13 settembre 2021

Garantire la sicurezza dei sistemi IT aziendali attraverso la protezione dei Mobile Computers dei lavoratori in prima linea.

Ogni anno ci sono oltre 100 milioni di cyberattacchi rivolti ai dispositivi Android™, eppure all'interno delle aziende ci sono probabilmente solo poche persone che si occupano esclusivamente di respingerli. Ecco perché ogni membro del team ha un ruolo da svolgere nella sicurezza dei dati e dei dispositivi, Zebra compresi.

Una mossa per mantenere i dispositivi mobili Zebra Android ben difesi da milioni di minacce e aggiornati automaticamente per gli anni a venire. La si pensi come l’assunzione di una guardia di sicurezza per proteggere l’investimento in tecnologia mobile dell’azienda, la produttività dei lavoratori e molti dati sensibili.

Il lavoro degli Ingegneri di Zebra consiste nell'aiutare le aziende a capire come risolvere problemi aziendali complessi con semplici soluzioni tecnologiche. Tuttavia, la tecnologia in sé e per sé può introdurre nuove sfide se non gestita correttamente - la sicurezza informatica è una di queste. È quindi responsabilità del produttore aiutare i clienti a mantenere il controllo dei dispositivi Zebra e a stare al passo con le minacce.

Sebbene vi siano molte strategie e tecniche diverse che potete impiegare per bloccare i vostri dispositivi, c'è uno strumento di cui avete assolutamente bisogno per proteggerli e metterli al sicuro per i prossimi anni: Zebra Mobility DNA LifeGuard. (Ed è precaricato su ogni computer portatile e tablet Android di Zebra!)

ANDARE ALL'ATTACCO

Uno dei modi migliori per proteggere i computer portatili e i tablet Android dei lavoratori dalle minacce informatiche è mantenere proattivamente aggiornati il sistema operativo (OS) e le patch di sicurezza. Infatti, il 57% delle vittime di attacchi informatici riferisce che le loro violazioni avrebbero potuto essere evitate installando una patch disponibile. Chiunque disponga di un piano di manutenzione Zebra OneCare™ per i propri computer portatili Zebra avrà a disposizione informazioni aggiornate sui necessari aggiornamenti di sicurezza e un modo per installarli facilmente tramite l'accesso basato su cloud alla funzione VisibilityIQ™ OneCare. Non c'è motivo per cui un dispositivo debba rimanere senza protezione.

Infatti, quando si vede la statistica sul numero di violazioni prevenibili, ci si chiede perché qualcuno dovrebbe esitare a installare una patch nel momento in cui è disponibile. Aiuta a mantenere i dispositivi, i dati, l'azienda, i dipendenti e i clienti protetti dai cattivi attori, coprendo le falle di sicurezza o le debolezze. Poi ripensando alle esperienze che avute con i propri smartphone personali ci si rende condo che tali aggiornamenti possono essere molto dirompenti se non gestiti correttamente.

Di solito non è possibile usare il proprio telefono finché l'aggiornamento non è completo, e gli aggiornamenti tendono ad iniziare nei momenti più scomodi. Sembrano anche venire più frequentemente in questi giorni, richiedono un tempo eccezionalmente lungo per l'installazione e richiedono troppi riavvii del dispositivo. Qualcuno ritiene che si dovrebbe usare questo tempo di inattività del dispositivo come un'opportunità di auto-cura. Ma l'unica cosa di cui è giusto preoccuparsi quando si è alle prese con una scadenza è quanto questo sarà un contrattempo e quanto più duramente si dovrà lavorare per recuperare. Non è esattamente un'esperienza che allevia lo stress.

Inoltre, gestire gli aggiornamenti del sistema operativo e le patch di sicurezza in un ambiente aziendale non è così semplice come gestire gli aggiornamenti dei propri dispositivi personali, ed è per questo che molte aziende stanno ancora lottando per monitorare, aggiornare e bloccare i dispositivi su base regolare. Ci sono centinaia o migliaia di dispositivi che possono aver bisogno di essere aggiornati all'ultima versione del sistema operativo, e tutti devono essere protetti 24 ore su 24, 7 giorni su 7, da un numero crescente di minacce.  Ma mantenere una sorta di equilibrio tra la produttività e la gestione proattiva dei dispositivi mette la maggior parte delle aziende in difficoltà, soprattutto i membri del team IT che sono ritenuti più responsabili della sicurezza e delle prestazioni dei dispositivi.

Tutti sanno che gli aggiornamenti del sistema operativo Android e della sicurezza sono essenziali, poiché un attacco informatico di successo potrebbe essere devastante. L'impatto fiscale dei crimini informatici è quasi raddoppiato in due anni, passando da poco più di 500 miliardi di dollari di perdite globali nel 2018 a quasi mille miliardi di dollari nel 2020. E l'attacco ransomware medio porterà i sistemi di un'azienda offline per 18 ore, secondo le ultime statistiche. Alcuni hanno perso l'accesso ai loro dati e dispositivi per settimane.

Eppure, anche pochi minuti di inattività possono sembrare altrettanto consequenziali in questi giorni, soprattutto se non si riesce a consegnare l'ordine di un cliente in tempo o se si sta cercando di consultare un caso di un paziente in tempo reale. Quindi, si può capire perché alcune aziende o lavoratori potrebbero ritardare un po' troppo l'aggiornamento, soprattutto se non utilizzano computer o tablet mobili Zebra. Non tutti i dispositivi sono dotati di uno strumento incentrato sulla sicurezza come LifeGuard.

Poiché offre all'IT la libertà di mettere gli aggiornamenti con il pilota automatico quando desiderato e poi riprendere il controllo quando necessario, è più facile evitare che i problemi si manifestino. Rende anche possibile per le aziende spingere gli aggiornamenti in modo tempestivo, senza interrompere i lavoratori in prima linea. Si tratta di uno dei tanti vantaggi integrati che si riceve quando si acquista un dispositivo Zebra, e quello che aiuta a mantenere i dispositivi funzionanti come nuovi (e più sicuri che mai) anno dopo anno.

QUESTO APPROCCIO HANDS-OFF ALLA SICUREZZA PUÒ DARE PIÙ CONTROLLO

Il servizio Over the Air (OTA) di LifeGuard è stato creato appositamente per permettere di aggiornare, proteggere e rendere sicuri i dispositivi con pochissimo sforzo. Infatti, una volta che si aggiornano gli attuali computer palmari e tablet Zebra ad Android 11 o si aggiungono nuovi dispositivi Android 11 alla propria flotta, questo processo può diventare completamente privo di sforzo, poiché si avrà la possibilità di attivare la funzione di aggiornamento automatico. Le patch di sicurezza e gli altri aggiornamenti si installeranno automaticamente sui dispositivi dei lavoratori, indipendentemente dal luogo in cui si trovano, purché siano connessi a una rete Wi-Fi o cellulare. Ci sono anche altri modi per gestire gli aggiornamenti, in modo che i team possano mantenere il controllo totale su quando e come si verificano, anche se la maggior parte dei giorni si sceglie un approccio più hands-off.

Per esempio, con l'Automazione flessibile, è possibile scegliere quali aggiornamenti spingere a ciascun dispositivo e quando. Se si vuole preservare la batteria durante un aggiornamento o si preferisce che i dispositivi vengano cullati durante il processo, nessun problema. Si può aspettare a iniziare l'aggiornamento fino al momento giusto, e tutto è a posto.

Anche se non si dispone di una soluzione di gestione della mobilità aziendale (EMM) o se il proprio EMM non supporta LifeGuard, è facile tenere d'occhio i nuovi aggiornamenti e quindi individuare e scaricare gli aggiornamenti selezionati in un unico file dal sito web: www.zebra.com. Si può anche utilizzare Mobility DNA StageNow di Zebra per aggiornare manualmente i dispositivi Zebra Android.

Ancora meglio, con LifeGuard per Android 11, tutti gli aggiornamenti avvengono in background ed è necessario solo un riavvio graduale per completare il processo. E la nuova funzione Dynamic Packaging crea dinamicamente gli aggiornamenti, portando il dispositivo dal suo attuale sistema operativo a quello scelto con un singolo file di dimensioni ottimizzate. Inoltre, c'è il supporto per Google A/B streaming, così l'aggiornamento può essere scaricato e applicato al volo. (Non c'è bisogno di trovare uno spazio dedicato per contenere il file per iniziare.) In altre parole, se si ha bisogno di spingere gli aggiornamenti durante l'orario di lavoro, non saranno troppo dirompenti per i lavoratori di prima linea. L'IT avrà anche la possibilità di utilizzare il server cloud di Zebra o il proprio server locale quando si scaricano gli aggiornamenti consegnati tramite LifeGuard per evitare che questo processo sovraccarichi la propria rete e ostacoli la connettività dei lavoratori.

METTERE IN SCENA UNA DIFESA PIÙ FORTE CON OGNI NUOVA PATCH DI SICUREZZA E RELEASE DI ANDROID OS

Come ricorda spesso Mike Zachman, Chief Security Officer di Zebra, ciò che funziona alla grande oggi potrebbe non essere abbastanza buono domani. Non c'è un finale di partita con la sicurezza informatica. Si deve solo fare tutto il possibile per aumentare le difese e ridurre le vulnerabilità ogni giorno. Questo inizia con l'installazione di ogni patch di sicurezza disponibile e l'aggiornamento all'ultima versione del sistema operativo Android il prima possibile.

Può sembrare un compito impossibile, ma non lo è.

Se si sfruttano appieno i vantaggi di LifeGuard, che è integrato nei computer e tablet mobili Zebra tramite Mobility DNA, si sarà pienamente supportati dal punto di vista del sistema operativo e della sicurezza per tutta la vita del dispositivo, anche quando questo raggiunge nuove fasi nel corso del suo ciclo di vita.*

*Sebbene gli aggiornamenti di sicurezza del sistema operativo consumer si interrompano dopo tre anni, i clienti Zebra con un piano di manutenzione Zebra OneCare avranno una copertura completa del dispositivo, supporto tecnico e rapporti LifeGuard Analytics fino a 10 anni.

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi