Zebra Technologies: l'industria 4.0 promette risultati sorprendenti nella Customer Experience

Zebra Technologies: l'industria 4.0 promette risultati sorprendenti nella Customer Experience

19 Novembre 2018

Le tecnologie trasformative che si sono evolute nel corso degli ultimi anni non hanno avuto ripercussioni solo nell'elaborazione dei processi aziendali, ma anche nel modo in cui i consumatori finali percepiscono le loro esperienze di acquisto e nel modo di interfacciarsi con i vari brand. Le aziende stanno cercando attivamente di costruire capacità attorno all'intelligenza artificiale e ad altre tecnologie all'avanguardia nel tentativo di aumentare la soffisfazione dei clienti, come possiamo vedere in questo articolo tradotto da eWeek.

La tecnologia può cambiare più velocemente di quanto le organizzazioni più preparate possano assorbire, se i relatori di un recente evento sponsorizzato da Zebra Technologies, presso il quartier generale del TED Talk, hanno una visione corretta.

Le aziende stanno cercando attivamente di costruire capacità attorno all'intelligenza artificiale e ad altre tecnologie all'avanguardia nel tentativo di aumentare la quota di mercato, ma il tempo non è sicuramente dalla loro parte.

Se l'industria 1.0 è stata caratterizzata dall'adozione diffusa del motore a vapore, l'industria 2.0 l'adozione industriale dell'elettricità, l'industria 3.0 l'uso di Internet, l'industria 4.0 è l'uso di tecnologie come l'IA che si basano sul cloud computing.

"Industry 4.0 è la scalabilità di Industry 3.0, che permette alle applicazioni intelligenti cognitive di diventare mainstream", ha osservato Chris Preimesberger, Editor-in-Chief di eWEEK, che ha presieduto la tavola rotonda.

Il mercato dell'AI crescerà del 50% di CAGR entro il 2021

Secondo Tom Bianculli, CTO di Zebra Technologies, il mercato dell'IA dovrebbe crescere del 50% di CAGR fino a 58 miliardi di dollari entro il 2021, segnando la maturazione di Industry 4.0. Le aziende che saranno in grado di sfruttare l'IA e altre tecnologie emergenti per fornire esperienze straordinarie avranno un vantaggio quasi insormontabile rispetto a quelle che non possono.

Una volta che i consumatori si imbattono in un'esperienza che li entusiasma, ha detto, non solo scelgono un vincitore in quella categoria, ma si aspettano che tutte le aziende forniscano lo stesso livello di convenienza ed emozione. "La convenienza è un vantaggio competitivo", ha detto.

Ma l'impatto di questa capacità va ben oltre una singola categoria di esperienza. Se i clienti possono ordinare e pagare una tazza di caffè attraverso un'applicazione mobile, l'unica esperienza che realmente associano a quel marchio è il piacere di raccogliere quel caffè dal bancone e goderne il sapore, ha osservato Bianculli.

"Ogni incredibile esperienza diventa il nuovo standard a cui tutti gli altri sono paragonati", ha detto. "Se posso avere quell'esperienza comprando il caffè, perché non posso averlo nello studio del mio medico?"

Purtroppo, per loro stessa ammissione, molte aziende sono ancora nella fascia bassa della scala quando si tratta di adottare tecnologie che possono aiutarle a fornire questo tipo di esperienze trasformative.

Le aziende hanno generalmente una lunga strada da percorrere per il passaggio al digitale

I dirigenti che hanno partecipato alla tavola rotonda che ha fatto seguito alla presentazione di Bianculli hanno valutato gli sforzi delle rispettive aziende tra uno e cinque su una scala da uno a dieci, in termini di adozione di tecnologie trasformative, in particolare l'IA.

L'assistenza sanitaria potrebbe essere uno dei maggiori beneficiari dell'IA, secondo Keith Washington, CEO di pCare, che fornisce intrattenimento, informazione ed educazione per i pazienti di oltre 140 ospedali americani.

Notando che l'errore medico è attualmente la terza causa principale di morte negli Stati Uniti, Washington ha detto che gli operatori sanitari potrebbero migliorare drasticamente i risultati se avessero l'IA che li aiuti. Ad esempio, l'IA permetterebbe loro di concentrarsi sui pazienti invece che sulle pratiche burocratiche, eliminando i compiti burocratici di routine - "la tirannia dei misurabili" - come le centinaia di parametri di rimborso che devono ricordare, ha detto.

Ma anche in questo caso si potrebbe applicare la vecchia espressione sui piani meglio posati. Ricordiamo tutti un'epoca in cui la larghezza di banda 3G sembrava quasi eccessiva in base alle nostre esigenze dell'epoca. Poi è arrivato Facebook e altri social media, un'esplosione di fotografie e video, e il 5G ora sembra un requisito minimo.

La convergenza dei fattori nell'ultimo decennio ha cambiato il panorama

"La storia ci dice che potremmo essere lontani; qualcosa che esce dal nulla che mina tutto ciò che abbiamo fatto e lo rende insufficiente", ha osservato Rohit Bhanot, responsabile della pratica del settore pubblico per Nokia, che ora si presenta come azienda di connettività.

Preimesberger ha ricordato al pubblico - e ai suoi relatori - che negli ultimi anni si sono registrati notevoli miglioramenti e convergenza di tecnologie di base come lo storage illimitato, la velocità di elaborazione, il software snello ed efficiente, la presenza di sensori e l'elaborazione del linguaggio naturale.

"La tendenza è sempre verso la scala, la velocità e le soluzioni che soddisfano i clienti", ha detto Preimesberger. "L'IT è tutto ciò che riguarda la CX: l'esperienza del cliente, sia per i clienti aziendali che per i clienti consumer. La convergenza di tutti questi fattori ha reso possibili applicazioni pesanti come 'AI ovunque'.".

Ora tocca alle aziende mettere a frutto queste tecnologie fondamentali, implementando tecnologie più all'avanguardia per creare esperienze clienti indelebili che stabiliscono nuovi standard che i loro concorrenti - e gli altri - devono soddisfare.

Articolo tradotto da:
eWeek

Topic:
Zebra Technologies, Industry 4.0

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2018. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi