Dall’Internet of Things all’Internet of Skills passando per il Continuous Learning

Dall’Internet of Things all’Internet of Skills passando per il Continuous Learning

03 Dicembre 2018

Secondo Mischa Dohler, docente al King's College di Londra, se la prima generazione di internet ha collegato infiniti computer, se quella wireless miliardi di smartphone, se la attuale internet delle cose miliardi di oggetti, la prossima sarà "Internet of Skills", capace di portare ovunque le migliori skills a disposizione nel pianeta. 

In un momento in cui le macchine e gli algoritmi stanno diventando "studenti", gli esseri umani devono continuare a imparare più che mai. Ecco dunque che la learnability, insieme ad altre soft skills, diventa una delle competenze chiave richieste dal mercato per essere competitivi. La forza umana è rappresentata proprio dal set di competenze soft più tradizionali, quali la comunicazione, la collaborazione e la creatività che possono aumentare l'efficacia della tecnologia riducendo così il rischio che l'uomo possa essere sostituito dai robot. Ecco che la migliore miscela sarà rappresentata da SOFT SKILLS + TECHNICAL SKILLS + DIGITAL SKILLS.

Nel mercato globale in cui siamo immersi si sta verificando una rivoluzione, abilitata dal digitale e catalizzata dalle aziende piattaforma che dominano interi settori espandendosi in altri grazie alla loro struttura leggera e alla loro agilità; realtà capaci di innovare velocemente imparando dai fallimenti, utilizzando l'open innovation, sfruttando il fattore generazionale e muovendosi come start up molto dopo aver cessato di esserlo. In questo contesto, Haier, primo produttore mondiale di elettrodomestici, con un fatturato di 75 miliardi e 75.000 dipendenti, per riuscire a rimanere grande azienda ma capace di muoversi come start up, ha adottato un modello di estrema agilità, dividendosi in 4.000 micro imprese, ciascuna delle quali si autogestisce in maniera autonoma, rispondendo direttamente ai clienti dell'azienda.  Il Ceo Zhang Ruimin si è posto l'obbiettivo di costruire la prima azienda del mondo predisposta per l'era digitale imitando l'architettura di internet: piccoli pezzi uniti in modo flessibile. Finora questa formula sembra aver funzionato: nell'ultimo decennio Haier ha registrato una crescita media annua del 18% in termini di fatturato e di 2 miliardi di dollari in termine di valore di mercato di nuovi business.

In Cina, Alibaba, fa leva sulle tecnologie di data intelligence e di coordinamento delle reti e sta guidando migliaia di aziende cinesi verso un ecosistema più veloce, intelligente ed efficiente delle infrastrutture di business tradizionali. Un modello di business emergente che Ming Zeng, presidente del centro studi di Alibaba, chiama Smart Business: gli attori presenti nell'ecosistema condividono i dati e si avvalgono di tecnologie di apprendimento automatizzato per individuare e soddisfare meglio i bisogni dei clienti.

La chiave di lettura per affrontare la rivoluzione digitale e la nuova economia dei dati è la piena integrazione tra tecnologia e competenze, cioè tra macchine e uomo, con l'obiettivo di affrontare assieme la complessità del nuovo contesto, traendo vantaggio dalla complessità stessa per costruire nuove opportunità di sviluppo non solo quantitativo ma soprattutto qualitativo.

A tal riguardo, diceva Elon Musk in una recente intervista circa i problemi di produzione di Tesla: "L'eccessiva automazione in Tesla è stata un errore. Gli umani sono stati sottovalutati".

Bibliografia:
- Il Sole 24 Ore: la prossima internet connetterà le skills, di Guiomar Parada
- Harvard Business Review: Rendanheyi di Enrico Sasson; Alibaba e il futuro del business di Ming Zeng.
- Progetto Macrotrends 2018-2019: L'integrazione tra tecnologia lavoro e competenze di Bruno Lamborghini; Le competenze chiave per l'era digitale di Stefano Scabbio

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2018. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi