About

Consulting, System Integration,
Solution Providing, Products, Services.

Multimac implementa le migliori tecnologie di tracciabilità e visibilità all’interno dei flussi delle catene di approvvigionamento.
Mobile Computing per rendere informate le risorse umane in tempo reale, Cloud Labelling per la creazione del dato digitale su etichetta ovunque ci si trovi, Data Capture per l’acquisizione dati digitale in ogni nodo della Supply Chain, RFID per la migliore visibilità in tempo reale di prodotti e asset, Real Time Locating System per visualizzare in tempo reale gli spostamenti, Data Intelligence per la migliore gestione dei flussi attraverso lo studio dei dati acquisiti.

Contatti

Email: info@multimac.it
Numero Verde: 800 593 293

Multimac Srl
Via W. Baffin, 10
35136 Padova - Italy
Telefono: +39 049 713 267
Fax: +39 049 713 582
Codice fiscale: 01633140239
Partita IVA: IT01281830289
Sdi: M5UXCR1
Anno di fondazione: 1976
R.E.A. : PD – 196842

03 novembre 2023

La potenza dell'orchestrazione della supply chain: integrazione totale dei dati per il migliore servizio possibile.

Reti logistiche affidabili e convenienti sono le fondamenta delle odierne catene di fornitura globali. Il flusso regolare di materiali, componenti e prodotti finiti in tutto il mondo ha sostenuto la rapida e praticamente ininterrotta espansione del commercio globale dalla metà del XX secolo al primo decennio del XXI.

Oggi, queste fondamenta sembrano meno solide. La rapidità della ripresa economica mondiale post-COVID-19 ha esercitato un'ulteriore pressione sulle reti logistiche, ancora provate dalle perturbazioni causate dalla pandemia. Negli ultimi anni, i responsabili della supply chain hanno dovuto affrontare una notevole pressione operativa. I limiti di capacità nel trasporto marittimo e aereo hanno spinto i costi di trasporto ai massimi storici. La congestione nei principali porti ha allungato drasticamente i tempi di percorrenza end-to-end. Le aziende hanno dovuto far fronte a significative carenze di beni logistici, come i container, e di personale, come gli autisti di camion.

Le tensioni in altri settori dell'economia globale hanno avuto effetti di ricaduta anche sulle operazioni logistiche. La carenza di componenti critici, in particolare di semiconduttori, ha costretto le aziende del settore automobilistico e dell'alta tecnologia, ad esempio, a modificare i loro piani di produzione, sbilanciando le catene di approvvigionamento just-in-time, finemente sintonizzate. I progetti di costruzione sono stati messi fuori calendario dai materiali mancanti. Le aziende hanno cercato di colmare le lacune rifornendosi da nuovi fornitori in luoghi sconosciuti.

Sebbene non si siano ripetute le chiusure di massa e le chiusure delle frontiere verificatesi all'inizio della pandemia, le scosse di assestamento di COVID-19 continuano a causare problemi logistici localizzati. Le chiusure temporanee di porti e altre strutture per motivi di tutela della salute si sono aggiunte a una lunga lista di eventi dirompenti, tra cui tornado, inondazioni e altri eventi meteorologici estremi.

Cambiamenti strategici

Anche se le sfide operative continuano ad aumentare, alle organizzazioni della supply chain viene chiesto di rispondere a cambiamenti strategici significativi. Alcuni di questi sono stati precipitati o accelerati dalla pandemia. La resilienza della catena di approvvigionamento è diventata una priorità fondamentale per molte organizzazioni, che ha spinto a modificare le strategie di inventario e a diversificare le fonti di approvvigionamento. Le spedizioni dirette al consumatore hanno registrato una crescita vertiginosa dopo che, durante la crisi, i consumatori sono passati dagli acquisti di persona al commercio online.

Altri cambiamenti erano già in atto. La ricerca di costi più bassi, di una maggiore reattività o di una migliore stabilità geopolitica sta portando alcune aziende ad adattare la propria produzione e l'impronta dei fornitori, rifornendosi da nuove sedi globali o adottando strategie di nearshoring o di disaccoppiamento regionale. Altre stanno cercando di ridurre le emissioni generate dalle loro catene di approvvigionamento e dalle attività logistiche in vista della transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio o a zero emissioni.

Volare alla cieca

Queste sfide sarebbero già abbastanza complicate di per sé. Ma in molte catene di fornitura moderne, un processo decisionale efficace è ulteriormente ostacolato da informazioni imperfette. Le reti logistiche sono frammentate, con un mix di gestione interna ed esterna che coinvolge più fornitori di servizi e stakeholder. Ciò rende difficile valutare le prestazioni attuali di queste reti rispetto a una gamma completa di indicatori di prestazione chiave, come velocità, qualità, costi, rischi ed emissioni di carbonio. I miglioramenti delle prestazioni sono ancora più difficili da ottenere. L'attenzione di molti team della supply chain è talmente concentrata sulle continue sfide di esecuzione che rimangono poche risorse per valutare l'ottimizzazione. Questo problema è stato aggravato da una serie di fattori chiave: 

Il crescente volume di dati generati all'interno della catena di fornitura.

Le sfide insite nel mettere insieme fonti di dati eterogenee

La difficoltà di produrre risultati accurati a un livello di granularità e tempestività sufficiente a renderli significativi e perseguibili. 

Siamo in un'epoca in cui la disponibilità di dati sulla supply chain e sui trasporti non è più in discussione. Ma la capacità di analizzare, interpretare e manipolare tali dati e di agire rapidamente in base ai risultati è un obiettivo che molte aziende ancora faticano a raggiungere.

È tempo di una visione più chiara

Alcune aziende stanno superando i tradizionali punti ciechi della pianificazione e delle operazioni logistiche con un nuovo approccio tecnologico noto come Supply Chain Orchestration (SCO). Esse combinano più fonti di dati in un lago di dati della supply chain, o "gemello digitale", e utilizzano strumenti avanzati di analisi e modellazione di scenari per generare nuove conoscenze sulle prestazioni attuali e future della rete logistica.

Per la prima volta, questo approccio offre alle aziende la possibilità di gestire e ottimizzare catene di fornitura complesse e frammentate in modo unificato. Creando una trasparenza totale e offrendo ricche informazioni contestuali, la SCO consente alle aziende di confrontare le prestazioni di diversi fornitori rispetto a molteplici KPI. Questo aiuta a focalizzare l'attenzione del management dove è più importante e a identificare le opportunità di ottimizzazione e miglioramento. Gli strumenti SCO consentono alle aziende di condurre anche analisi "what-if" per esplorare il probabile impatto di cambiamenti nella progettazione o nel funzionamento della rete logistica. L’SCO è uno strumento potente anche per il processo decisionale operativo. Con una visione unica delle operazioni logistiche end-to-end, i manager possono individuare prima i potenziali problemi e trovare più rapidamente le soluzioni migliori.

Il caso dell'orchestrazione della supply chain

Le catene di fornitura, e in particolare i loro elementi di trasporto, coinvolgono molti stakeholder, sia interni che esterni. I dipartimenti interni coinvolti nelle attività della supply chain includono finanza, acquisti, governance, rischi e conformità, gestione dei rapporti con i clienti e i fornitori e produzione. I partner esterni possono includere una serie di fornitori, distributori, trasportatori, fornitori di logistica di terze e quarte parti, subappaltatori e clienti. Ciascuna di queste parti interne ed esterne può utilizzare soluzioni informatiche proprie e diverse. Ciò rappresenta un ostacolo significativo per le aziende che cercano di ottimizzare le operazioni di trasporto, sia dal punto di vista operativo (gestione delle spedizioni in entrata, in uscita, dei resi, ecc.), sia dal punto di vista strategico (valutazione di come le modifiche alle operazioni possano creare vantaggi in termini di riduzione dei costi, riduzione delle emissioni di carbonio o miglioramento del servizio clienti).

La tecnologia SCO fornisce un meccanismo per abbattere le barriere dei dati della supply chain, consentendo di combinare, analizzare e condividere le informazioni a vantaggio di tutti i partecipanti. I vantaggi di poter intraprendere questa analisi sono molteplici. In primo luogo, i caricatori possono instaurare relazioni più forti e più strette con i loro vettori, 3PL e 4PL, assicurandosi che tutti condividano esattamente gli stessi dati e li utilizzino per formulare, valutare e ottenere risultati realistici dalle decisioni operative.

Inoltre, gli spedizionieri possono analizzare accuratamente le modifiche alle proprie operazioni senza la necessità di implementare un sistema di gestione dei trasporti (TMS) pienamente operativo. Naturalmente, in questo modo possono anche fornire le basi per un business case che giustifichi un TMS. Gli spedizionieri che non considerano la logistica come una capacità principale possono utilizzare l'orchestrazione per misurare accuratamente le prestazioni dei loro fornitori di servizi e garantire che tutte le efficienze siano realizzate. Per i vettori, i 3PL e i 4PL, l'orchestrazione fornisce un mezzo collaborativo, ma non distruttivo, per mettere alla prova le operazioni esistenti del cliente e trovare miglioramenti. Ciò dimostra il valore dell'esperienza del fornitore di servizi logistici come mezzo di differenziazione competitiva, assicurando così la fidelizzazione dei clienti.

Come funziona l'orchestrazione della supply chain

La base della tecnologia SCO è una piattaforma software basata su cloud che combina più fonti di dati provenienti da diversi partecipanti alla supply chain. Tra questi, i dati relativi alle spedizioni e alla domanda provenienti dai sistemi interni di pianificazione e previsione delle risorse di un'organizzazione; i dati operativi, di performance e di costo provenienti da fornitori di servizi esterni, come organizzazioni logistiche di terze parti o aziende di trasporto; e le informazioni rilevanti sulle condizioni meteorologiche o sui rischi della supply chain provenienti da fornitori esterni.

L'importazione e l'integrazione di queste diverse fonti di dati è automatizzata, con aggiornamenti regolari che assicurano che le organizzazioni basino sempre le loro decisioni sulle informazioni più aggiornate disponibili. La frequenza di aggiornamento dipende dai requisiti operativi dell'organizzazione e dalla disponibilità di nuove fonti di dati. Ad esempio, le informazioni sullo stato delle consegne fornite da un fornitore di logistica terzo possono essere aggiornate ogni pochi minuti, mentre le nuove informazioni sui movimenti delle navi potrebbero essere disponibili solo ogni poche ore. I dati utilizzati per modellare i cambiamenti nella rete o nelle operazioni della supply chain, invece, potrebbero essere gestiti più periodicamente.

Il sistema di orchestrazione utilizza questi dati ricchi e granulari in diversi modi. Può fornire dashboard dettagliati ai team operativi di gestione della supply chain, consentendo loro di vedere a colpo d'occhio lo stato generale delle reti logistiche o di approfondire i dettagli di corsie, nodi o spedizioni specifiche. Può monitorare le operazioni della supply chain e attivare automaticamente avvisi per le spedizioni a rischio di ritardo o quando i KPI si discostano dai livelli concordati.

Al di là degli ovvi vantaggi operativi offerti da una maggiore trasparenza, la vera potenza del sistema SCO deriva dall'applicazione di strumenti analitici avanzati per ricavare nuove conoscenze dai dati. Le aziende possono utilizzare questi sistemi per confrontare le prestazioni relative di diversi fornitori di servizi logistici rispetto a più KPI, ad esempio. Possono identificare le opportunità di migliorare le prestazioni logistiche aggregando o disaggregando i flussi, o cambiando fornitori di trasporto, modalità e percorsi. Possono inoltre condurre una pianificazione di scenario utilizzando sofisticate analisi "what-if" per valutare potenziali modifiche alle operazioni logistiche o al design della rete, come ad esempio l'impatto sui costi di trasporto e sui livelli di servizio se i clienti ampliano le finestre di consegna.

"Integrando i dati delle spedizioni in un'unica piattaforma, l'orchestrazione dei trasporti offre la possibilità di valutare rapidamente le potenziali modifiche alle operazioni logistiche e di misurarne l'impatto in modo reale e significativo, il tutto senza causare interruzioni dell'attività quotidiana", afferma Dominic Regan, Senior Director di Oracle per le applicazioni logistiche. "Questo permette alle aziende di sfruttare nuove aree di risparmio, oltre a quelle disponibili con l'implementazione di un TMS operativo più tradizionale".

La combinazione di dati ricchi e tempestivi e di capacità analitiche avanzate si traduce in un valore reale per le aziende. La SCO migliora il controllo, consentendo alle aziende di gestire reti logistiche esterne o ibride come se fossero interne. Le aziende hanno la possibilità di ottimizzare le loro reti logistiche da un capo all'altro, indipendentemente dalle dimensioni delle operazioni o dal numero di entità coinvolte. Una maggiore trasparenza sui costi e sulle prestazioni della rete informa le trattative con i fornitori esterni e favorisce l'identificazione delle opportunità di miglioramento.

Lo SCO elimina anche la complessità, consentendo alle risorse di gestione di concentrarsi sulle parti della rete che presentano i rischi maggiori o che offrono le maggiori opportunità di miglioramento. Permette di prendere decisioni basate sui dati, mentre le aziende cercano di bilanciare i costi della logistica, i rischi e l'impatto ambientale.

L'orchestrazione della catena di fornitura nella pratica

Negli Stati Uniti, DHL Supply Chain fornisce servizi SCO nell'ambito del suo ruolo di fornitore principale di logistica per diverse importanti aziende manifatturiere. Il leader della logistica a contratto globale e nordamericana lavora da tempo con la tecnologia di orchestrazione, ma Jason Gillespie, Senior Director of Continuous Improvement and Innovation di DHL Supply Chain, afferma che la pandemia COVID-19 è stata il catalizzatore per un'implementazione rapida e su larga scala dell'approccio.

Secondo Gillespie, durante la crisi il sistema SCO ha dimostrato la sua validità in molti modi: i clienti hanno fatto tutto il possibile per mantenere in funzione le linee di produzione nonostante le gravi interruzioni delle operazioni dei fornitori e dei servizi logistici. "In alcuni momenti, abbiamo persino inviato personale logistico nei porti per rimuovere i componenti dai container e trasferirli per via aerea", spiega Gillespie.

La tecnologia di orchestrazione ha anche contribuito a un cambiamento fondamentale nel rapporto tra i partecipanti alla supply chain, afferma Gillespie. "Poiché tutti i soggetti coinvolti utilizzavano gli stessi dati e spesso guardavano gli stessi cruscotti, questa tecnologia ci ha aiutato a lavorare insieme in modo più efficace, trovando soluzioni collaborative in circostanze estremamente difficili".

Gillespie ritiene che questo maggiore livello di apertura e collaborazione sarà un'eredità positiva della pandemia. "Credo che le persone si siano rese conto che i vantaggi di questo approccio superano di gran lunga le preoccupazioni che potrebbero avere sulla condivisione di dati operativi granulari", afferma, aggiungendo che un numero crescente di clienti della DHL Supply Chain, nuovi ed esistenti, ha in programma di adottare la tecnologia.

Orchestrazione della supply chain per la resilienza

Un'area in cui l’SCO offre un valore significativo per molte organizzazioni è il miglioramento della resilienza della supply chain. Incorporando i dati sui rischi e sugli eventi dirompenti provenienti dall’applicativo, le organizzazioni leader sono state in grado di migliorare la solidità della loro pianificazione, ottimizzare i costi e accelerare la risposta ai problemi operativi.

Un'azienda globale di beni di consumo, ad esempio, utilizza le previsioni meteo dettagliate e i dati sulle temperature per ottimizzare la selezione degli asset per il trasporto di merci deperibili. La scelta delle attrezzature per la catena del freddo più convenienti per ogni spedizione ha fatto risparmiare all'azienda circa 2 milioni di dollari all'anno, eliminando le perdite di prodotto dovute al deterioramento. Riducendo la necessità di congelare i carichi, l'azienda risparmia tempo e riduce il consumo di energia nelle sue operazioni logistiche.

Le aziende chimiche e farmaceutiche utilizzano i dati per identificare potenziali ritardi logistici prima che i carichi vengano spediti. La segnalazione tempestiva dei rischi consente a queste aziende di ottimizzare la pianificazione dei carichi e garantisce che le loro torri di controllo logistico monitorino da vicino qualsiasi minaccia in corso per la puntualità delle consegne.

Un'altra azienda del settore della gestione delle merci applica la tecnologia e i dati per ottimizzare i propri processi di pianificazione. L'azienda utilizza un modello di apprendimento automatico che analizza più di 60 variabili per prevedere il rischio di consegna puntuale di carichi specifici fino a due settimane prima della partenza. Consentendo al personale di concentrare la propria attenzione sulle spedizioni segnalate come "ad alto rischio", il sistema ha ridotto i costi di pianificazione, migliorato i livelli di servizio e fatto risparmiare all'azienda circa 11.000 ore di tempo dei dipendenti ogni anno.

Man mano che le reti logistiche diventano più complesse e critiche, le aziende devono passare da un approccio di gestione reattivo a uno proattivo. La tecnologia SCO fornisce i dati e le capacità analitiche necessarie per ottimizzare la progettazione della rete e la pianificazione delle spedizioni. Combinando i dati di trasporto dettagliati di un'azienda con fonti di dati esterne che comprendono aree come il rischio della catena logistica, le decisioni possono ora essere basate su dati empirici piuttosto che su "sensazioni di pancia". Inoltre, poiché SCO incorpora tutti i partecipanti alla supply chain, apre la strada a un approccio più collaborativo alla gestione della logistica, in cui i diversi partecipanti alla supply chain lavorano insieme per superare le sfide e fornire il massimo livello possibile di prestazioni.

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi