Products Process Innovation Consulting Events & Journal Contact
My Bag Login Registration



Blockchain e RFID per la trasparenza e la sicurezza della Supply Chain

Blockchain e RFID per la trasparenza e la sicurezza della Supply Chain

21 Gennaio 2019
H&M usa tecnologie come blockchain e RFID per portare trasparenza e sostenibilità all'interno del proprio business, fattore che si rivela un valore aggiunto anche agli occhi dei clienti. Nina Shariati, responsabile della trasparenza per H&M, ha recentemente dichiarato che l'azienda ha mappato tutti i suoi fornitori di primo livello ed è arrivata a circa il 60 per cento di quelli di secondo livello. H&M lavora con un totale di 2.200-2.500 fornitori, inclusi quelli primari e ha reso pubblica la sua supply chain per servire i consumatori. A tal fine, H&M sta lavorando sul fattore tracciabilità, in modo che i consumatori possano seguire ogni prodotto nella sua evoluzione da un pezzo di cotone e un filo di tessuto fino a un capo d'abbigliamento finito. La documentazione di queste reti e processi complessi è la vera sfida, ha detto Shariati, anche in particolare se la tecnologia blockchain e RFID possono aiutare a risolvere alcune di queste pressanti esigenze dell'industria. Detto questo, la blockchain è ancora una tecnologia, e normalmente con la tecnologia è necessaria molta innovazione di processo e la comprensione di come è necessario modificare il comportamento e incentivare l'informazione. Entro il 2030, H&M prevede di acquistare solo materiali prodotti in modo sostenibile, ed è sulla buona strada per raggiungere il suo obiettivo per il 2020 di utilizzare tutto il cotone proveniente da fonti sostenibili, ha detto Shariati.

Maersk e IBM hanno recentemente annunciato la costituzione di una joint venture per fornire metodi più efficienti e sicuri per condurre il commercio globale utilizzando la tecnologia blockchain. L'obiettivo della nuova società è quello di offrire una piattaforma di digitalizzazione del commercio globale sviluppata congiuntamente, basata su standard aperti e progettata per l'utilizzo da parte dell'intero ecosistema marittimo globale. Affronterà la necessità di garantire maggiore trasparenza e semplicità nella circolazione delle merci attraverso le frontiere e le zone commerciali. Secondo il World Economic Forum, riducendo le barriere all'interno della catena di approvvigionamento internazionale, il commercio globale potrebbe aumentare di quasi il 15%, stimolando le economie e creando posti di lavoro. Gli attributi della tecnologia blockchain sono ideali per grandi reti di partner. Tecnologia di contabilità distribuita, la blockchain stabilisce una registrazione condivisa e immutabile di tutte le transazioni che avvengono all'interno di una rete e consente alle parti autorizzate di accedere ai dati affidabili in tempo reale. Applicando la tecnologia per digitalizzare i processi di commercio globale, è possibile introdurre una nuova forma di comando e consenso nel flusso di informazioni, consentendo a più partner commerciali di collaborare e stabilire un'unica visione condivisa di una transazione senza compromettere i dettagli, la privacy o la riservatezza.
Maersk, leader globale nella logistica dei container, e IBM, fornitore leader di blockchain, visibilità della supply chain e soluzioni di interoperabilità per l'azienda, utilizzeranno la tecnologia blockchain per alimentare la nuova piattaforma, oltre ad utilizzare altre tecnologie open source basate su cloud, tra cui l'intelligenza artificiale (AI), l'internet degli oggetti e l'analytics, erogate tramite i servizi IBM, per aiutare le aziende a spostare e tracciare digitalmente le merci attraverso i confini internazionali. I produttori, le compagnie di navigazione, gli spedizionieri, gli operatori portuali e dei terminali e le autorità doganali possono trarre vantaggio da queste nuove tecnologie, così come i consumatori.

Walmart sta lavorando con IBM su una soluzione di sicurezza alimentare tramite blockchain e ha annunciato che tutti i fornitori di verdure a foglia verde debbano caricare i loro dati nella blockchain entro settembre 2019. La maggior parte delle supply chain sono impantanate in processi manuali. Questo rende difficile e richiede tempo per rintracciare un problema come quello della lattuga romana E. coli della scorsa primavera. Posizionando una catena di approvvigionamento sulla blockchain, si rende il processo più tracciabile, trasparente e completamente digitale. Ogni nodo della catena a blocchi potrebbe rappresentare un'entità che ha gestito il cibo sulla strada verso il negozio, rendendo molto più facile e veloce vedere se una delle aziende agricole interessate ha venduto forniture infette in un luogo particolare con una precisione molto maggiore. Prima di spostare il processo nella blockchain, in genere ci volevano circa 7 giorni per rintracciare la fonte di cibo. Ora, con la catena a blocchi, il tempo è stato ridotto a 2,2 secondi. Ciò riduce sostanzialmente la probabilità che gli alimenti infetti raggiungano il consumatore.
"I nostri clienti meritano una supply chain più trasparente. Riteniamo che il modello di tracciabilità degli alimenti one-step-up e one-step-back sia obsoleto per il XXI secolo. Si tratta di una mossa intelligente, supportata dalla tecnologia, che porterà grandi benefici ai nostri clienti e trasformerà il sistema alimentare, a vantaggio di tutti gli stakeholder", ha dichiarato Frank Yiannas, vice presidente della sicurezza alimentare di Walmart.

Auchan Retail utilizza la tecnologia blockchain per migliorare la tracciabilità dei prodotti lungo le sue catene di fornitura. I primi test in Vietnam, insieme a Te-Food, una start-up tedesca, si sono dimostrati un successo. Ora è in fase di lancio in Francia, Italia, Spagna, Portogallo e Senegal. Dal seme fino al piatto del cliente finale, le informazioni su tutte le fasi della vita di un prodotto sono ora a disposizione dei consumatori in modo completo.
La tecnologia blockchain è utilizzata da tutti i partecipanti coinvolti nelle varie fasi della vita di un prodotto, dal momento in cui un seme viene fornito da un produttore di sementi fino al momento in cui un prodotto raggiunge il piatto. Ogni produttore, trasformatore, operatore logistico e distributore registra tutte le informazioni rilevanti sul prodotto su un'unica piattaforma, garantendo così la tracciabilità da un capo all'altro della catena di fornitura. Quando il prodotto arriva in negozio, i clienti possono accedere immediatamente a tutte queste informazioni attraverso la scansione di un codice QR stampato sull'etichetta del prodotto. I consumatori sono ora consapevoli dell'origine e del percorso preciso dei prodotti che consumano, in modo del tutto trasparente. Tutti i partecipanti alla catena di fornitura possono garantire in modo affidabile che ogni articolo sia della massima qualità.
Ad esempio, dopo la raccolta delle carote dai vari appezzamenti delle aziende agricole Larrère & fils, le carote vengono trasportate nell'area di lavorazione in casse dotate di tag RFID che ne seguono il percorso. Le carote sono separate in lotti in base alle locazioni da cui sono state raccolte.
Il codice QR dinamico viene poi stampato sulla confezione. Questo codice QR contiene tutte le informazioni emesse dalle etichette RFID insieme alle informazioni che vengono gradualmente arricchite dai vari attori della catena di fornitura. Ciò include qualsiasi trattamento fitosanitario effettuato sulle carote, qualsiasi caratteristica specifica del prodotto e attributi gustativi, ecc.
Questi dati, che non possono essere modificati, continuano ad essere immessi nella blockchain fino al punto in cui il prodotto arriva in magazzino. Il consumatore può scansionare il codice QR sulla confezione per ottenere, in pochi secondi, tutte le informazioni sul prodotto memorizzato nella catena a blocchi.
Al fine di garantire la massima trasparenza, i clienti possono anche verificare i dati rispetto alla tecnologia della blockchain pubblica utilizzata (FoodChain).

Fra le prime aziende a comunicare al pubblico l'applicazione della tecnologia blockchain alla propria filiera è stata la francese Carrefour che, in prima battuta, ha puntato sulla tracciabilità digitale  dell'intera filiera del pollo allevato all'aperto e senza antibiotici a partire da settembre 2018. In questa settimana, alla fiera Marca di Bologna, la società ha spiegato di avere esteso l'utilizzo della tecnologia alle arance tarocco e ai limoni di Sicilia che provengono da aziende in cui si prevede l'assenza di trattamenti post raccolta e una maggiore salvaguardia delle api attraverso l'eliminazione delle sostanze più nocive.

Ford Motor Company ha recentemente lanciato il progetto blockchain pilot per garantire un approvvigionamento etico di cobalto. La tipica batteria per auto elettriche richiede fino a 20 libbre di cobalto ed entro il 2026 la domanda dovrebbe moltiplicarsi di 8 volte. Tuttavia la forte domanda di cobalto ha gettato luce sulle preoccupazioni relative alla produzione non etica di un materiale che proviene principalmente dalla Repubblica Democratica del Congo, afflitta da instabilità politica, opacità legale e lavoro minorile. Per garantire l'approvvigionamento responsabile, Ford ha deciso di utilizzare la tecnologia blockchain per convalidare solo i materiali di origine etica. Il minerale è tracciato digitalmente nella miniera industriale di Huayou, nel viaggio dalla miniera alla fonderia, all'impianto a catodo e batteria della Corea del Sud fino allo stabilimento Ford negli Stati Uniti

Grandi sono i benefici anche nella catena sanitaria: "Vediamo un potenziale particolarmente interessante per la blockchain legata ai prodotti farmaceutici, motivo per cui abbiamo focalizzato la nostra prova di concetto con Accenture sulle life sciences e l'industria sanitaria", ha affermato Keith Turner, CIO Chief Development Office, DHL Supply Chain. "Utilizzando l'inerente irrefutabilità all'interno delle tecnologie blockchain, possiamo fare grandi passi avanti nell'evidenziare la manomissione, ridurre il rischio di contraffazioni e salvare vite umane". Secondo l'Interpol, circa un milione di persone perde ogni anno la vita a causa dei farmaci contraffatti e si stima che fino al 30% dei prodotti farmaceutici venduti nei mercati emergenti siano contraffatti. DHL e Accenture hanno creato un prototipo di serializzazione blockchain con nodi in sei aree geografiche per tracciare i prodotti farmaceutici lungo tutta la supply chain. Il registro che tiene traccia di questi farmaci può essere condiviso con le parti interessate, tra cui produttori, magazzini, distributori, farmacie, ospedali e medici. Le simulazioni di laboratorio mostrano come la blockchain potrebbe gestire oltre sette miliardi di numeri seriali unici e 1.500 transazioni al secondo.
"Abbiamo lavorato a stretto contatto con DHL per comprendere e documentare l'ampio impatto che la blockchain avrà sulle supply chain del futuro", aggiunge Andreas Baier, responsabile Accenture per il settore viaggi e trasporti e client team leader di DHL. "Utilizzando un registro comune, indelebile e sicuro, l'industria può raggiungere standard di sicurezza molto più elevati - dalla fabbrica al paziente - a costi molto più bassi. Questa è una delle numerose opportunità che offre la blockchain per ristrutturare i processi aziendali riducendo al tempo stesso costi e complessita'.

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi