Etichettare e Classificare le sostanze chimiche

Etichettare e Classificare le sostanze chimiche

17 Luglio 2017
<<Times of Malta>> L'Agenzia europea per le sostanze chimiche (European Chemicals Agency, ECHA) è la forza trainante tra le autorità di regolamentazione nell'attuazione della legislazione europea in materia di sostanze chimiche per il bene della salute umana e dell'ambiente, nonché per l'innovazione e la competitività. L'ECHA aiuta le aziende a rispettare la legislazione, promuove l'uso sicuro delle sostanze chimiche, fornisce informazioni sulle sostanze stesse e affronta le problematiche riguardanti i prodotti.

La classificazione, l'etichettatura e l'imballaggio di sostanze chimiche pericolose nell'UE si basa su un sistema concordato in tutto il mondo. Questo facilita il commercio internazionale e assicura una comunicazione coerente sui rischi chimici, un metodo che porta ad una migliore salute, sicurezza e cura per l'ambiente. Il rispetto in tutto il mondo di un insieme di regole crea la fiducia pubblica nel confronti dell’uso sicuro delle sostanze chimiche.

Quando un'impresa fornisce sostanze chimiche pericolose all'interno dell'UE, ha l'obbligo di etichettarle in conformità al regolamento Classification Packaging and Labelling (CLP). Le prescrizioni del regolamento CLP assicurano che i rischi presentati dalle sostanze chimiche siano chiaramente comunicati ai lavoratori e ai consumatori nell'UE attraverso un'appropriata classificazione ed etichettatura.

L'etichetta chimica deve mostrare il nome e l'identificativo del prodotto, il nome del fornitore, l'indirizzo e il numero di telefono, la quantità di sostanze chimiche presenti nel pacco, i pittogrammi di pericolo, le parole di segnalazione, i rischi e le indicazioni precauzionali.
Quando i prodotti chimici soddisfano i criteri di classificazione come pericolosi, il fornitore deve obbligatoriamente etichettarli. Nel fare questo, il fornitore deve prendere in considerazione tutte le classi di pericolo e le differenziazioni, e decidere la classificazione appropriata per i rischi fisici, sanitari o ambientali. Dopo aver preso questa decisione, il fornitore deve selezionare gli elementi di etichettatura corretti.

Il regolamento CLP ha introdotto un nuovo sistema di classificazione e di etichettatura delle sostanze chimiche pericolose nell'UE. A questo link è possibile vedere i nuovi pittogrammi a forma di diamante rosso su sfondo bianco.

Alcune sostanze hanno una classificazione obbligatoria e un'etichettatura (C&L) armonizzata per garantire che i rischi siano gestiti correttamente. L'elenco delle sostanze pericolose per le quali esiste una C&L armonizzata è continuamente aggiornato.

Se un'azienda mette sul mercato una sostanza pericolosa, è tenuta a notificare all'ECHA la sua classificazione e l'etichettatura entro un mese. Per gli importatori, il mese è conteggiato dal giorno in cui una sostanza, da sola o contenuta in una miscela, viene fisicamente portata nell'UE.

Per ulteriori informazioni sulla classificazione e l'etichettatura dei prodotti chimici, visitare il sito https://echa.europa.eu/it/regulations.

Articolo tradotto da:
Times of Malta

 

Login

Per poter acquistare i prodotti sul nostro sito è necessario accedere con la propria email e password.

Accedi

Password dimenticata?
Non possiedi i dati di accesso? Registrati

Chiudi