JBC risparmia tempo in Cassa e in Magazzino grazie alla tecnologia RFID

JBC risparmia tempo in Cassa e in Magazzino grazie alla tecnologia RFID

13 Giugno 2018

Il settore del retail è uno degli ambiti dove il valore della tecnologia RFID ha dato i risultati più evidenti: non sono pochi i casi di successo derivanti da un suo utilizzo, come dimostra anche questa soluzione tradotta da Retail Detail riguardante la catena d'abbigliamento JBC. I benefici sono trasversali e riguardano punto vendita, magazzino e produzione.

Grazie all'identificazione a radiofrequenza (RFID), la catena di moda JBC risparmia circa dieci secondi per capo venduto alla cassa. I dipendenti non devono più scansionare individualmente le etichette con i prezzi.

PIONIERE NEL SETTORE DEL RETAIL IN BELGIO

Nel 2015 JBC è stato uno dei primi rivenditori belgi a utilizzare la tecnologia RFID in tutta la sua catena di fornitura. L'obiettivo era quello di risparmiare tempo alla cassa e di facilitare il lavoro del personale. Dopo una fase pilota in due negozi, il brand ha applicato la tecnologia in tutti i suoi negozi e centri di distribuzione.

"Grazie alla tecnologia RFID, abbiamo risparmiato circa dieci secondi alla cassa per capo venduto", spiega il responsabile della logistica Fred Tielens. La radio-identificazione ha permesso di scansionare contemporaneamente tutti i capi di abbigliamento del cliente, evitando che i dipendenti alla cassa cercassero etichette da scansionare.

NUOVA PROCEDURA PER I FORNITORI

Ma i primi giorni sono stati un po' laboriosi: "Le prime consegne non sono andate come previsto. Alcuni dei nostri fornitori hanno cucito in modo errato le etichette RFID sui capi di abbigliamento, indipendentemente dalla taglia e dal colore", spiega Tielens. Ecco perché alla fine del 2014 JBC ha introdotto i suoi circa cento fornitori a questo nuovo metodo e ha insegnato loro come cucire correttamente le etichette nei capi.

L'azienda ha cambiato anche il suo modo di lavorare nel magazzino: nel centro logistico sono stati installati tunnel RFID per controllare l'entrata e l'uscita delle merci. Inoltre, gli articoli sono già conteggiati ed etichettati presso il centro di distribuzione, il che consente di ridurre il trasporto interno e i tempi di consegna.

FASE SUCCESSIVA: INVENTARIO

Anche il metodo di lavoro classico è stato adattato nei negozi. Un progetto pilota durato sei mesi ha ottimizzato l'integrazione della tecnologia RFID nei registratori di cassa. "Le sfide sono molte: lettori RFID nelle casse, collegamento con etichette RFID, computer nel back office, ecc.", ammette Tielens, che raccomanda quindi di rivolgersi a un manager IT durante l'intero processo di implementazione dell'RFID.

Ora JBC intende utilizzare questa tecnologia per l'inventario degli articoli: il rivenditore sarà in grado di individuare con precisione gli articoli durante il percorso di consegna da fornitore a negozio. Un'ulteriore dimensione nella gestione delle scorte, conclude JBC.

Articolo tradotto da:
Retail Detail

Topic:
RFID, Retail

 

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi