L'impatto dell'Internet of Things sulle operazioni della Supply Chain

L'impatto dell'Internet of Things sulle operazioni della Supply Chain

03 Gennaio 2019

Mentre ormai da diversi anni i dispositivi vengono comunemente interconnessi grazie all'utilizzo di internet, per quel che riguarda la supply chain stiamo solo "grattando la superficie" di ciò che per essa significa l'Internet of Things. Nel seguente articolo, tratto da Modern Materials Handling, sono riportati solo alcuni dei modi con cui l'internet degli oggetti ha già avuto un impatto fondamentale sulle operazioni della catena di approvvigionamento, reinventando i processi e rendendoli più efficienti.

Una delle espressioni più trendy in ambito tecnologico è "lnternet of Things". Anche se non si ha familiarità con l'internet degli oggetti, probabilmente si ha un'idea approssimativa. Nell'ultimo decennio i nostri dispositivi sono stati interconnessi da Internet. E non si tratta solo dei nostri telefoni o computer: gli allarmi domestici, i veicoli e persino i frigoriferi sono abilitati alla tecnologia WiFi (e Bluetooth) e fanno cose che non avremmo mai pensato possibile. La parte più "spaventosa" potrebbe riguardare il fatto che stiamo solo grattando la superficie di ciò che questo significa per i nostri affari e la nostra vita privata. La tecnologia ha da tempo guidato l'innovazione nella gestione della supply chain, quindi non dovremmo essere sorpresi di apprendere che l'internet degli oggetti ha già avuto un impatto indelebile. Di seguito sono riportati solo alcuni dei modi in cui l'internet degli oggetti ha già avuto un impatto sulle operazioni della supply chain, reinventando i processi e rendendoli più efficienti:

1. Gestione della flotta
Le aziende stanno dotando gli autocarri di sensori che consentono a una flotta di asset di parlare tra loro. Avrete accesso in tempo reale a tutta la vostra flotta, dandovi la possibilità di fornire un programma di consegna più accurato che mai. È anche possibile reindirizzare le consegne in base al traffico e alle condizioni meteorologiche, rendendo le consegne più efficienti e risparmiando sui costi del carburante. DHL sta facendo un ulteriore passo avanti e sta utilizzando i chip incorporati nei loro veicoli e nelle loro banchine per coordinare e programmare automaticamente le consegne tra gli autisti.

2. Monitoraggio dei beni dalla spedizione alla vendita
Un giorno, i codici a barre potranno sembrare antichi come i disegni nelle grotte in Francia. I tag RFID e i sensori GPS sono in grado di gestire i prodotti dal momento in cui lasciano il vostro magazzino fino al tempo che trascorrono su uno scaffale di un negozio. Una delle principali implicazioni è che questo vi dà la possibilità di effettuare un certo controllo di qualità. Se c'è un ritardo nel processo di spedizione, saprete esattamente quando e dove si verifica. Sarete in grado di monitorare esattamente quanto tempo ci vuole ad un prodotto per passare dalla produzione alla vendita. Questo rende la previsione dei prodotti e la gestione delle scorte automatizzata e più accurata.

3. Reagire alle variabili ambientali
Se i vostri prodotti sono altamente sensibili alle variazioni di temperatura e umidità, la tecnologia di monitoraggio ambientale può essere un vantaggio incredibile. Utilizzando la stessa tecnologia che esiste nei frigoriferi intelligenti, è possibile ricevere automaticamente avvisi quando qualcosa non è sincronizzato. Per le merci deperibili, l'ambiente può essere monitorato e mantenuto automaticamente. Nel peggiore dei casi, sarà ancora possibile effettuare una spedizione sostitutiva prima ancora che la merce deteriorata arrivi. Ciò è utile anche durante la fase di produzione. Una casa automobilistica americana utilizza il monitoraggio ambientale per monitorare il livello di umidità nel proprio stabilimento di produzione. Se è troppo alto, cessano di verniciare i loro veicoli o spostano temporaneamente la funzione in una parte meno umida del loro stabilimento. Attraverso questo processo, sono in grado di evitare difetti e mantenere la qualità.

4. Fornire i dati per i miglioramenti del prodotto

I dati in vostro possesso non sono solo preziosi per le vostre operazioni. Possono essere preziosi anche per i vostri clienti, offrendovi un modo incredibile per capire come utilizzano i vostri prodotti e quali miglioramenti possono essere apportati. I fornitori di attrezzature agricole, ad esempio, utilizzano tag RFID microscopici sulle loro attrezzature per capire esattamente come i clienti li utilizzano. Queste informazioni vengono poi condivise con i team di marketing e di sviluppo prodotto per migliorare il prodotto e rendere la vita dei loro clienti ancora più facile.

5. Monitoraggio dell'inventario
Puoi monitorare l'inventario che hai a portata di mano e integrarlo con altri punti dati come le previsioni di vendita, per assicurarti di avere sempre la giusta quantità di scorte a portata di mano. Non c'è bisogno di preoccuparsi di esaurimento delle scorte o di tenere troppo inventario e di far lievitare i costi di magazzino. Se siete in grado di integrarvi direttamente con i vostri fornitori, tutto questo può essere gestito senza dover inviare un solo ordine d'acquisto.

6. Anticipare le interruzioni
Come una delle aziende leader a livello mondiale nel settore dei dati, non dovrebbe sorprendere che IBM sia all'avanguardia nell'Internet of Things e nella gestione della supply chain. Big Blue utilizza Watson, la sua piattaforma di intelligenza artificiale, per fornire ai fornitori tutti i dati possibili. Un punto di vendita chiave è la sua capacità predittiva, in particolare la sua capacità di anticipare le interruzioni nella catena di fornitura all'inizio del processo. In questo modo si ha tutto il tempo necessario per pianificare e mitigare il suo impatto.

7. Fornire i dati necessari
In definitiva, l'internet degli oggetti riguarda un maggiore accesso ai dati quando ne avete bisogno. Quello che si fa con questi dati dipende da voi. Con la continua evoluzione dell'Internet degli oggetti e della gestione della supply chain, avrete nuovi modi per migliorare l'esperienza dei vostri clienti, spedire in modo più efficiente, monitorare l'inventario e altro ancora. Utilizzate costantemente queste informazioni per cercare colli di bottiglia e aree di miglioramento. Se ci sono informazioni che vi mancano, cercate un modo per raccoglierle. Le probabilità che esista già sono buone.

Articolo tradotto da:
Modern Materials Handling

Topic:
Internet of Things, Supply Chain




 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi