Briciole di pane



Sette scenari per capire quanto sia Robusto uno Scanner

Sette scenari per capire quanto sia Robusto uno Scanner

10 Luglio 2019 Non tutte le tecnologie di scansione sono create allo stesso modo. Nel seguente articolo, tratto dal blog di Zebra, analizziamo sette scenari che comunemente si incontrano in magazzino, sulle banchine di carico o in ambito manifatturiero e che potrebbero portare a periodi di fermo e ad inefficienze, e come una soluzione di scansione ultra-robusta come i lettori della serie 3600 di Zebra si dimostrino i partner ideali per chiunque lavori in questi ambienti.

La moderna supply chain dipende da una scansione veloce e precisa
per mantenere lo slancio e soddisfare i clienti. Considerate il numero di lavoratori che toccano le materie prime e i prodotti finiti dalla fabbrica alla destinazione finale. Considerate poi il volume crescente di scansioni che completano in una giornata tipica, e la velocità con cui tali scansioni devono essere eseguite per tenere il passo con le aspettative di produzione e consegna su richiesta nell'attuale "now economy". Se uno scanner si guasta - o ha un ritardo - anche di pochi secondi, allora si potrebbe perdere una notevole quantità di denaro. Questo perché questi due o tre secondi vengono moltiplicati per, ad esempio, 10 lavoratori all'ora, che viene poi moltiplicato per otto ore al giorno e poi moltiplicato di nuovo per 250 giorni all'anno. Questi pochi secondi possono sommarsi al denaro reale perso.

Lo chiamo così perché non tutte le tecnologie di scansione sono create allo stesso modo e, secondo l'esperienza di Zebra, la maggior parte di esse non sopravviverebbe a questi sette scenari comunemente incontrati in un magazzino, sulla banchina di carico o durante il trasporto dell'inventario, ognuno dei quali potrebbe portare a secondi, minuti o addirittura ore di fermo macchina - e ore di lavoro - ogni giorno (a meno che non abbiano uno scanner ultra-robusto in mano):

1. Sversamenti di liquidi, spruzzi e polveri

Quando la pioggia martella lo schermo o lo scanner di codici a barre viene spruzzato in un deposito di consegna, gli scanner resistenti alle intemperie possono avere prestazioni insufficienti o essere completamente inutilizzabili. Abbiamo quindi assemblato i pareri di vari partner e dipendenti Zebra che, per il loro interesse, hanno deciso di testare gli scanner rugged in modo da simulare scenari reali. Non solo tutti i dispositivi di scansione ultraresistenti testati soddisfano facilmente gli standard IP67 (stati utilizzati i modelli ultra robusti della serie 3600 sia con filo che cordless), ma hanno resistito all'immersione per ben sei ore, con prestazioni perfette anche dopo l'uso! Le qualità di progettazione a tenuta di polvere prolungano ulteriormente la vita di questi dispositivi mission-critical, una necessità particolare quando vengono utilizzati in ambienti all'aperto.

Non dimenticate che lo scanner stesso non è l'unico componente della soluzione che potrebbe essere esposto a questi rischi. Il supporto dello scanner deve essere a tenuta di polvere e resistente all'acqua secondo gli standard IP65.

2. Cadute multiple fino a 2,4 m (senza tappetino di protezione)

Poiché la disponibilità dello stoccaggio sul suolo va riducendosi, i magazzini collocano scaffalature sempre più in alto e/o utilizzano piani rialzati. Il rischio che gli scanner cadano su pavimentazioni dure come la roccia è alto. Assicuratevi di scegliere uno scanner con il miglior indice di caduta della categoria, che dovrebbe essere determinato da test multipli su calcestruzzo senza effetti collaterali.

3. Temperature estreme - dal congelatore alla fornace

Quando gli scanner robusti sono esposti a temperature estremamente calde o fredde, i rischi includono trigger/pulsanti congelati, danni da ghiaccio o schermi "fusi". È fondamentale che il dispositivo scelto sia classificato per il congelatore con degrado delle prestazioni pari a zero sull'intero intervallo di temperature di funzionamento. Se state considerando un modello con cavo, assicuratevi che possa funzionare correttamente da -30°C a 50°C. Alcuni modelli senza fili possono offrire un intervallo di tolleranza termica maggiore, in genere operando da -20°C a 50°C. Questo è fondamentale per la scelta di uno scanner di codici a barre che prospererà in ambienti di conservazione in ambienti con elevata umidità, in ambienti freddi, in prossimità di apparecchiature per la produzione di vapore o quando viene lasciato alla luce diretta del sole (come un cruscotto in una giornata calda).

4. Scansione a prova di PPE

La progettazione di prodotti con "disabilità situazionale" fa parte del DNA di Zebra - la selezione di prodotti con la stessa considerazione dovrebbe essere una priorità durante il processo di acquisto e valutazione dello scanner. Gli utenti in ambienti che comandano dispositivi di protezione personale (personal protective equipment, PPE) - come guanti spessi o protezioni per le orecchie - desiderano evitare di perdere tempo a rimuovere guanti, eseguire scansioni errate o percepire erroneamente una notifica di scansione riuscita. Per combattere questo problema, scegliete uno scanner che è stato testato e progettato con un trigger di scansione sovradimensionato e un cicalino extra-loud con feedback di vibrazione. Dovrebbe essere super accurato, anche quando l'utente ha compromesso la mobilità o i sensi.

5. Scansione precisa a corto e lungo raggio

L'illuminazione scarsa o artificiale può influire sulle capacità di scansione di scanner meno robusti. Per questo motivo è necessario uno scanner in grado di acquisire codici a barre di qualsiasi dimensione in qualsiasi condizione di illuminazione. Maggiore è il raggio d'azione, migliore è il campo di lavoro. Ad esempio, anche quando l'accesso e lo spazio sono limitati, la scansione dovrebbe essere perfetta sia che il codice a barre di destinazione sia in prossimità o fino a 21,3 metri di distanza. Sì, mi rendo conto che è quasi il doppio della distanza del calcio di rigore (e una porta molto più piccola) per voi tifosi di calcio, ma questo è l'obiettivo a cui dovreste davvero puntare nella vostra scelta della tecnologia di scansione.

6. Scansione simultanea

Lo scanner scelto dovrebbe essere in grado di acquisire tutti i tipi di codici a barre, riconoscimento ottico dei caratteri (OCR), immagini, firme e DPM. Anche la scansione di codici a barre di scarsa qualità, sporchi o danneggiati o sotto pellicola termoretraibile o su uno schermo dovrebbe essere semplice. Posso dirvi che non sarà possibile con tutti gli scanner. Nemmeno con tutti gli scanner robusti. Gli scanner di codici a barre ultra robusti non solo sono progettati con un maggiore livello di protezione fisica, ma molti di essi offrono anche un significativo incremento delle prestazioni. Ad esempio, i migliori scanner ultra robusti vantano funzionalità multi-codice che catturano ed elaborano fino a 20 codici a barre contemporaneamente, con un controllo completo sull'ordine di elaborazione.

7. Connettività cordless versatile e durevole

La domanda di mobilità sta crescendo negli ambienti della supply chain, determinando una maggiore richiesta di scanner di codici a barre senza fili. Se avete bisogno di questa libertà, potrebbe essere utile considerare un dispositivo che utilizza le tecnologie Bluetooth 4.0 (Low Energy). Questa tecnologia aiuta a facilitare le comunicazioni wireless veloci con un'efficienza energetica ottimale. Si può anche prendere in considerazione un dispositivo che disponga di una modalità Wi-Fi Friendly, in quanto elimina le interferenze wireless che i dispositivi Bluetooth potrebbero altrimenti creare nel vostro ambiente Wi-Fi.

E non dimenticare le aree pericolose (HazLoc). Sto parlando di ambienti in cui le esplosioni sono un rischio professionale, come la maggior parte dei cantieri petroliferi e del gas. Le strutture di produzione e stoccaggio che trattano materiali pericolosi - insieme ai trasportatori ferroviari, stradali, aerei e marittimi - devono considerare anche la sicurezza dei lavoratori e, quindi, uno scanner certificato HazLoc. Uno scanner robusto e sicuro da utilizzare in ambienti potenzialmente esplosivi contribuisce a garantire le prestazioni e a proteggere i lavoratori. È come la "scatola nera" degli scanner.

Un'altra cosa a cui pensare: I rischi sopra descritti non sono esclusivi dei tradizionali ambienti industriali "robusti". Quante volte i vostri lavoratori hanno fatto cadere uno scanner per l'inventario su un pavimento di cemento... presso il vostro punto vendita? Ha riposto lo scanner in un carrello della spesa e poi ha inserito montagne di pesanti articoli proprio sopra di esso? Hanno versato le loro bevande sul dispositivo? O semplicemente gestito lo scanner in altro modo ma senza cura?

La morale è che i lettori di codici a barre possono essere soggetti a manipolazioni approssimative e a rischi esterni in ogni caso d'uso. Sfidare le loro capacità di sopravvivenza di fronte a condizioni sia "normali" che estreme può essere critico. Ecco perché far cadere, schiacciare e guidare sopra gli scanner sono una parte standard dei test sull'esperienza utente dei prodotti Zebra. Non abbiate paura di chiedere al vostro partner di replicare test così apparentemente drammatici quando acquistate gli scanner. Come hanno fatto Zebra e i suoi partner di canale, qualsiasi produttore di scanner dovrebbe essere disposto a fare altrettanto.

Articolo tratto da:
Zebra Blog

Topic:
Edge Mobility

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi