About

Consulting, System Integration,
Solution Providing, Products, Services.

Multimac implementa le migliori tecnologie di tracciabilità e visibilità all’interno dei flussi delle catene di approvvigionamento.
Mobile Computing per rendere informate le risorse umane in tempo reale, Cloud Labelling per la creazione del dato digitale su etichetta ovunque ci si trovi, Data Capture per l’acquisizione dati digitale in ogni nodo della Supply Chain, RFID per la migliore visibilità in tempo reale di prodotti e asset, Real Time Locating System per visualizzare in tempo reale gli spostamenti, Data Intelligence per la migliore gestione dei flussi attraverso lo studio dei dati acquisiti.

Contatti

Email: info@multimac.it
Numero Verde: 800 593 293

Multimac Srl
Via W. Baffin, 10
35136 Padova - Italy
Telefono: +39 049 713 267
Fax: +39 049 713 582
Codice fiscale: 01633140239
Partita IVA: IT01281830289
Sdi: M5UXCR1
Anno di fondazione: 1976
R.E.A. : PD – 196842

27 novembre 2023

Come la digitalizzazione delle catene di fornitura può favorire le economie circolari.

Poiché le economie circolari offrono un futuro più sostenibile, l'innovazione digitale può aiutare le organizzazioni a prendere decisioni più intelligenti e a sbloccare un valore maggiore nelle catene di fornitura.

Le ricerche dimostrano che le aziende, i governi e i consumatori di tutto il mondo sono sempre più preoccupati per l'ambiente. Ma nonostante la nostra apparente preoccupazione, sembra che stiamo facendo ben poco al riguardo. Secondo un recente rapporto, l'estrazione e l'utilizzo di materiali è quasi quadruplicato negli ultimi 50 anni, superando anche la crescita della popolazione. L'economia attuale si basa su un approccio lineare in cui le organizzazioni raccolgono le risorse naturali della Terra, poi creano e vendono prodotti ai consumatori che alla fine li usano e li buttano via. Si stima che ogni anno vengano raccolti e consumati oltre 100 miliardi di tonnellate di materiali, di cui oltre il 90% finisce in discarica senza essere riciclato.

L'economia circolare mira a cambiare tutto questo, promuovendo un approccio più sostenibile in cui le risorse naturali vengono estratte in modo efficiente; la produzione viene effettuata in modo da ridurre al minimo gli sprechi; e alla fine della vita del prodotto, i materiali vengono recuperati, rigenerati, riparati e riutilizzati il più a lungo possibile, in modo che le aziende non debbano più estrarre risorse naturali vergini per alimentare la domanda. L'economia circolare ha il potenziale per ridurre significativamente la pressione sull'ambiente, creare un'economia multimiliardaria, stimolare l'innovazione e creare un numero enorme di posti di lavoro.

Cosa impedisce all'economia circolare di prendere il sopravvento?

Realizzare un'economia circolare è più facile a dirsi che a farsi. Anche le aziende più intenzionate possono incontrare grossi ostacoli nel percorrere la strada dell'economia circolare. Secondo Gartner, le sfide principali dell'economia circolare sono quattro. In primo luogo, la restituzione della proprietà dei materiali a fine vita può essere impegnativa. Le organizzazioni devono fare un'immersione profonda per capire come vengono consumati i prodotti e promuovere nuovi modelli di catena di fornitura in cui i prodotti scaduti tornano ai produttori. In secondo luogo, le materie prime devono avere un valore residuo sufficiente alla fine del ciclo di vita, in modo da continuare a essere rilevanti per l'azienda. In terzo luogo, per poter presentare un caso convincente agli stakeholder, le aziende devono innanzitutto comprendere la qualità, la quantità e il valore intrinseco delle materie prime restituite. Quarto, la complessità del prodotto è importante: meno complesso è il prodotto da restituire, più facile ed economico è il ricondizionamento e viceversa.

Come la digitalizzazione delle catene di approvvigionamento può dare impulso alle economie circolari

L'innovazione digitale e l'economia circolare hanno una natura simbiotica. In tempi di crescente proliferazione di Internet, è difficile immaginare un'iniziativa di economia circolare che non sia supportata dalla tecnologia. Sebbene vi siano diversi modi in cui la digitalizzazione può avere un impatto positivo sull'economia circolare, ecco i tre principali:

1_ La digitalizzazione può aiutare le organizzazioni a prendere decisioni migliori e più sostenibili.
Le tecnologie digitali consentono alle informazioni di viaggiare insieme al prodotto. Ciò consente alle aziende di catturare, memorizzare e analizzare i modelli di consumo, aiutando così le organizzazioni a prendere decisioni migliori. Ad esempio, le ricerche dimostrano che il 70% delle emissioni di gas a effetto serra (GHG) è legato alla movimentazione e all'utilizzo dei materiali. Se le aziende sanno quanto è pieno il loro aereo, la loro nave o il loro camion, possono determinare in tempo reale l'efficienza delle loro consegne. Ciò si traduce in una maggiore efficienza, in costi di carburante più bassi, in cicli di consegna più brevi e in una riduzione dei gas serra. Thyssenkrupp, uno dei principali produttori di ascensori al mondo, ha installato un sistema di manutenzione predittiva basato su cloud su 130.000 dei suoi ascensori in tutto il mondo. I suoi sensori raccolgono dati sulla salute dei componenti, dei sistemi e delle prestazioni. Questo aiuta Thyssenkrupp a fornire un servizio migliore, a prolungare i tempi di attività degli ascensori e a prolungare la durata di vita dei prodotti.

2_ La digitalizzazione può contribuire a sbloccare un valore maggiore in tutte le catene di fornitura. Tradizionalmente, la maggior parte delle aziende si concentra sulla connessione di dati e dispositivi tra i clienti. La digitalizzazione può essere utilizzata per sbloccare una serie di parti isolate, partner e consumatori dell'intera catena del valore. Ad esempio, un fornitore di materie prime può attingere al sistema di stoccaggio di un produttore (tramite API) per convalidare in modo proattivo l'eventuale esaurimento di determinate materie prime. Una volta che le materie prime hanno raggiunto il fine vita, i produttori possono sfruttare le tecnologie digitali per valutare se i prodotti hanno raggiunto un valore intrinseco sufficiente per essere restituiti. Questo crea un'opportunità per le aziende di essere più efficienti, di consumare meno risorse e di creare meno rifiuti ed emissioni nel processo. Un numero crescente di piattaforme digitali promette di creare integrazioni più strette nella catena del valore e di assistere vari produttori nella transizione verso un modello di economia circolare. Per quanto riguarda i consumatori, i mercati digitali stanno contribuendo a creare consumatori più attenti alla sostenibilità.

3_ Le catene di fornitura digitali devono essere affidabili e sicure.
La digitalizzazione della supply chain promette maggiore velocità, efficienza, visibilità e controllo. Tuttavia, la maggiore diffusione delle API significa che la superficie di attacco di un'organizzazione aumenta. Così come una singola nave container bloccata nel Canale di Suez può interrompere l'economia mondiale, un'API non disponibile o non affidabile può interrompere importanti processi della supply chain. Con la digitalizzazione, le organizzazioni devono adottare le misure necessarie per proteggere le proprie risorse digitali.

In sintesi

Il passaggio all'economia circolare non sarà facile, ma sarà gratificante. I clienti cercano aziende che forniscano un ottimo servizio, ma che condividano anche i loro valori fondamentali. Le aziende che sfruttano la digitalizzazione per abbracciare la circolarità saranno considerate visionarie e, in quanto tali, saranno ricompensate con relazioni e fedeltà più profonde con i clienti. Come dice il vecchio detto, ciò che gira, gira.

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi