Ivanti e le potenzialità di Android per le Supply Chain Farmaceutiche

Ivanti e le potenzialità di Android per le Supply Chain Farmaceutiche

09 Novembre 2018

In questo articolo tradotto da European Pharmaceutical Manufacturer, Chris Tozer, responsabile territoriale per Regno Unito, Irlanda e Italia per Ivanti Supply Chain, esamina le complessità associate alla catena di fornitura farmaceutica e il motivo per cui la tecnologia tradizionale legata ai sistemi operativi Windows potrebbe ostacolarne l'efficienza. In altre parole, il passaggio ad Android è diventato fondamentale.

Il magazzino richiede operazioni veloci, che vengono costantemente sfidate per soddisfare i crescenti standard di produttività e precisione. Ma probabilmente in nessun altro luogo queste operazioni sono più complesse che all'interno della catena di approvvigionamento farmaceutica, che deve trasportare prodotti spesso molto delicati da A a B, a volte con molte fermate anche nel mezzo. Infatti, molti prodotti farmaceutici dovranno passare da un produttore primario a un produttore secondario, a un magazzino, a un grossista e solo in seguito a un rivenditore, una farmacia o un ospedale. Inoltre, a causa della natura potenzialmente letale dei prodotti trasportati, non c'è spazio per gli errori.

La complessità della supply chain farmaceutica

La catena di approvvigionamento farmaceutica trasporta un gran numero di prodotti medici delicati e potenzialmente salvavita, spesso in numerosi paesi. Dalle lenti a contatto fragili, ai farmaci contro il cancro e persino alle siringhe per le vaccinazioni; contaminazioni incrociate, confusione e rotture semplicemente non sono un'opzione percorribile. Le catene di fornitura farmaceutiche devono anche difendersi dalla criminalità come il furto e i farmaci contraffatti, che possono essere incredibilmente impegnativi, in particolare se un prodotto è in movimento in molte nazioni. Proprio per questo motivo, sono stati introdotti molteplici requisiti legali, come il Drug Supply Chain Security Act (Legge sulla sicurezza della catena di approvvigionamento dei farmaci), applicato dalla FDA statunitense, e i Termini e condizioni della catena di approvvigionamento dell'NHS. Il Dipartimento britannico della sanità e dell'assistenza sociale ha inoltre istituito l'iniziativa Scan4Safety, che utilizza il potere dei codici a barre per garantire che la catena di approvvigionamento dell'NHS sia conforme agli standard globali (in particolare con PEPPOL per la comunicazione elettronica durante il processo di approvvigionamento e GS1 che aiuta a produrre chiavi di identificazione come codici a barre e tag RFID per una chiara identificazione) e aiuta i medici a fornire cure prive di errori.

Pertanto, in una catena di fornitura farmaceutica responsabile, ogni movimento o passaggio di un prodotto deve essere documentato, il che può essere fatto automaticamente attraverso la scansione di un codice a barre, di un tag RFID o di un codice QR. Tuttavia, nonostante l'importanza critica della responsabilità di questa catena di approvvigionamento, molti magazzini e supply chain più ampie si affidano ancora a dispositivi mobili di scansione e prelievo che funzionano su sistemi operativi (OS) Windows. Ciò significa che i dipendenti stanno lavorando su dispositivi con uno schermo verde che non è dissimile dal punto di vista dell'aspetto e del tatto dai telefoni cellulari Nokia iconici del passato. Allora, perché stiamo mettendo i prodotti farmaceutici del XXI secolo nelle mani datate della tecnologia del XX secolo?

La perfezione non può essere compromessa da tecnologia datata

Questa tecnologia legacy non solo è datata, ma sta anche raggiungendo rapidamente la fine del ciclo di vita. Negli ultimi decenni, i dispositivi mobili rugged utilizzati in vari punti della catena di fornitura si sono affidati al sistema operativo Windows CE. Tuttavia, l'inizio del conto alla rovescia fino alla fine del ciclo di vita (EOL) per Windows CE è iniziato il 10 giugno di quest'anno, quando Windows CE 6.0 ha superato la sua data di supporto End of Extended. E questo è semplicemente l'inizio, con il sistema operativo Windows Embedded Handheld (WEH) 6.1 che dovrebbe diventare EOL il 9 giugno 2019, seguito dal sistema operativo WEH 6.5 il 14 gennaio 2020 e infine dal sistema operativo Windows Embedded Compact OS il 13 aprile 2021. A parte la tecnologia obsoleta, poiché questi dispositivi non saranno più supportati da aggiornamenti, ciò comporta in definitiva rischi di sicurezza e di gestione che la catena di fornitura farmaceutica non può semplicemente ignorare.

Android è emerso come il sistema operativo di nuova generazione per la supply chain. La maggior parte dei principali produttori di dispositivi mobili rugged dispone ora di portafogli basati su Android e alcuni di essi hanno già ufficialmente interrotto la produzione di dispositivi che funzionano su sistemi operativi legacy. Inoltre, le recenti introduzioni di prodotti hanno dimostrato che tutte le tecnologie specifiche del fornitore sono completamente integrate con Android.

Il passo successivo è la migrazione da Windows ad Android, che non è così semplice come sembra, in particolare nelle catene di fornitura complesse come quella farmaceutica che non può permettersi tempi di inattività o errori dovuti al fatto che i dipendenti sono incerti sull'utilizzo delle nuove tecnologie. Le organizzazioni della supply chain possono garantire una migrazione senza intoppi migrando prima l'hardware, ma mantenendo le applicazioni telnet o web esistenti che hanno la stessa interfaccia utente.

Quindi, le applicazioni possono essere migliorate nel tempo per un aspetto più moderno, in modo che gli utenti possano evolvere verso sistemi più aggiornati. Le interfacce possono anche essere migliorate in modo che funzionino in modo simile ai dispositivi mobili personali dei dipendenti, il che può accelerare la formazione in modo esponenziale. Una volta completata la migrazione, le organizzazioni possono portare i loro processi ad un livello superiore, ad esempio integrando il software vocale per aumentare l'efficienza dei lavoratori. Questo può fare un'enorme differenza in alcuni ambienti, ad esempio nei freezer dove alcuni farmaci devono essere conservati, dove gli utenti possono lavorare in modo molto più efficiente a mani libere.

La catena di approvvigionamento farmaceutico è incredibilmente complessa, per cui ogni piccolo passo dovrebbe essere registrato per prevenire errori, perdite, confusione e criminalità. Con questo in mente, il fatto che molte catene di approvvigionamento farmaceutico si affidino ancora a soluzioni datate che presto diventeranno obsolete è incredibilmente preoccupante. Le organizzazioni dovrebbero passare subito ad Android per garantire l'efficienza e la sicurezza di questa importante supply chain.

di Chris Tozer, territory manager, UK, Ireland and Italy, Ivanti supply chain

Articolo tradotto da:
European Pharmaceutical Manufacturer

Topic:
Ivanti, Android, Pharmaceutical, Supply Chain

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2018. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi