5 fattori da considerare durante l'implementazione di una soluzione di Enterprise Mobility Management

5 fattori da considerare durante l'implementazione di una soluzione di Enterprise Mobility Management

11 Giugno 2018

Il momento dedicato alla distribuzione e all'implementazione di una nuova soluzione di mobile computing può rivelarsi una sfida difficile da superare se non viene affrontata correttamente. In questo articolo, tradotto dal blog di SOTI, vediamo 5 situazioni che possono riservare delle problematiche e come è possibile superarle.

La mobilità aziendale è più grande, più ampia e più complicata che mai. Entro il 2020, il 42% della forza lavoro globale sarà mobile. Le aziende dipendono da dispositivi, app e contenuti per consentire ai propri dipendenti di svolgere il proprio lavoro da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. Assicurare e gestire tutta la tecnologia mobile è diventato un lavoro di importanza critica, ma anche impegnativo. Che si chiami MDM, EMM o UEM, le aziende stanno distribuendo soluzioni di gestione della portatilità per affrontare la portata e la complessità delle loro implementazioni di mobilità. Questo è il fattore che guiderà la crescita a due cifre del mercato EMM nei prossimi anni.

Purtroppo, la mobilità delle imprese non è un gioco da ragazzi. Un'implementazione di successo richiede molto pensiero e pianificazione. Un buon punto di partenza è una politica di mobilità aziendale. Stabilirà le linee guida su come e perché i dispositivi mobili e le applicazioni vengono utilizzati all'interno della vostra azienda. In seguito, la vostra implementazione EMM approva e applica le politiche di mobilità della vostra azienda. Tuttavia, anche con una solida strategia di mobilità, politiche di supporto e soluzioni EMM, l'effettiva implementazione della mobilità aziendale può incontrare problemi.

Quando SOTI ha analizzato i registri di supporto e ha intervistato i nostri ingegneri di vendita e i responsabili dell'assistenza tecnica, ha trovato cinque temi ricorrenti tra problemi che i nostri clienti si trovavano ad affrontare durante una nuova implementazione della mobilità.

1. PIANIFICARE

Non tutti i dispositivi mobili sono uguali. Le aziende possono scegliere di acquistare hardware OEM più economico che soddisfa i requisiti necessari per dispositivi e app, ma non considerano la sua sicurezza e capacità di gestione. I dispositivi meno costosi potrebbero non supportare le funzionalità di Android Enterprise (AE) di Google, potrebbero non essere dotati di funzionalità di gestione integrate o potrebbero non essere supportati dalla soluzione EMM.

Raccomandazioni SOTI
Ricercare e considerare il TCO (costo totale di proprietà) di un dispositivo, non solo il suo costo di acquisto. È possibile richiedere il parere di SOTI prima di prendere la decisione di acquisto. Il programma SOTI Device Certification include un database di dispositivi compatibili SOTI MobiControl di oltre 170 OEM in tutto il mondo. In alternativa, è possibile consultare l'elenco Google di dispositivi compatibili con AE.

2. EVITARE I SILI

Qualsiasi disconnessione tra l'approvvigionamento e il reparto IT può compromettere una distribuzione della mobilità prima ancora che inizi. Questo è uno dei motivi per cui le Politiche di Mobilità Aziendali sono così critiche. Le parti interessate possono lavorare insieme per stabilire chi all'interno dell'azienda dovrebbe ottenere un determinato tipo di dispositivo mobile (laptop, tablet o smartphone) e quali applicazioni sono necessarie per svolgere il proprio lavoro? La mancanza di comunicazione e di consenso porterà all'acquisto di dispositivi, app o infrastrutture inadeguate.

Raccomandazioni SOTI
Prima dell'acquisto, stabilire un accordo sul budget per i dispositivi mobili e condurre un test completo di proof of concept (POC) con tutto l'hardware potenziale e le applicazioni nelle mani di utenti reali. In questo modo si eviteranno "sticker shock" e si identificheranno eventuali limitazioni nell'hardware, nel software, nella sicurezza o nella gestione. Una lista di controllo per la gestione dei dispositivi mobili può rendere più efficace il test POC.

3. IL TEMPO È UN FATTORE CRITICO

Avviare l'approvvigionamento e l'implementazione troppo presto o troppo tardi può ostacolare la vostra strategia mobile. Se si inizia troppo presto, i dispositivi possono diventare obsoleti, mettendo a repentaglio la longevità della soluzione di mobilità. Un inizio troppo ritardato stressa il team di distribuzione, causando errori o saltando test importanti durante il rollout del dispositivo. Un lungo ritardo dall'acquisizione alla distribuzione può richiedere un aggiornamento critico del sistema operativo che può invalidare il test POC e ritardare ulteriormente la distribuzione.

Raccomandazioni SOTI
Includi il tempo per i test e la risoluzione dei problemi, aggiungi tempo per la certificazione dei dispositivi con la soluzione EMM e altre infrastrutture IT e aggiungi tempo per un'implementazione graduale, per ridurre i rischi di un'implementazione non riuscita dei dispositivi.

4. IL SISTEMA OPERATIVO MOBILE È SIGNIFICATIVO

Molte aziende non hanno familiarità con le differenze nelle capacità di gestione tra i vari sistemi operativi mobili (OS). Il sistema operativo è importante quanto l'hardware del dispositivo per determinare le capacità di sicurezza e gestione. Questo è importante per le aziende che passano dai sistemi operativi legacy come Windows CE a quelli più recenti come Google Android, Apple iOS, Windows 10 o Linux.

Raccomandazioni SOTI
Condurre ricerche sulle capacità di gestione in diversi sistemi operativi. SOTI dispone di un ebook che può aiutare con questo aspetto - Scegliere un vincitore: Quali sono i sistemi operativi mobili migliori per la vostra azienda?

5. PRIMA IMPRESSIONE

C'è un famoso detto: "Hai una sola possibilità per fare una prima impressione". Ciò vale sia per le applicazioni tecnologiche che per le interazioni umane. Se metti i dispositivi e le app sbagliate nelle mani degli utenti sbagliati, non stupitevi se faticano a usarle in modo efficace. Ad esempio, i dispositivi dati agli anziani per il monitoraggio remoto dei pazienti devono essere infallibili, sicuri e facili da usare. E se si fallisce, sarà molto più difficile riuscire la prossima volta.

Raccomandazioni SOTI
Comprendere le competenze tecniche degli utenti di mobilità. Bloccare i dispositivi alla loro funzionalità principale e utilizzare le funzionalità di supporto remoto per addestrare i nuovi utenti e risolvere i problemi che possono incontrare. Inoltre, è consigliabile creare un gruppo di test di accettazione utente (User Acceptance Testing, UAT) tra i vari reparti in grado di pilotare e fornire un feedback sul rollout.

Naturalmente, ci sono più sfide per un'implementazione di successo della mobilità, e quasi ogni situazione aziendale è unica. Tuttavia, la guida SOTI in queste cinque aree fornisce una panoramica dell'installazione remota.

Articolo tradotto da:
SOTI Blog

Topic:
Data Management Software, Mobile Computing

 

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi