sconcertante. La tecnologia non dovrebbe essere così complicata da costringere le organizzazioni a spendere molte risorse per insegnare alle persone come usarla, almeno non quando si tratta di strumenti utilizzati dai lavoratori in prima linea. Sappiamo che il turnover può essere elevato nei ruoli di prima linea e una ragione comune per cui i nuovi dipendenti si sentono frustrati e lasciano l'azienda così rapidamente è perché non sentono di contribuire alle loro organizzazioni abbastanza velocemente. O forse si sentono frustrati da quanto sembra complicato il loro lavoro perché la tecnologia è difficile da apprendere e utilizzare.

Se i processi aziendali sono semplici, ma le tecnologie utilizzate all'interno di tali processi non lo sono almeno dal punto di vista dell'esperienza utente (UX), questo è un problema. Ed è un problema che devi risolvere immediatamente.

Il caso dei dispositivi indossabili

Le operazioni di magazzino, distribuzione, trasporto, logistica, vendita al dettaglio e produzione funzionavano perfettamente prima che esistesse la tecnologia.

Questo non vuol dire che funzionassero perfettamente, ma la semplicità delle liste di controllo cartacee, degli elenchi di inventario e degli aiuti al lavoro ha ridotto gli attriti nelle giornate dei lavoratori. Se non sapevano come fare qualcosa, seguivano un collega per un po' per imparare o semplicemente chiedevano aiuto.

Oggi, sembra che i nuovi dipendenti debbano dedicare molto tempo ad imparare come usare la tecnologia oltre a imparare come svolgere il proprio lavoro perché ci si aspetta che siano autonomi. Secondo un recente studio di Microsoft, il 55% dei lavoratori in prima linea riferisce di aver dovuto "imparare nuove tecnologie al volo, senza alcuna formazione o pratica formale". Se essere intrinsecamente esperti di tecnologia è un prerequisito per il lavoro in prima linea, allora sarà difficile per le aziende sopravvivere nell’economia on-demand.

Mentre una percentuale crescente del bacino di manodopera è composta da nativi digitali e il 64% dei lavoratori in prima linea è entusiasta delle opportunità di lavoro create dalla tecnologia, quasi la metà dei lavoratori in prima linea (45%) "si sentono spinti ad adattarsi alle nuove tecnologie per paura di perdere il lavoro".

Non si può permettere che la tecnologia o la paura della tecnologia complichino il primo giorno, settimana o mese di un dipendente (e alla fine lo spaventino). È necessario fornire loro una tecnologia che faciliti la formazione sul posto di lavoro in un modo che sia semplice, diretto e familiari piuttosto che costringerli ad apprendere nuove e complicate tecnologie per completare nuovi compiti. La tecnologia che si fornisce loro dovrebbe essere il più autoesplicativa possibile. Questo è uno dei motivi per cui i dispositivi indossabili devono diventare un punto fermo nel tuo magazzino: per massimizzare la produttività e l'efficienza operativa e per semplificare la formazione degli utenti.

Sebbene esistano molti dispositivi mobili che si potrebbe utilizzare, come un computer portatile o un tablet, la realtà è che qualsiasi dispositivo che deve occupare la mano di qualcuno potrebbe aggiungere attrito a tali flussi di lavoro.

L'unico modo in cui le persone possono muoversi il più velocemente possibile in un magazzino è avere le mani totalmente libere per prelevare articoli, utilizzare attrezzature e altro ancora.

Con i dispositivi indossabili, il personale non deve preoccuparsi di prendere e riporre un dispositivo ogni volta che deve fare qualcos'altro, ma può semplicemente svolgere le proprie attività. E poiché il dispositivo può essenzialmente mostrare, o dire in modo udibile, dove andare e cosa fare dopo, non hanno necessariamente bisogno di un dispositivo a grande schermo per la direzione. Possono anche mettersi al passo rapidamente, il che significa che possono raggiungere la piena produttività più velocemente.

Prendiamo ad esempio lo smartwatch medio, che molte persone possiedono oggi. I computer indossabili come lo Zebra WS50 hanno un aspetto e un funzionamento molto simili agli smartwatch consumer che i dipendenti potrebbero già utilizzare (anche se il WS50 è un dispositivo di livello aziendale costruito appositamente per le applicazioni aziendali utilizzate lungo tutta la catena di fornitura). Quindi, quando i lavoratori indossano il WS50 , che funziona sul sistema operativo Android (SO) come molti dispositivi consumer, non ci sarà molta curva di apprendimento, se non presente. Dovranno apprendere il software sul dispositivo proprio come potrebbero dover apprendere una nuova app sui propri dispositivi personali. Ma familiarizzare con quel software non sarà eccessivamente difficile.

In effetti, uno dei motivi per cui i computer indossabili come il WS50 sono diventati così popolari sia tra i leader aziendali che tra i lavoratori in prima linea è perché Zebra ha progettato il WS50 e l'applicazione software Velocity di Ivanti per consentire la produttività sin dal primo giorno. Il dispositivo essenzialmente istruisce l'utente durante il suo lavoro, facilitando la formazione sul posto di lavoro che accelera i tempi di produttività e aiuta a fidelizzare i lavoratori senza sovrapporsi a requisiti di formazione tecnica secondaria durante l'onboarding. Invece di chiedere a un altro membro del team di tenere per mano un nuovo dipendente, è possibile dargli un WS50 dotato di software di guida passo passo da indossare sulla mano (o sul polso) e mandarlo in viaggio. Il WS50 è disponibile anche in un modello RFID, che racchiude ancora più funzionalità nel computer indossabile all-in-one di classe enterprise più piccolo al mondo.

La linea di fondo

La tecnologia rimarrà fondamentale per le operazioni aziendali, quindi si deve trovare un modo per farla funzionare meglio per i lavoratori in prima linea.

Devono essere in grado di intraprendere un nuovo lavoro e sentirsi produttivi fin dal primo giorno o di ricoprire un nuovo ruolo in un attimo. Non possono più permettersi il lusso di periodi di onboarding di un mese.

Bisogna assicurarsi quindi di investire solo in tecnologie che offrano esperienze di microapprendimento altamente coinvolgenti per tutti i dipendenti, anziché scegliere tecnologie che richiedono ingenti investimenti formativi aggiuntivi. Semmai, meglio assegnare quei soldi alla creazione di guide visive o acustiche fruibili e on-demand che possano dare ai lavoratori in prima linea la piena autonomia che desiderano e la sicurezza di cui hanno bisogno per essere un membro stimato del team.

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi