Briciole di pane



Uomo e Tecnologia nella Fabbrica del Futuro

Uomo e Tecnologia nella Fabbrica del Futuro

02 Luglio 2019

Mentre il paesaggio industriale continua ad evolvere, spesso portando con sé l'automazione e la preoccupazione di un minor numero di posti di lavoro, esiste un potenziale futuro in cui le persone lavorano a stretto contatto con i loro nuovi strumenti tecnologici. Nel seguente articolo tratto da Machine Design e redatto da Charlie Grieco, vice president of sales and North American operations di ProGlove, vediamo come il lavoratore rimanga una parte cruciale della continua evoluzione dell'ecosistema produttivo e come i progressi tecnologici porteranno a migliori condizioni di lavoro e maggiori guadagni per l'azienda.

Spesso l'espressione "piano di fabbrica" suscita un'immagine obsoleta di un uomo in tuta da lavoro, collegato a un nastro trasportatore, che trasforma le materie prime in oggetti finiti. Oppure, la cultura popolare fornisce visioni distopiche di una fabbrica senza lavoratori, una fabbrica in cui le macchine governano e producono beni ad un ritmo frenetico.

Lavoro con alcuni dei più grandi produttori del mondo - da Bosch a BMW, e molti altri - e ciò che vedo è diverso. Vedo un mondo in cui le macchine sono sempre più spesso progettate per lavorare a stretto contatto con le loro controparti umane e aumentare le competenze di un operaio. I progressi tecnologici stanno rivoluzionando la fabbrica per rendere il lavoratore più sicuro ed efficace.

Infatti, recenti statistiche del Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti hanno confermato i miei sospetti. La produzione è cresciuta di 327.000 nuovi posti di lavoro nell'ultimo anno, che rappresenta il miglior periodo di 12 mesi degli ultimi 23 anni. E la MAPI Foundation prevede che gli investimenti nel settore manifatturiero statunitense continueranno a crescere nei prossimi anni.

Tecnologia che dà potere ai lavoratori, mantenendoli sicuri

Oggi, i dispositivi connessi forniscono dati quasi istantanei ai sistemi informatici e informativi, in modo che i lavoratori possano fare di più. Questo approccio decentralizzato offre una nuova opportunità per i lavoratori, che possono essere più autonomi dai quadri intermedi.

Ad esempio, gli occhiali forniscono istruzioni attraverso la realtà aumentata. Questi occhiali possono aiutare a eliminare le congetture da processi complessi o a formare rapidamente i nuovi dipendenti. Forse la cosa più importante è identificare le pratiche non sicure prima che si trasformino in abitudini e portino a lesioni... o peggio. Altri esempi includono giubbotti che avvertono i carrelli elevatori quando un lavoratore è vicino, o la tecnologia di scansione e guanti intelligenti che scansionano gli oggetti da una certa distanza, risparmiando tempo e riducendo le lesioni da sforzo ripetitivo.

Tali elementi consentono ai lavoratori di concentrarsi sul proprio lavoro. Le distrazioni sono una delle principali cause di infortunio e concentrarsi sui compiti che si trovano di fronte a loro, piuttosto che sui numerosi altri oggetti che potrebbero cattutare la loro attenzione, consente ai lavoratori una maggiore efficienza e rende più sicuro il luogo di lavoro industriale. 

Il lavoratore al centro della fabbrica del futuro

A mio avviso, il lavoratore è una parte cruciale della continua evoluzione dell'ecosistema industriale. Come per le precedenti ondate di automazione e di cambiamenti tecnologici, il lavoratore diventerà più produttivo, più sicuro e produrrà risultati di qualità superiore. L'adozione in massa di fabbriche completamente automatizzate nel prossimo futuro rimarrà un'illusione a causa di una serie di fattori: troppe varietà di prodotti, cicli di vita brevi e la necessità generale di creatività e adattabilità in fabbrica.

I lavoratori si evolveranno attraverso i loro utensili, come è accaduto negli ultimi millenni. I progressi tecnologici porteranno a migliori condizioni di lavoro e maggiori guadagni per l'azienda.

La cosa più eccitante, però, è che queste tecnologie sono davvero solo agli inizi. Abbiamo ancora altri decenni per vedere la simbiosi tra l'uomo e la macchina. Oppure, come la pensiamo noi di ProGlove, come l'uomo si adatta a una macchina, una tecnologia che si adatta come un guanto.

Di Charlie Grieco, vice president of sales and North American operations, ProGlove

Articolo tratto da:
Machine Design

Topic:
Wearable

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi