Briciole di pane



La strategia Cloud-First per la Supply Chain

La strategia Cloud-First per la Supply Chain

16 Luglio 2019 Sempre più aziende si stanno orientando verso l'uso di cloud pubbliche, private e ibride per gestire le loro catene di fornitura; basti pensare al fatto che Gartner reputa il cloud il "segmento di mercato in più rapida crescita". Nel seguente articolo, tratto da Logistics Management, capiamo le più recenti evoluzioni di questa tecnologia in ambito logistico.

Nel complesso, il cloud computing ha preso il sopravvento come metodo di distribuzione del software in modi che i suoi creatori probabilmente non immaginavano. Definito da Gartner come uno stile di calcolo in cui "capacità IT scalabili ed elastiche sono fornite come servizio che utilizza tecnologie Internet", il cloud computing è disponibile in tre versioni: pubblica, privata e ibrida.

Il cloud pubblico viene fornito come servizio ai "clienti esterni" che condividono la sua potenza di calcolo. Questo ambiente di risorse condivise crea economie di scala perché queste aziende attingono alla stessa infrastruttura (e senza garanzie su dove i dati sono localizzati e memorizzati), secondo Gartner. Il cloud privato è utilizzato da un'unica organizzazione, mentre il cloud computing ibrido combina più metodi di erogazione (privato, on-premise, pubblico, ecc.) in un'unica offerta.

Considerando il Cloud il "segmento di mercato in più rapida crescita", Gartner prevede che quest'anno crescerà del 27,5% per raggiungere i 38,9 miliardi di dollari (dai 30,5 miliardi di dollari dell'anno scorso). La società di ricerca si aspetta il secondo tasso di crescita più alto (21,8%), da raggiungere con i servizi di infrastruttura applicativa Cloud, o piattaforma come servizio (PaaS), quando un fornitore terzo fornisce strumenti hardware e/o software via Internet.

"I servizi cloud stanno decisamente scuotendo l'industria", afferma Sid Nag, vicepresidente della ricerca Gartner. "Oggi non sappiamo di nessun fornitore le cui offerte di modelli di business e la crescita dei ricavi non sono influenzati dalla crescente adozione di strategie di cloud-first nelle organizzazioni".

TMS E OLTRE

Quello che è iniziato come un mezzo praticabile per gli spedizionieri per offrire i loro carichi, negoziare le tariffe e comunicare con i vettori su una piattaforma software comune si è poi esteso a gran parte dello spazio software di gestione della catena di fornitura.

Dove i sistemi di gestione dei trasporti (TMS) e i sistemi di gestione del commercio globale (GTM) sono state due delle prime applicazioni ad entrare nel cloud, il resto della linea di software SCM li ha presto seguiti. Con l'eccezione dei sistemi di gestione del magazzino (WMS), che sta iniziando a guadagnare terreno sul fronte del Cloud computing, la maggior parte di queste applicazioni hanno continuato la loro costante progressione nel Cloud.

"Il TMS si presta bene al Cloud, ma il WMS non tanto", afferma Ian Hobkirk, presidente del Commonwealth Supply Chain Advisors di Boston. "Negli ultimi 10 anni, non abbiamo lavorato su un singolo progetto WMS basato sul cloud. Alcuni spedizionieri l'hanno preso in considerazione, ma non sono mai tornati e ci hanno detto: "Capiamone davvero il valore". Questo probabilmente perché il WMS si concentra sull'attività all'interno delle quattro mura di un magazzino e perché gran parte di tale attività è specifica e personalizzata per lo spedizioniere in questione.

"I magazzini sono così personalizzati e unici, molto più dei trasporti", continua Hobkirk. "Il trasporto è molto transazionale e coerente". Una transazione di trasporto, ad esempio, può essere espressa matematicamente (ad esempio, origine, destinazione, codice postale, classe di frenata, numero di pallet, peso, ecc.) Questo rende il trasporto molto più coerente tra più aziende, e lo configura per il successo nel Cloud.

"Con il magazzinaggio, è difficile avere più spedizionieri che utilizzano esattamente le stesse istanze del software", dice Hobkirk, "e ottenere che le esigenze di tutti siano soddisfatte in termini di personalizzazione".

COSA RIVELA IL SONDAGGIO

Secondo il Peerless Research Group (PRG), il 48% delle aziende utilizza applicazioni basate sul cloud (rispetto al 39% del 2018). Un altro 18% sta valutando le opzioni basate sul cloud o prevede di farlo entro il prossimo anno o due anni. Solo il 10% degli spedizionieri afferma che il cloud non è un'opzione per le proprie aziende (in calo rispetto al 12% del 2018).

Citando i vantaggi dello spostamento delle applicazioni della supply chain nel cloud, il 34% degli intervistati afferma che è perché il metodo di consegna consente a tutti di accedere alle stesse informazioni e agli stessi dati. Il 30% degli intervistati ritiene che la sicurezza sia il fattore chiave (rispetto al 12% nel 2018) e il 28% afferma che è perché le applicazioni basate sul cloud sono facili da implementare, distribuire o aggiornare.

Gli spedizionieri ritengono inoltre che il cloud sia più conveniente rispetto ad altri metodi di consegna, mentre altri affermano che consente una buona collaborazione con fornitori e clienti. Tra le aziende che attualmente stanno valutando applicazioni basate sul cloud, la maggior parte di esse (64%) sono interessate a WMS, TMS, sistemi di gestione del lavoro (LMS), slotting, gestione degli ordini e applicazioni di pianificazione. Un altro 34% desidera applicazioni basate su cloud in grado di monitorare i sistemi, gestire le informazioni e prevedere i guasti del sistema per le proprie apparecchiature automatizzate.

VANTAGGI DEL CLOUD

Clint Reiser, analista di ricerca dell'ARC Advisory Group di Boston, afferma che uno dei maggiori fattori di valore nel Cloud Computing è il fatto che fornisce connettività tramite un unico sistema centralizzato. Questa proposta di valore non è cambiata molto negli ultimi anni, ed è incrementata dalla capacità del metodo di consegna di "spingere" gli aggiornamenti e le patch software automaticamente. Anche il modello di abbonamento al Cloud è altrettanto interessante perché richiede meno spese di capitale iniziali rispetto alle installazioni software in loco.

Reiser è ottimista sul lento viaggio del WMS nello spazio di cloud computing e si aspetta di vedere una maggiore trazione su questo fronte nel corso del prossimo anno o giù di lì. "L'adozione del WMS Cloud è stata una sorta di [tardiva] nel mondo della supply chain, ma questo è sicuramente in ripresa e mostra buoni segnali di crescita per il futuro", afferma. "È ancora una parte molto piccola delle entrate totali del mercato [Cloud], ma sembra che l'esitazione e le questioni relative alla latenza siano diminuite; l'accettazione del modello è aumentata".

Nel valutare i vantaggi del Cloud in SCM, Reiser afferma che almeno uno spedizioniere globale dell'industria alimentare è stato in grado di gestire centralmente i processi nelle sue diverse sedi utilizzando il Cloud. "Un'azienda che utilizza diversi sistemi ERP (Enterprise Resource Planning), WMS e TMS non può avere processi standardizzati", dice Reiser, "ma può sfruttare una soluzione cloud centralizzata in quelle sedi e quindi controllare i processi a livello centrale utilizzando una soluzione cloud a singola istanza".

PIÙ TRAZIONE IN AVANTI

Guardando allo spazio dei vendor legati alla Supply Chain Management, Bob Hood, principale di Capgemini e leader nella pratica Move Domain del gruppo, afferma che la stragrande maggioranza ha portato le proprie soluzioni software on-premise nel Cloud. Non tutte queste offerte sono al 100% basate sul cloud, dice Hood, ma aiutano i fornitori ad affermare "sì, usiamo il cloud". "Molte di queste piattaforme non sono completamente sviluppate o in esecuzione nel cloud a questo punto", sottolinea.

Anche con questi blips, la SCM continua a guadagnare trazione nel cloud. "Il TMS è stato un pioniere in termini di cloud, con tutte le altre aree SCM funzionali che ora si stanno muovendo in quella direzione", dice Hood. "Ad esempio, Oracle ha lavorato molto duramente sul suo stack dal punto di vista della supply chain module, e ora ha a disposizione un bel po' di software oltre a TMS e WMS".

Hood indica il sistema di gestione degli ordini di Manhattan come un altro esempio di un early-mover nello spazio Cloud. "Manhattan continua a sviluppare funzionalità aggiuntive in modo incrementale nel Cloud", continua Hood. "Ad esempio, se l'azienda ha nuove funzionalità da costruire - come una nuova funzionalità WMS - sta usando il cloud per sviluppare questo tipo di funzionalità".

Un altro fornitore che sta facendo passi da gigante nel Cloud è JDA, che utilizza la sua piattaforma Luminate per abbracciare il Cloud, l'Internet degli oggetti (IoT) e l'analisi avanzata, e l'integrazione multipiattaforma con intelligenza artificiale (AI) e machine learning (ML).

"C'è un bel po' di discussione sulla soluzione Control Tower di JDA, che si concentra sulla visibilità della supply chain; questo sta sicuramente suscitando molto interesse", dice Hood. "L'azienda sta anche trasferendo altre funzionalità nel cloud, compresa la gestione dei task, ora disponibile sulla piattaforma Luminate".

Hood si aspetta che questo slancio continui, con i fornitori che contribuiscono a guidare la carica del Cloud sperimentando e lanciando nuove offerte SCM attraverso. Ma anche con questa energia positiva a suo favore, potrebbe volerci un po' di tempo prima di vedere il 100% di SCM distribuito attraverso il Cloud.

In futuro, Hood vede anche l'opportunità per alcuni dei nuovi, più piccoli attori nello spazio SCM, con FourKites e project44, due dei fornitori che continuano a crescere. "C'è un flusso continuo di nuovi attori nello spazio, con aziende come FourKites e project44 che offrono strumenti di visibilità nativi del cloud e godono di un discreto numero di successo e interesse", dice Hood. "Questo è sicuramente il futuro".

Articolo tratto da:
Logistics Management

Topic:
Digital Supply Chain

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi