Briciole di pane



Industria 4.0: portare l'Intelligenza alle estremità delle Aziende

Industria 4.0: portare l'Intelligenza alle estremità delle Aziende

28 Maggio 2019 Terminali portatili, scanner, stampanti, sensori e dati integrati sono alcuni esempi di tecnologie che aiutano i lavoratori in prima linea a migliorarsi nello svolgimento dei propri compiti. Si tratta di soluzioni che rendono possibile il realizzarsi dell'Industria 4.0, tecnologie intelligenti che determinano il successo di un'azienda a prescindere dal mercato di appartenenza. Nel seguente articolo analizziamo vantaggi e sfide della trasformazione digitale attualmente in atto nel mondo del lavoro.

Al centro dell'idea di soluzioni tecnologiche che consentono l'industria 4.0 è la fornitura di soluzioni intelligenti per "i margini", cioè nel punto in cui si svolge il lavoro.

Questo è particolarmente vero per i settori dei trasporti e della logistica, della vendita al dettaglio, della produzione e della sanità, dove lavori e servizi importanti vengono eseguiti ai margini, piuttosto che nel back-end o nel data center o persino nella sede centrale dell'azienda.

L'innovazione tecnologica contribuisce a determinare la sopravvivenza e il successo delle imprese nell'economia digitale determinata dall'Industry 4.0, dal piano produttivo fino al punto di consumo (incluse le abitazioni).

Secondo Tom Bianculli, CTO di Zebra Technologies, il futuro è davvero quello di togliere l'attrito dal lavoro - da tecnologie aumentate a tecnologie autonome - per fornire un flusso di lavoro senza interruzioni, con maggiore produttività ed efficienza.

Materiali di consumo, sensori e dati integrati sono alcuni esempi di come le tecnologie aiutano i lavoratori in prima linea ad essere migliori in quello che fanno.

Le soluzioni chiave fornite da Zebra includono soluzioni mobili basate su Android, soluzioni di scansione, stampa, RFID e soluzioni basate sulla localizzazione. L'azienda è leader nell'uso della tecnologia RFID per tracciare persone e cose in movimento, con attività di ricerca e sviluppo nel campo della visione artificiale per aumentare e migliorare l'identificazione, il monitoraggio e la tracciabilità.

"I rivenditori con negozi fisici devono gestire attraverso 'centri di flusso' con sensori intelligenti per rilevare quali articoli sono sugli scaffali, per la gestione e la disponibilità dell'inventario in tempo reale", ha spiegato Bianculli. 

I lettori di codici a barre e RFID sono già un punto fermo, e i robot che vagano per il negozio utilizzando la visione artificiale per fornire un ambiente di negozio in tempo reale rappresenterebbe un importante passo avanti.

"Nello spazio di produzione, le stesse tecnologie possono essere utilizzate per identificare i tag attivi e passivi per le materie prime utilizzate nel processo di assemblaggio, per garantire che il materiale giusto arrivi alle postazioni giuste al momento giusto", ha continuato. "Cos'è e dove si trova - queste sono domande pressanti da parte dei produttori. Per essere efficienti e produttivi, è necessaria una visibilità persistente o costante".

"Mentre le nuove tecnologie continuano a trasformare la prima linea di business, i segnali in tempo reale basati sui dati ai margini delle operazioni stanno dando ai lavoratori in prima linea le informazioni giuste per ottimizzare azioni e risultati", ha detto Bianculli.

Sulla base del secondo report annuale "Intelligent Enterprise Index" di Zebra, Bianculli ha visto altre aziende riconoscere il valore di sfruttare le strategie dell'internet degli oggetti, e crede che continueranno a spingere l'adozione e gli investimenti in futuro.

Le sfide

Il vantaggio digitale sta trasformando il business in tutti i settori. La nuova normalità è che i leader del settore e i visionari facciano leva sul capitale d'investimento, sul brand equity, sui bilanci e sull'ambizione di fare passi coraggiosi per ridefinire le loro attività, le loro categorie e il tipo di esperienze che offrono.

Non sono solo gli "shaker" che stanno trasformando e sfruttando i cambiamenti ai margini, sconvolgendo non solo i propri mercati, ma anche altri settori industriali. Le aziende di tutti i tipi, in tutti i settori industriali, stanno riconoscendo l'opportunità di questa nuova era e si preparano a cambiare, sapendo che se aspettano, saranno lasciati indietro.

Gli ostacoli chiave alle operazioni di digitalizzazione per portare l'intelligenza ai margini non sono questioni tecnologiche, ma riguardano maggiormente i cambiamenti che devono essere effettuati all'interno dell'organizzazione.

"Il ROI sull'internet degli oggetti dipende molto da come vengono utilizzati i dati e da quali modifiche vengono apportate ai processi sulla base dei dati ricevuti", ha detto Bianculli. "La formazione degli utenti, il cambiamento dei processi per soddisfare le nuove esigenze e l'utilizzo più efficace delle nuove intuizioni sono alcuni aspetti chiave".

"Una seconda sfida è la scomposizione dei silo di dati all'interno dell'organizzazione. La risposta sta nel fare gli investimenti giusti per farlo. In un certo senso, siamo in un'economia delle API, in quanto le API possono aiutare a sbloccare i silo di dati".

Topic:
Enterprise Mobility

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiedi preventivo
per grandi quantità

» Leggi l'informativa sulla privacy Richiedi preventivo
Chiudi