Briciole di pane



Co-bot e Nuove Tecnologie per le Operazioni di Magazzino

Co-bot e Nuove Tecnologie per le Operazioni di Magazzino

12 Agosto 2019 Alla luce delle crescenti necessità di velocità e precisione nell'evasione degli ordini, gli operatori di magazzino hanno bisogno di un modo per potenziare la loro forza lavoro al fine di preservare e, idealmente, migliorare la produttività. Nel seguente articolo, tratto dal blog di Zebra, vediamo in che modo le soluzioni più dirompenti dell'attuale panorama tecnologico possano aiutare in ottica logistica.

L'eCommerce è un mercato che dovrebbe raggiungere quota 4,9 trilioni di dollari entro il 2021. Si tratta di un enorme aumento, del 265 per cento dal 2014! Non c'è da stupirsi che gli operatori di magazzino siano così ansiosi di colmare il divario nella loro forza lavoro. Hanno bisogno di più persone che ricevono, prelevano, imballano e caricano la merce se vogliono tenere il passo con l'aumento del volume degli ordini.  

Il problema è che il lavoro è sempre più difficile da trovare e altrettanto difficile da mantenere in molti mercati in tutto il mondo. Senza alcun sollievo dagli attuali vincoli di lavoro, gli operatori di magazzino hanno bisogno di un modo per aumentare la loro forza lavoro al fine di preservare e, idealmente, migliorare la produttività.

Purtroppo, non esiste la bacchetta magica. C'è, tuttavia, un modo per migliorare la gestione dell'inventario e accelerare i processi di adempimento senza cambiare così tanto o muoversi così velocemente da compromettere la qualità o far sì che si verifichino tempi di inattività: accoppiare i lavoratori con tecnologie che integrano e migliorano le loro competenze. Queste includono il mobile computing, la stampa, la scansione di codici a barre, le soluzioni RFID che avete già implementato nel magazzino o nella zona di carico, nonché le tecnologie più avanzate di realtà aumentata (AR), Internet degli oggetti (IoT) e di automazione. E, sì, questo include anche la robotica come i co-bot.

Insieme, queste tecnologie possono lavorare velocemente per contribuire a migliorare la produttività individuale e di gruppo, raggiungendo al contempo la conformità del flusso di lavoro. Ma gli operatori di magazzino dovranno accelerare un po' di più il ritmo dei loro investimenti tecnologici se vogliono conquistare il loro vantaggio nella "now economy": mentre l'80% degli intervistati al nostro Warehousing Vision Study afferma che implementare nuove tecnologie è importante per rimanere competitivi, il 75% dichiara di essere lento nell'implementare nuovi dispositivi e tecnologie.

Dato che oltre tre quarti degli operatori di magazzino dovranno essere in grado di evadere gli ordini di consegna in giornata entro il 2023, dovranno continuare ad adattarsi e ri-ottimizzare in base alle nuove esigenze di mercato per il servizio clienti. Gli investimenti più adatti a fornire il ritorno desiderato? Tecnologie che "aumentano" il lavoro umano.

IL RUOLO DI ROBOTICA, RFID, TECNOLOGIE DI LOCALIZZAZIONE E MOLTO ALTRO ANCORA IN MAGAZZINO

Secondo il nostro ultimo Warehousing Vision Survey, il tempo medio di assunzione di nuovi dipendenti fino alla piena produttività è di 4-6 settimane. Una parte significativa del processo di on-boarding è la formazione e la familiarizzazione dei nuovi assunti con le tecnologie mobili che dovranno utilizzare nel corso del loro lavoro. Mentre gli strumenti mobili e il software del sistema di gestione del magazzino (WMS) possono essere notoriamente difficili da imparare e utilizzare, i dispositivi e il software più recenti sono molto più facili da imparare e utilizzare. In effetti, esiste una serie di strumenti mobili, utility e applicazioni - computer palmari touch, tablet rugged, persino stampanti - che possono essere utilizzati per acquisire, analizzare e visualizzare automaticamente i dati in un modo molto più familiare e intuitivo per i lavoratori di oggi. Questi dispositivi sono simili alle tecnologie mobili utilizzate nella vita privata dei lavoratori e possono essere integrati nel giro di ore, se non di minuti. Sono forse il modo migliore per ottenere guadagni di efficienza e produttività quasi immediati.

Questi nuovi strumenti possono consentire ai lavoratori di vedere esattamente ciò che devono scegliere o mettere via incorporando immagini nel flusso di lavoro. Diranno ai lavoratori esattamente come imballare un articolo e smistare gli articoli per la spedizione. Consentono agli addetti al controllo dell'inventario di acquisire conteggi accurati delle scorte. E avvisano immediatamente i lavoratori se un cliente annulla un ordine in modo che possano interrompere l'evasione dell'ordine e risparmiare sia al cliente che ai loro partner della supply chain il fastidio di gestire i resi inutili. Tutto questo con un fattore di forma e un'esperienza utente intuitiva e produttiva.

Tuttavia, le tecnologie mobili non sono gli unici strumenti a cui dovreste dare accesso ai vostri lavoratori.

La realtà aumentata aiuterà i lavoratori a individuare con precisione le posizioni dell'inventario durante le azioni di picking, migliorando così la velocità e la precisione di esecuzione.

L'Industrial Internet of Things (IIoT) promette di creare un magazzino e una catena di approvvigionamento che sono molto più visibili e collegati di quanto lo siano oggi. Più sensori, molti dei quali sono direttamente collegati al cloud, permetteranno l'esecuzione di sistemi che rilevano direttamente i materiali, l'ambiente e il flusso di lavoro. L'IIoT permetterà ai manager di essere avvisati quando qualcosa è fuori dall'ordinario e richiede la loro attenzione, consentendo loro di gestire in via eccezionale. L'ubicazione sarà il primo e più comune utilizzo dell'IIoT nelle applicazioni della catena di approvvigionamento.

Le tecnologie di localizzazione che utilizzano le etichette RFID per trasmettere dati relativi ai beni da e verso i dispositivi mobili sono fondamentali per tracciare e rintracciare attrezzature, beni, persone e inventario.  Fortunatamente, l'esplosione di innovazione in questo spazio ha portato alla creazione di soluzioni di localizzazione in tempo reale per quasi tutte le esigenze e il budget. Migliorano inoltre la visibilità, e quindi l'efficienza, per quasi tutti i lavoratori. Ad esempio, le più recenti tecnologie UHF passive possono fornire una visibilità costante di un bacino di ricezione, un bacino di spedizione o un'altra area operativa. Inoltre, poiché sono in grado di localizzare i tag nel giro di pochi metri, o di tracciare il tag attraverso una porta del molo, e di trasmettere i dati a un dispositivo mobile, i lavoratori conoscono la posizione fisica dei materiali in tempo reale. Questo riduce i tempi di ricerca e fornisce una protezione automatica e a prova di errore dei movimenti di materiale in entrata e in uscita.

PARLANDO DI AUTOMAZIONE.....

Anche l'automazione parziale può rivelarsi vantaggiosa nel magazzino. Questo è il motivo per cui sono stato incoraggiato a vedere che il 61% degli intervistati di Warehousing Vision Study sta progettando di automatizzare o aumentare la propria forza lavoro in qualche modo nei prossimi cinque anni. Le soluzioni di automazione fisica possono potenziare il lavoro umano in modo molto efficiente, quindi potrebbe non essere il caso di "aspettare e vedere" come la robotica funzioni per i vostri concorrenti.

Le tecnologie richieste per i veicoli autonomi a guida autonoma (AGV) autoalimentati sono maturate al punto che gli operatori di magazzino possono ora aspettarsi alta qualità e funzionalità eccellenti a prezzi competitivi. I veicoli AGV flessibili e meccanizzati di tutte le forme e dimensioni sono dotati di una serie di tecnologie di sensori (anticollisione, navigazione interna, computer vision, lidar e altro ancora) che consentono una sicura commistione con gli esseri umani. E gli esseri umani e i co-bot stanno dimostrando di lavorare meglio insieme nel magazzino.

Come ha sottolineato Tony Palcheck, amministratore delegato di Zebra Ventures, durante una tavola rotonda del 17 giugno che abbiamo ospitato nella nostra sede di Chicago con Plus One Robotics e Locus Robotics: "I robot aiutano le persone, non le feriscono. [Investendo in aziende di robotica nel nostro portafoglio di Zebra Ventures] Sto investendo nelle persone".

Contrariamente a quanto alcuni credono, eliminare il coinvolgimento umano nel magazzino non è l'obiettivo finale. Piuttosto, vogliamo - per necessità - migliorare e aumentare le capacità umane per eliminare gli errori comuni che si verificano con una forza lavoro sovraccaricata. Stiamo cercando di facilitare il loro lavoro utilizzando la tecnologia per sostituire il personale mancante in magazzino o sulla banchina di carico. (Oppure rimuoviamo le attività mondane dagli operai di fabbrica e dai dipendenti dei negozi al dettaglio.)

Erik Nieves, fondatore di One Robotics, ha fatto eco a questo sentimento: "Nessuno è stato in grado di replicare ciò che hai alla fine della tua mano", ha detto Nieves.

Quindi, se volete sapere se state mettendo le tecnologie giuste nelle mani (ai lati, sopra le teste....) dei vostri lavoratori in prima linea, ponetevi queste domande:

- In che modo questa soluzione rafforza l'output della mia forza lavoro esistente in modo che io possa sfruttare al meglio le mie limitate risorse in un contesto di crescente carenza di manodopera? Rende i lavoratori più veloci? Più accurati? Più efficaci? Dare loro una maggiore visibilità? Fornisce una guida in tempo reale? I processi off-system come il carico e lo scarico? Approfondimenti che non possono essere raggiunti attraverso le persone, i processi o le tecnologie attualmente in uso?

- Questa tecnologia elimina in qualche modo il coinvolgimento umano in un processo aziendale? In caso affermativo, questo cambiamento è positivo? Elimina un onere per quel lavoratore? O liberare tempo non a valore aggiunto per consentire a quel lavoratore di concentrarsi su compiti più strategici? Permette ai vostri lavoratori di concentrarsi sui compiti che traggono il massimo beneficio dall'intelligenza e dall'intuizione umana? Offre intelligenza e intuizione - o calcola i rischi - in un modo che gli esseri umani non sono in grado di fare? O ad un ritmo più veloce degli esseri umani?

- I vostri lavoratori hanno bisogno di tecnologie multiple in mano? Oppure gli strumenti mission-critical possono essere consolidati in un unico dispositivo? Ad esempio, è possibile sostituire il laptop, lo scanner di codici a barre e il lettore RFID con un unico computer portatile portatile o un tablet robusto?

- I miei investimenti tecnologici danno ai miei lavoratori la spinta di cui hanno bisogno per sentirsi più efficaci?

Naturalmente, queste non sono le uniche domande che dovreste porvi quando decidete come unire i vostri lavoratori con le tecnologie - robotica o altro - ma sono un buon punto di partenza.

Articolo tratto da:
Zebra Blog

Topic:
Digital Supply Chain

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi