About

Consulting, System Integration,
Solution Providing, Products, Services.

Multimac implementa le migliori tecnologie di tracciabilità e visibilità all’interno dei flussi delle catene di approvvigionamento.
Mobile Computing per rendere informate le risorse umane in tempo reale, Cloud Labelling per la creazione del dato digitale su etichetta ovunque ci si trovi, Data Capture per l’acquisizione dati digitale in ogni nodo della Supply Chain, RFID per la migliore visibilità in tempo reale di prodotti e asset, Real Time Locating System per visualizzare in tempo reale gli spostamenti, Data Intelligence per la migliore gestione dei flussi attraverso lo studio dei dati acquisiti.

Contatti

Email: info@multimac.it
Numero Verde: 800 593 293

Multimac Srl
Via W. Baffin, 10
35136 Padova - Italy
Telefono: +39 049 713 267
Fax: +39 049 713 582
Codice fiscale: 01633140239
Partita IVA: IT01281830289
Sdi: M5UXCR1
Anno di fondazione: 1976
R.E.A. : PD – 196842

04 aprile 2024

Il 46% delle aziende considera la mancanza di Visibilità nella Supply Chain il problema principale da affrontare nelle catene di approvvigionamento.

Tutti ricordano le interruzioni della catena di approvvigionamento causate dalla pandemia. Le chiusure e le carenze di manodopera, unite a un cambiamento fondamentale nel comportamento dei consumatori, hanno provocato ritardi massicci e carenze visibili sugli scaffali. Molti pensavano che una volta superata quella metaforica montagna, le catene di approvvigionamento sarebbero tornate alla normalità. Invece, ci sono state solo altre montagne. Sì, le continue interruzioni sono la nostra nuova normalità, ma non dobbiamo perderci nelle cattive notizie. Possiamo innanzitutto riconoscere che la moderna catena di fornitura è una complessa rete globale di relazioni prima di formulare piani per compensare le sfide che persistono. Le sfide sono molte, ma principalmente includono:

Fattori geopolitici
Tre grandi regioni geopolitiche pongono continui ostacoli alle catene di approvvigionamento globali: il Mar Rosso, l'Ucraina e Taiwan. Ad esempio, di recente, l'espandersi del conflitto a Gaza e gli attacchi alle navi mercantili nel Mar Rosso hanno indotto i principali spedizionieri a deviare dal Canale di Suez verso l'Africa, con impatti significativi. A fine gennaio, il prezzo medio del trasporto di un container da 40 piedi era aumentato del 250% rispetto a metà dicembre. 

Cambiamento climatico e disastri naturali
Consideriamo ora l'estrema siccità che ha interrotto la navigazione attraverso il Canale di Panama, dove il traffico giornaliero si è ridotto di quasi il 40%. Inoltre, il Reno, una delle più importanti vie d'acqua commerciali d'Europa, ha affrontato un periodo di inondazioni significative seguite da siccità che hanno avuto un impatto significativo sul trasporto e sulla circolazione delle merci.

Carenza di manodopera nella logistica
Dagli autisti di camion in Corea del Sud ai lavoratori portuali in Germania e nel Regno Unito nel 2023, insieme agli effetti in corso della grande rassegnazione, il lavoro e la logistica continuano ad avere un impatto sulle catene di approvvigionamento. Un recente sondaggio Descartes condotto tra i leader della supply chain e della logistica in Europa e in Nord America ha rivelato che il 37% sta sperimentando una carenza di manodopera, da elevata a estrema, di autisti e magazzinieri.  

Cosa significa tutto questo? La visibilità della supply chain è il fondamento della resilienza.
Molte di queste interruzioni sono fuori dal controllo dei partner commerciali. Ma invece di aspettare la prossima siccità o il prossimo incidente alla sicurezza delle linee di spedizione, possono cercare di migliorare le strategie di previsione della domanda, di gestione delle scorte e di reti di fornitori più solide. A tal fine, tutti i membri della catena di approvvigionamento devono sapere quali prodotti e materiali sono disponibili, dove si trovano e in che quantità. Tuttavia, la visibilità end-to-end della supply chain può essere ostacolata da processi manuali e strutture di dati incoerenti, che rendono incredibilmente difficile la condivisione dei dati in una rete globale di fornitori, produttori, fornitori di logistica e rivenditori. Un'indagine di IDC Retail Insights per il 2023 ha rivelato che il 46% dei dirigenti del settore considera la mancanza di visibilità della supply chain come il problema principale che le catene di approvvigionamento devono affrontare. Esiste già una tecnologia che consente la digitalizzazione e l'automazione necessarie per ottenere questo livello di visibilità. Due esempi sono l'identificazione a radiofrequenza (RFID) e i codici a barre 2D, tra cui i codici QR. Leggendo le etichette RFID, le parti interessate possono tracciare il percorso end-to-end di un articolo etichettato, con un'efficienza e una precisione senza precedenti. E poiché i codici a barre 2D possono contenere un'enorme quantità di dati, dai numeri di lotto e di partita alle informazioni nutrizionali e agli URL, i retailer possono migliorare le pratiche di inventario potenziando la gestione della freschezza, mentre i marchi possono offrire ai consumatori informazioni dettagliate sui prodotti.

Creare un ecosistema di filiera resiliente
In particolare, i partner commerciali possono lavorare per creare un ecosistema della catena di fornitura più digitalizzato in diverse aree:   

Diversificazione e sana ridondanza
Per compensare i rischi ed eliminare i punti ciechi, molte aziende ricorrono al dual sourcing, che prevede la presenza di più fornitori per beni e materiali critici, e al nearshoring, che prevede la produzione o l'approvvigionamento in una regione vicina per ridurre la dipendenza dalle reti logistiche globali.

Analisi predittiva, valutazione dei rischi e pianificazione degli scenari
Capire dove si trovano tutti i beni e i materiali, quanto tempo impiegano per spostarsi da un punto all'altro, il costo per farlo e le risorse utilizzate consente di effettuare analisi potenti. Le simulazioni end-to-end possono rivelare le vulnerabilità, consentire l'analisi dell'impatto di vari scenari e permettere di creare e testare piani di emergenza.

Processo decisionale agile
È essenziale adattare la propria catena di approvvigionamento per prosperare durante qualsiasi crisi. La collaborazione, sia internamente tra le operazioni e la produzione che con i principali partner commerciali, è fondamentale per la capacità di un'organizzazione di cambiare rotta. Inoltre, consentendo ai team locali di prendere decisioni chiave si possono ottenere tempi di risposta più rapidi. 

Anche se abbiamo imparato a nostre spese che le nostre catene di approvvigionamento sono fragili, stiamo appena iniziando ad affrontare il problema. Esistono tecnologie come l'RFID e i codici a barre 2D che possono tracciare un prodotto e offrire visibilità su tutto ciò che lo riguarda. Per sbloccare queste entusiasmanti capacità sono necessari solidi standard digitali che forniscano un linguaggio comune per identificare, catturare e condividere informazioni critiche lungo l'intera catena di fornitura. La creazione di un ecosistema completamente interoperabile è la vera chiave per una catena di approvvigionamento che non solo è più veloce e più sostenibile in tempi normali, ma che è anche resistente alle catastrofi.

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi