Il 15% dei professionisti IT ha troppe fonti di dati

Il 15% dei professionisti IT ha troppe fonti di dati

06 Maggio 2019
I risultati di un'indagine Ivanti mostrano che più della metà dei professionisti IT riferiscono di dover lavorare con i loro dati per giorni, settimane o più prima che possano essere utilizzati.

Ivanti, l'azienda che unifica l'IT per gestire e rendere più sicuro il luogo di lavoro digitale, ha annunciato i risultati di un sondaggio su 400 professionisti IT, che raccoglie le sfide che l'Information Technology deve affrontare quando si tratta di silos, dati e implementazione. 

"È chiaro dai risultati di questa indagine che i professionisti IT hanno bisogno di un approccio più unificato quando si lavora tra i reparti organizzativi e i silos che ne derivano", ha dichiarato Duane Newman, vice presidente, product management di Ivanti. "La sicurezza rimane un requisito fondamentale per la comprensione dei dati, ma è anche importante notare che le organizzazioni IT devono trovare modi migliori per lavorare con i propri dati o questo continuerà ad avere un impatto sulle altre priorità IT critiche".

Tra le sue notevoli scoperte, la ricerca ha rivelato che quando si tratta di silos nell'IT e nei reparti, tre priorità chiave sono quelle che soffrono di più, tra cui: automazione (46%), produttività degli utenti e risoluzione dei problemi (42%) e customer experience (41%). I risultati hanno dimostrato che l'onboarding/offboarding soffre meno (20%) a causa dei silos - quindi sembra che IT e HR abbiano una delle migliori relazioni di lavoro.

Quando si cerca una visione in tempo reale, la sicurezza è ancora una priorità. Il 70% dei professionisti IT ha dichiarato di voler conoscere meglio lo stato della sicurezza rispetto ad altre priorità. Gli intervistati erano meno interessati alle informazioni in tempo reale sui dati di garanzia.

Altri risultati degni di nota del sondaggio sono:
- Il 15% dei professionisti IT afferma di avere troppe fonti di dati per poterle contare
- Più della metà dei professionisti IT (51%) riferisce di dover lavorare con i propri dati per giorni, settimane o più, prima che i dati possano essere utilizzati.
- Solo il 10% degli intervistati ha detto che i dati che ricevono sono attivabili in pochi minuti.
- Un intervistato su tre ha dichiarato di avere le risorse per agire sui propri dati, ma più della metà (52%) ha detto di avere queste risorse solo a volte.

I risultati completi dell'indagine possono essere consultati qui.

Articolo tradotto da:
Ivanti

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi