EMAIL: info@multimac.it

TELEFONO: 800 593 293
Dal Lunedì al Venerdì, 8:00-18:00

COMPANY INFO
Multimac Srl
Via W. Baffin, 10
35136 Padova - Italy
Codice fiscale: 01633140239
Partita IVA: IT01281830289
Sdi: M5UXCR1
Anno di fondazione: 1976
R.E.A. : PD – 196842

Per ottenere la vera tracciabilità, le organizzazioni devono migliorare la visibilità della catena di approvvigionamento.

La visibilità della catena di approvvigionamento è ora più importante che mai: I dati di prima linea possono aiutare a migliorare la tracciabilità, la produttività e molto altro ancora, a partire dalle logiche di ESG (Environmental, Social and Governance).

Mentre le richieste dei consumatori continuano a salire durante la pandemia di COVID-19, si è potuto vedere un maggiore controllo sulla disponibilità, l'origine, la sicurezza e la sostenibilità dei prodotti. Oltre a soddisfare la domanda dei consumatori, i segni crescenti del cambiamento climatico negli ultimi anni sono un chiaro segnale che i modi di produrre prodotti e merci ad alta intensità di risorse e sprechi semplicemente non possono continuare.

"Le questioni etiche e di sostenibilità rimangono un fattore chiave per quasi un terzo dei consumatori, che affermano di aver smesso di acquistare alcuni marchi a causa di preoccupazioni correlate", secondo una recente ricerca di Deloitte. Questo significa che la visibilità della catena di approvvigionamento è ora più importante che mai, da cibo e bevande a mobili e materiali da costruzione. La visibilità e la tracciabilità della catena di fornitura end-to-end, e la capacità di tracciare ogni fase del viaggio del prodotto, dalle materie prime alla porta di casa del consumatore fino alla fine della vita del prodotto, è ora una priorità per i produttori.

Ma questo non può essere realizzato senza le giuste tecnologie e gli strumenti digitali che possono catturare le informazioni, compresi i dati dalle operazioni di prima linea, che possono poi essere analizzati rapidamente per migliorare in definitiva non solo la sostenibilità, ma anche la sicurezza, la produttività e la qualità.

La visibilità della catena di approvvigionamento porta alla tracciabilità.

Quando si guarda al futuro della sostenibilità - dagli obiettivi zero alla riduzione delle emissioni dello scopo 3 - niente di tutto ciò è possibile se le aziende non capiscono prima cosa, quando, dove, perché e come vengono rilasciate le emissioni, in ogni fase della catena di fornitura. La tracciabilità è la base fondamentale.

Capire la tracciabilità può confondere le diverse organizzazioni che sono ora obbligate o tenute ad avere programmi per ottenerla. Cosa stanno effettivamente cercando di ottenere?

"Quando si considera un prodotto o un servizio, la tracciabilità può riguardare l'origine dei materiali e delle parti, la storia della lavorazione, e la distribuzione e l'ubicazione del prodotto o del servizio dopo la consegna", ha detto Liz Sertl, direttore senior presso GS1. "Avere la capacità di parlare la stessa lingua, che si tratti di una definizione di tracciabilità o della standardizzazione di tutti gli elementi di dati che seguono un prodotto attraverso la catena di approvvigionamento, è molto importante".

Per ottenere la tracciabilità, le organizzazioni devono iniziare con la visibilità. Se hanno entrambe le cose, i produttori saranno in grado di realizzare altri obiettivi riguardanti la rifabbricazione, il riutilizzo e il riciclaggio, e altri fattori che alla fine permetteranno di raggiungere gli obiettivi "net-zero".

Eppure, un sondaggio tra i professionisti della supply chain, condotto da SAP e Oxford Economics all'inizio del 2021, ha scoperto che la visibilità nei processi dei fornitori rimane bassa nel settore manifatturiero.

La visibilità di solito si ferma all'ultimo punto di contratto. I produttori devono essere in grado di andare indietro e identificare oltre chi è il fornitore di quell'ultimo spazio contrattuale.

Quando si tratta di tracciabilità, c'è più lavoro da fare. In un sondaggio del 2020 condotto dal World Economic Forum e da Bain & Company, l'85% dei dirigenti aziendali non ritiene che le loro attuali capacità consentano loro di fornire casi d'uso legati alla tracciabilità in modo coerente. "Mentre la maggior parte delle aziende ha iniziato a costruire alcune capacità di tracciabilità, fanno fatica a integrarle o a creare valore in modo coerente. Le ragioni più comuni erano barriere di dati, seguite da barriere tecniche e organizzative", secondo il rapporto.

Prendiamo la produzione alimentare, per esempio. La stragrande maggioranza delle catene di approvvigionamento per la produzione alimentare attualmente non ha una tracciabilità end-to-end dal contadino, che è la fonte della materia prima, fino al prodotto finale.

Quando pensiamo alla tracciabilità ora, e in particolare alla tracciabilità digitale, la domanda è: possiamo assicurarci che quando progettiamo sistemi di tracciabilità, li stiamo progettando in modo flessibile e agile in modo che i dati acquisiti possano guidare altre metriche di sostenibilità?

Share this
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi
Accedi

Recupera password dimenticata
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi