About

Consulting, System Integration,
Solution Providing, Products, Services.

Multimac implementa le migliori tecnologie di tracciabilità e visibilità all’interno dei flussi delle catene di approvvigionamento.
Mobile Computing per rendere informate le risorse umane in tempo reale, Cloud Labelling per la creazione del dato digitale su etichetta ovunque ci si trovi, Data Capture per l’acquisizione dati digitale in ogni nodo della Supply Chain, RFID per la migliore visibilità in tempo reale di prodotti e asset, Real Time Locating System per visualizzare in tempo reale gli spostamenti, Data Intelligence per la migliore gestione dei flussi attraverso lo studio dei dati acquisiti.

Contatti

Email: info@multimac.it
Numero Verde: 800 593 293

Multimac Srl
Via W. Baffin, 10
35136 Padova - Italy
Telefono: +39 049 713 267
Fax: +39 049 713 582
Codice fiscale: 01633140239
Partita IVA: IT01281830289
Sdi: M5UXCR1
Anno di fondazione: 1976
R.E.A. : PD – 196842

17 gennaio 2024

I robot mobili ottimizzano la movimentazione dei materiali in Logistica e Supply Chain gestendo in maniera elastica i periodi di picco operativo.

Uno dei maggiori punti di forza dei robot mobili è che non sono infrastrutture fisse come i nastri trasportatori e possono quindi cambiare percorso a seconda dei volumi stagionali, dei flussi di lavoro in evoluzione o dei nuovi prodotti. Inoltre, software sempre più sofisticati promettono di scegliere i migliori robot, carrelli elevatori manuali e autonomi e lavoratori umani come agenti per un determinato compito.

Ma è più facile a dirsi che a farsi. Secondo quanto dichiarato da esperti del settore a Robotics 24/7, ben il 70% dei magazzini e dei centri di distribuzione non ha ancora aggiunto alcuna automazione. Anche le aziende che hanno esperienza nel campo della robotica possono avere problemi a far crescere il proprio parco macchine e ad assicurarsi che le apparecchiature siano integrate e comunichino correttamente. Inoltre, la maggior parte delle aziende non ha il vantaggio di scala di Amazon.

In che modo i veicoli a guida automatica (AGV), i robot mobili autonomi (AMR), i carrelli elevatori e il software di gestione delle flotte possono offrire una maggiore agilità operativa?

Si noti che è la domanda a guidare l'innovazione. Secondo Future Market Insights, il mercato globale dei robot logistici potrebbe passare da 8,28 miliardi di dollari nel 2023 a 38,13 miliardi di dollari entro il 2033, con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 16,5%.

"L'adozione di robot logistici riduce la spesa per la manodopera di magazzino e aiuta le aziende a funzionare in modo efficiente". Questo non significa che i robot stanno togliendo posti di lavoro, ma che le risorse umane possono essere riassegnate a compiti di maggior valore.

La manodopera è ancora un punto dolente della logistica

Mentre i conflitti commerciali, la pandemia COVID-19, il boom del commercio elettronico e la sua non ancora fine si sono succeduti, i tassi di occupazione rimangono elevati nonostante l'inflazione e altre pressioni economiche.

La carenza di manodopera continua a essere una delle maggiori sfide nel settore dei magazzini e della logistica. Per questo è fondamentale ottimizzare la produttività della forza lavoro esistente, migliorando al contempo l'ergonomia dei lavoratori e la qualità complessiva del posto di lavoro.

Collaborando con i lavoratori umani, i robot riducono al minimo i tempi improduttivi di deambulazione, di trazione di carrelli pesanti e di sollevamento, liberando i dipendenti per lavori a maggior valore aggiunto.

L'introduzione di robot può aiutare a fidelizzare i dipendenti, ma non è un rimedio da solo. Gli AMR non possono occuparsi di tutto e, anche se c'è la tendenza a far rientrare le persone con i robot, è davvero importante avere persone ben addestrate e in loco. Queste persone possono diventare gli esperti AMR.

Ad aggravare il turnover e la mancanza di competenze tecniche c'è il cambio generazionale, ha dichiarato Jim Lawton, vicepresidente e direttore generale per l'automazione robotica di Zebra Technologies.

"I magazzinieri esistenti sono prossimi alla pensione e i lavoratori in arrivo non vogliono quei lavori", ha affermato. "Agli inizi della robotica, le persone volevano sentir parlare di funzionalità, ma i nostri clienti non vogliono acquistare robot o machine learning; vogliono fare le cose meglio, più velocemente e più a buon mercato. In questo modo è possibile attirare la manodopera e renderla più produttiva".

Focus sulla flessibilità

Fortunatamente, i robot mobili stanno affrontando sempre più spesso le sfide aziendali.

Un cliente ha utilizzato i robot per gestire picchi di volume stagionali due volte superiori ai livelli normali, senza dover aumentare il personale. Con l'aumento dei volumi, gli operatori stanno aggiungendo mezzanini e torri di prelievo. La combinazione tra la rapidità di implementazione e la possibilità di spostare i robot da una sede all'altra offre una flessibilità senza pari. I robot liberano i dipendenti del magazzino per concentrarsi sui progetti di miglioramento continuo.

"Per molto tempo, i sostenitori del lean non sono stati fan dell'automazione, perché bisognava assumere personale per intervenire e modificare l'automazione fissa", ha ricordato Lawton. "La capacità dei robot di essere adattabili, di essere non solo veloci e facili da implementare, ma anche da riassegnare: sono progettati per ciò di cui le strutture avranno bisogno in un momento futuro".

Una sfida importante è spesso quella di scalare i tempi per adattarsi ai periodi di picco. Con un sistema goods-to-person (G2P), è possibile costruirlo per supportare i picchi e operare con esigenze medie fino a quando non è necessario scalarlo per i picchi, il che significa, ancora una volta, aggiungere un po' di personale in più, non un esercito.

Inoltre, con i robot si sfrutta una risorsa condivisa, il che significa che è facile aggiungere un turno, dato che i robot mobili non si preoccupano dell'orario di uscita.

Offerte RaaS per ridurre le spese generali

Il modello di business della robotica come servizio (RaaS) offre un certo grado di flessibilità finanziaria nell'adozione dell'automazione, ma gli utenti devono capire se il termine si riferisce a un contratto di locazione, a un accordo pay-per-pick o a un servizio in outsourcing.

Non solo il RaaS consente di risparmiare sui costi iniziali, ma permette anche ai contratti di automazione dei 3PL di allinearsi a quelli dei loro client.

Con un modello RaaS, i robot consentono a un'operazione di scalare molto più rapidamente, in quanto meno dipendente dall'assunzione di un esercito di lavoratori temporane. Con una soluzione collaborativa in corsia offerta come RaaS, è possibile distribuire capacità robotica aggiuntiva su richiesta. Ciò significa che l'operazione può crescere con un minor numero di lavoratori temporanei.

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi