Briciole di pane



L'importanza strategica della Tecnologia per il Retail

L'importanza strategica della Tecnologia per il Retail

22 Marzo 2019 Mentre sempre più retailer stanno capendo l'importanza di adottare i dispositivi mobili per migliorare la customer experience, all'orizzonte si sta già prospettando il prossimo step tecnologico: utilizzare proattivamente i dati che questi dispositivi possono fornire, al fine di migliorare le strategie di business. In questo articolo, tratto da Forbes, vediamo come i rivenditori siano invitati a comprendere meglio i pro e i contro dei loro sistemi tecnologici.

Per molto tempo i rivenditori non hanno dovuto considerare la tecnologia molto di più di un costo da tenere sotto controllo. Sì, ha aiutato con il lato finanziario e contabile, e alla fine ha reso facile tenere traccia delle scorte e delle vendite, ma l'IT non era il fulcro dell'attività di vendita al dettaglio.

Tra le molte cose che sono cambiate nel retail, il ruolo della tecnologia è quello che è cambiato maggiormente. Si è passati da un costo da controllare a un fattore che consente di abilitare in primo luogo la capacità di vendita del rivenditore, il che pone sempre più la tecnologia al centro dell'esperienza del cliente. E-commerce, applicazioni mobili, personalizzazione - tutte queste sono tecnologie che, in loro assenza, i retailer sarebbero sempre meno in grado di fare business.

Tuttavia, la comprensione di queste tecnologie da parte dei business leader - di cosa sono capaci, come forniscono quello che fanno - non è realmente aumentata man mano che le capacità tecnologiche sono cresciute.

Il risultato netto di questo atteggiamento è la pressione sui fornitori di tecnologia, sugli influencer, persino sul "tipo dell'IT" per lanciare la tecnologia in termini puramente commerciali. Il problema è che molto del valore della tecnologia sta nel modo in cui viene distribuita. E da alcuni decenni ormai, i business leader hanno avuto più controllo sul budget tecnologico che mai prima d'ora, e di fronte alla versione a basso costo dell'implementazione rispetto all'opzione di architettura a costi più elevati ma migliori, i business leader hanno optato per la convenienza e il basso costo.

Inoltre non si è aiutati dal fatto che è sempre più difficile spiegare la tecnologia in termini puramente commerciali. Se tutto quello che avete usato erano termini aziendali, potreste far sembrare qualsiasi tecnologia come qualsiasi altra tecnologia - oh, riduce i costi di proprietà, consente flessibilità e velocità di commercializzazione, consente di allineare meglio la vostra tecnologia alla vostra azienda. Ma senza il "come" sottostante, i dirigenti aziendali (comprensibilmente) respingeranno questi vantaggi, poiché suonano tutti allo stesso modo, e andranno con tutto ciò che più convenientemente fornisce il valore a breve termine.

E così, la tecnologia nel retail è carica di debiti tecnici, perché le persone che pagano per l'IT non volevano sapere o preoccuparsi di come funziona la tecnologia. Troppi retailer sono ancora in un angolo a causa del loro approccio all'IT a basso costo che non ha riconosciuto tutti i costi.

Messa all'angolo
Un posto che sta diventando dolorosamente evidente è quello delle soluzioni per i punti vendita (POS). Windows 7, il sistema operativo che gestisce troppi registri nei negozi - ancora oggi - verrà completamente interrotto nel gennaio 2020. Per la cronaca, è "tramontato" dal 2015, ma Microsoft porrà fine l'anno prossimo anche a patch minime di sicurezza e supporto. I rivenditori che pensavano di risparmiare denaro non aggiornando si trovano ora bloccati con un'enorme quantità di debito tecnico in scadenza. E' una cascata: per aggiornare il sistema operativo, l'hardware deve essere aggiornato perché l'hardware che hanno non funzionerà con Windows 10. E poi anche il software POS, perché quello che gira su Windows 7 non è stato aggiornato da anni. E poi tutte le integrazioni e le personalizzazioni fatte a quel software nel corso degli anni dovranno essere convertite.

Fondamentalmente, tutte le cose che il rivenditore avrebbe dovuto fare nei punti vendita, ma che non ha fatto - perché, in parte, i leader del commercio al dettaglio non se ne preoccupavano e non volevano spendere i soldi - ora dovranno essere pagate tutte in una volta, in un momento in cui ciò in cui l'azienda vuole davvero investire è la vendita tramite canale omnicomprensivo, o l'espansione internazionale.

Il tempo è arrivato
E' tempo che i leader del commercio al dettaglio si preoccupino della tecnologia. La tecnologia è uno strumento del commercio ora, che piaccia o meno. Se non capiamo come funziona la soluzione di personalizzazione, come possiamo sfruttare al meglio ciò che ha da offrire? Come faremo in modo che funzioni nel modo in cui vogliamo (e forse non sia una discriminazione involontaria nei confronti di alcuni clienti)? L'intelligenza artificiale rende questi rischi più grandi e più immediati.

Il business è sempre più dominato dalla tecnologia come mezzo primario di esecuzione. La progettazione di prodotti e punti vendita offre un'esperienza, ma sono i dati che si ottengono da come i clienti interagiscono con quelle esperienze che guidano le future opportunità di business. Ignorare la tecnologia significa ignorare il modo in cui i dati vengono generati, raccolti e utilizzati. Nel retail di oggi, è come scegliere di lavorare senza usare le mani.

La linea di fondo
Non c'è bisogno di essere uno sviluppatore per capire la tecnologia; non devo essere in grado di scrivere algoritmi di reti neurali per capire cosa può fare l'intelligenza artificiale e quali sono i suoi limiti.

I dirigenti aziendali non dovrebbero avere paura della tecnologia, né dovrebbero ignorarla. La "trasformazione digitale" consiste nel trasformare il business in digitale - una certa comprensione di base di ciò che il digitale significa per il vostro business è una sorta di aspettativa di base. Ma allo stesso modo, anche qui l'industria tecnologica ha la responsabilità di assicurarsi che le nostre soluzioni possano essere comprese da persone che non amano la tecnologia, e di assicurare che facciamo del nostro meglio per aiutare i business leader a vedere quando stanno prendendo decisioni che li riporteranno nel loro angolo del debito tecnico. Troppo spesso, i fornitori di tecnologia sono abilitatori dei retailer in questo senso. E alla fine, questo non serve a nessuno.

La vita digitale dei consumatori è ora molto più importante per i retailer che non le loro attività fisiche, almeno quando si tratta di capire le intenzioni e il modo migliore per servirli. Restare nell'ignoranza di come tutto ciò funziona significa rischiare di diventare obsoleti - e questo vale sia per i dirigenti aziendali, sia per le aziende che gestiscono.

Articolo tratto da:
Forbes

Topic:
Retail

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi