About

Consulting, System Integration,
Solution Providing, Products, Services.

Multimac implementa le migliori tecnologie di tracciabilità e visibilità all’interno dei flussi delle catene di approvvigionamento.
Mobile Computing per rendere informate le risorse umane in tempo reale, Cloud Labelling per la creazione del dato digitale su etichetta ovunque ci si trovi, Data Capture per l’acquisizione dati digitale in ogni nodo della Supply Chain, RFID per la migliore visibilità in tempo reale di prodotti e asset, Real Time Locating System per visualizzare in tempo reale gli spostamenti, Data Intelligence per la migliore gestione dei flussi attraverso lo studio dei dati acquisiti.

Contatti

Email: info@multimac.it
Numero Verde: 800 593 293

Multimac Srl
Via W. Baffin, 10
35136 Padova - Italy
Telefono: +39 049 713 267
Fax: +39 049 713 582
Codice fiscale: 01633140239
Partita IVA: IT01281830289
Sdi: M5UXCR1
Anno di fondazione: 1976
R.E.A. : PD – 196842

27 settembre 2023

Il valore oggettivo dell'ESG nella Supply Chain: essere orientati allo scopo umano e ambientale.

A maggio si è tenuto il Forum annuale di Gartner dei leader della catena di approvvigionamento, che ha riunito i direttori generali e i responsabili della catena di approvvigionamento di tutti i settori per concentrarsi sulle grandi tendenze e sui problemi che devono affrontare la comunità, la società e il pianeta. Il “discorso del CEO” è stato tenuto da Alan Jope di Unilever.

Uno dei messaggi chiave di Jope è stato che essere orientati allo scopo è anche un bene per l'azienda, in quanto favorisce la crescita, riduce i costi a lungo termine e attrae e trattiene i migliori talenti. All'epoca era sul punto di andare in pensione, cosa che ha fatto a giugno, sperando che parte della sua eredità fosse la dimostrazione di questa connessione diretta tra persone, pianeta e profitto.

Jope ha anche chiarito che Unilever non è una ONG. Sta perseguendo pratiche commerciali sostenibili per un interesse personale illuminato e per una forte motivazione commerciale. Parte della strategia "Compass" dell'azienda riconosce che i marchi con uno scopo dichiarato crescono più velocemente di quelli senza.

Si stanno vedendo molti altri membri della comunità impostare le loro strategie e i loro investimenti in linea con una maggiore sostenibilità ambientale e sociale. Allo stesso tempo, sta crescendo un movimento anti-ESG. Persino il presidente e amministratore delegato di BlackRock, Larry Fink, famoso per aver spronato il mondo aziendale all'adozione degli standard ESG, ha smesso di usare il termine perché ritiene che sia stato politicizzato e strumentalizzato.

Come esperimento di riflessione, cosa succederebbe se eliminassimo semplicemente queste considerazioni politiche dalle nostre politiche e dai nostri investimenti e li valutassimo in base al fatto che producono rendimenti positivi e maggiore resilienza nelle nostre aziende?

Ritorno sul capitale umano

Nel corso degli anni, decine di leader della supply chain hanno potuto indicare i ritorni diretti che hanno avuto dagli investimenti in una maggiore sostenibilità ambientale. Ad esempio, l'ottimizzazione dei percorsi di distribuzione, la riduzione dei chilometri a vuoto e la massimizzazione dei carichi completi dei camion comportano una minore spesa in attrezzature, manodopera e carburante. L'efficienza energetica che ne deriva genera anche meno emissioni di carbonio: un vantaggio per tutti.

Rispetto agli investimenti verdi, c'è meno documentazione su come le politiche della forza lavoro abbiano un impatto diretto sui risultati aziendali, ma ci sono dei punti di prova.

Nel 2021, l'organizzazione no-profit JUST Capital ha creato un indice di borsa per evidenziare la performance e l'impatto degli investimenti in aziende che danno priorità alla propria forza lavoro. La serie di dati dell'indice Workers Leaders copre diverse questioni chiave relative ai lavoratori che riflettono vari aspetti della forza lavoro, tra cui il fatto che le aziende conducano analisi sulla parità retributiva, divulghino dati sulla diversità della forza lavoro, offrano permessi retribuiti e forniscano congedi parentali retribuiti. Inoltre, tiene traccia della percentuale stimata di lavoratori che percepiscono un salario di sussistenza e del rapporto tra la retribuzione del CEO e quella del lavoratore medio.

Quando JUST Capital confronta la performance di mercato delle aziende nella sua classifica annuale che ottengono un punteggio tra i primi 20% per le questioni relative ai lavoratori con il più ampio indice azionario Russell 1000, ha costantemente mostrato una sovraperformance del gruppo Workers Leaders. I dati al 15 settembre 2023 mostrano una differenza di oltre il 3%, anche se negli ultimi 20 mesi circa il premio ha talvolta superato il 12%.

JUST Capital ha inoltre elaborato statistiche che dimostrano la sovraperformance dei Leader dei lavoratori su una serie di misure complementari, tra cui:

_ 118,5% di probabilità in più di pagare un salario di sussistenza sostenibile per le famiglie.
_ avere il 9,1% in più di donne nei loro consigli di amministrazione.
_ Il 20,6% in più di probabilità di avere una politica sui diritti umani.

Ulteriori misure di valore

L'anno scorso è stato pubblicato un articolo intitolato "Elevare l'umanità attraverso la diversità dei fornitori" in cui è stata intervistata Jill Miller, la fondatrice di Lunum, un'azienda che si occupa di cambiare il modo in cui le imprese pensano alla connessione tra occupazione e impatto sulla comunità, utilizzando un approccio di tipo Impact-Weighted Accounts.

Secondo la Miller, "i risultati di Lunum, analizzando le aziende con un impatto occupazionale superiore alla media, sono in linea con i risultati di JUST Capital. Questi leader non solo dimostrano un significativo impatto positivo sull'occupazione, ma superano anche la performance del Russell 1000, sottolineando i benefici finanziari dell'investimento nella forza lavoro - per le loro aziende, i lavoratori e le comunità". Il prossimo passo è misurare e migliorare nel tempo, non solo nelle singole aziende, ma in tutte le catene di valore".

Di recente, in una conversazione con Paul Gallagher, Chief Supply Chain Officer di General Mills, Quando gli è stato chiesto cosa stesse andando bene per l'organizzazione, ha menzionato i tassi di abbandono degli uffici e dei lavoratori in prima linea, che sono significativamente più bassi rispetto al settore in generale. Il segreto? L'attenzione intenzionale alla diversità della forza lavoro e a una cultura di appartenenza che spinge le persone a costruirsi una carriera in azienda. In questo caso si misurano sia gli input che i risultati.

Quanto più riusciamo ad allontanarci dalle azioni performative e a considerare in modo obiettivo e apolitico i risultati che le aziende ottengono quando perseguono gli obiettivi ESG, tanto meglio sarà per noi. Quando si investe in iniziative di equità salariale della forza lavoro, per esempio, citare dati di terzi che dimostrino l'impatto sui risultati e sulla comunità parla più forte delle dichiarazioni dei media. Inoltre, assicura agli investitori che la nostra forza lavoro è resistente.

 

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi