Briciole di pane



Tecnologie per la Supply Chain, il futuro è a portata di Display

Tecnologie per la Supply Chain, il futuro è a portata di Display

22 Settembre 2017

<<Modern Materials Handling>> È il secondo giorno della Material Handling & Logistics Conference a Park City, nello Utah, un evento al quale partecipo da quasi 15 anni (e, per quanto mi riguarda, sono stato un membro del comitato di pianificazione).

La mattinata è iniziata con due conversazioni, una con Harry Moser, fondatore e presidente della Reshoring Initiative, e l'altra con un dirigente della supply chain di un rivenditore leader. Ho avuto l'opportunità di partecipare a una presentazione di Adrian Kumar, vice presidente della progettazione di soluzioni per DHL, e con uno dei suoi colleghi sul loro lavoro con le tecnologie di prossima generazione per la Supply Chain, tra cui i robot mobili e Google Glass. Sembravano separati, ma c'è un filo conduttore tra i tre.

Se non avete ancora sentito parlare Harry durante una conferenza, egli è come il miglior apostolo della manifattura americana. Fondata circa 6 anni fa, la Reshoring Initiative afferma di essere "la voce principale per le aziende che hanno nel loro interesse riportare i posti di lavoro manifatturieri agli Stati Uniti o mantenere i posti di lavoro esistenti qui." La notizia di quest'anno: Per la prima volta da quando ho parlato con Harry, il numero di annunci per i posti di lavoro rielaborati, che include anche gli investimenti nella produzione negli Stati Uniti da parte di società di proprietà straniera - o gli investimenti diretti esteri - eccedono il numero di lavori che vengono portati all'estero.

Mentre questa è una buona notizia per la produzione americana, una delle domande persistenti è se ci sono abbastanza persone con le giuste competenze per riempire quelle posizioni, un tema persistente ad ogni conferenza che presento. Questo è particolarmente vero nel nostro settore, in quanto l'aumento delle aspettative dei clienti ci costringe a prendere gli ordini più tardi nel corso della giornata e a farli comunque salire sul retro di un camion per rispettare i tempi di consegna degli ordini. Ciò richiede più manodopera o automazione. E questa è stata la conversazione che ho avuto questa mattina con un rivenditore. Queste due confluenze - l'aumento delle aspettative dei clienti e la mancanza di manodopera - fanno sì che la sua azienda stia indagando sulle tecnologie di picking automatizzate che portino le merci direttamente ad un operatore. Non c'è modo per evitarlo.

Tutto questo è confluito nella presentazione di quelle che chiamiamo le tecnologie NextGen Supply Chain di DHL. Ora, ho parlato con fornitori di soluzioni su Google Glass e altri sistemi di prelievo tramite visione concorrenti e soluzioni di prelievo robotizzato nel corso degli ultimi due anni. Infatti, nel recente numero di Supply Chain Management Review, ho pubblicato un articolo sulla soluzione robotica di Rochester Drug per la raccolta di pezzi mobili - pubblicherò una versione più completa nel numero di ottobre di Modern Materials Handling. La maggior parte di quel discorso è stato speculativo su quello che saremo in grado di fare in futuro.

La presentazione di DHL suggerisce che la Supply Chain NextGen è più vicina di quanto possa pensare. Hanno evidenziato due soluzioni.

In uno, un processo di pick-to-cart è possibile grazie ai ring scanner, al vision picking con gli smartglass di Google e Vuzix e ad un processo di picking robotizzato mobile con robot realizzati da Locus.
All'inizio, un collaboratore riceve istruzioni per il prelievo che includono una posizione di stoccaggio, un identificatore dell'articolo, la quantità da prelevare e le posizioni del cestino per il caricamento sul carrello, il tutto sugli smart glass. L'operatore conferma la posizione del pick con lo scanner ad anello, che è a mani libere; prende gli elementi corretti richiesti nel carrello e conferma il pick usando la voce. La voce può anche essere utilizzata per comunicare con il sistema in caso di modifica dell'ordine; lo scanner ad anello può essere utilizzato per acquisire altre informazioni, come l'identificazione del lotto, se richiesto da un cliente. La produttività è aumentata dal 7 al 12% dai processi tradizionali di prelievo ai carrelli, con una maggiore precisione e un miglioramento significativo dei tempi di addestramento.

La seconda è stata la soluzione di prelievo robotizzato mobile, progettata per ridurre gli spostamenti a poco valore aggiunto degli operatori. In questa applicazione, il robot Locus riceve le istruzioni di prelievo da un WMS e si trasferisce in un luogo di prelievo. L’associato vede sullo schermo di un iPad le istruzioni per il prelievo, tra cui l’articolo da prelevare, il luogo e la quantità. Una volta che l’operatore esegue la scansione dell’elemento utilizzando uno scanner sotto lo schermo dell’iPad e lo lascia cadere nel tote, il robot si sposta nella posizione successiva di prelievo. Una volta raccolti tutti gli articoli, si reca in una stazione di imballaggio e riceve la tote successiva. Fino ad ora DHL afferma di realizzare una riduzione del 23% della distanza percorsa e del 46% dei tempi di viaggio.

DHL non si ferma qui. Mentre deve ancora andare in pilota, è anche alla ricerca di una soluzione mobile di picking a livello di singola unità e una soluzione in cui il robot segue un picker umano attraverso una zona di prelievo.

Ci sono ancora domande alle quali non è ancora stata data risposta. DHL ha dovuto aggiungere una batteria supplementare al sistema di visione per ottenere un servizio completo e sta avendo medici che monitorano i collaboratori poiché nessuno ha usato questi dispositivi per questo tipo di operazioni per lungo tempo. Ma entrambi suggeriscono che le attività su display siano più vicine di quanto pensiamo.

di Bob Trebilcock

Articolo tradotto da:
Modern Materials Handling

Topic:
Transport & Logistics, Automation, Voice, Wearable

 

Multimac Srl  -   800 593 293  -   info@multimac.it  -   P.Iva 01281830289  -   Company info  -   Privacy  -   Sitemap  -   Copyright © 2019. All rights reserved.

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi

Richiesta prezzo speciale
per progetto

» Leggi l'informativa sulla privacy Invia richiesta
Chiudi